ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
16 sec

Attività invernali e fauna selvatica: prove di... convivenza

Quattro regole per non violare le ‘zone di tranquillità’: con ‘Rispetto è protezione – Sport sulla neve e rispetto’ Nature-Loisirs sbarca in Ticino
Mendrisiotto
17 sec

Ecco i pasti pronti che scaldano il cuore

L’associazione Lì&Là si occupa di fornire pranzi e cene alle famiglie con figli ospedalizzati. Un’idea nata dall’esperienza personale di Sveva
Bellinzonese
18 sec

A Bellinzona un centinaio di abitanti in più dal Luganese

Considerando arrivi e partenze, dai dati sulla popolazione emerge un saldo positivo (di circa 50 unità) pure da Locarnese, Tre Valli e Mendrisiotto
Mendrisiotto
3 ore

La politica momò, tra municipali che vanno e che vengono

A Morbio Inferiore Fabio Agustoni lascia il gruppo Morbio 2030, ma resta come indipendente. Altra novità a Mendrisio, stavolta nel Centro
Gallery
Locarnese
3 ore

In Parlamento per promuovere il diritto all’accessibilità

Marco Altomare, 29enne di Losone, soffre di una malattia genetica rara. Ma questo non gli impedisce di tentare la carta del Gran Consiglio
Bellinzonese
3 ore

Ronco Bedretto: prima del verde 10 anni di deposito Ustra

L’area della cava Leonardi sarà trasformata in zona agricola con il materiale di scavo proveniente dal secondo tubo autostradale del San Gottardo
Luganese
9 ore

Lugano agevola l’accesso alla cultura ai 18enni

Il pass per i giovani è stato accolto dal Consiglio comunale che ha dato luce verde al concorso per il piazzale ex Scuole (senza mercato)
Luganese
12 ore

In Appello i tre ventenni accusati di stupro di una coetanea

Sono comparsi alla sbarra i due fratelli e l’amico, tutti già condannati, che nel 2021 hanno approfittato di una ragazza: secondo loro era consenziente
23.06.2022 - 17:07
Aggiornamento: 18:14

Il San Giorgio negli scatti di un fotografo di fama mondiale

Grazie alla collaborazione tra le cattedre Unesco delle università di Genova e della Svizzera italiana, Heinz Plenge è arrivato in Ticino

il-san-giorgio-negli-scatti-di-un-fotografo-di-fama-mondiale
https://catedraunesco.usmp.edu.pe/
Heinz Plenge in una delle sue missioni fotografiche

Il suo archivio conta oltre un milione di immagini scattate in quattro continenti. Tra queste ci saranno anche quelle del Monte San Giorgio. Grazie a una collaborazione tra le cattedre Unesco dell’Università di Genova e dell’università della Svizzera italiana, Heinz Plenge, fotografo naturalista peruviano di fama mondiale, è arrivato in Ticino e ha conosciuto il Monte Patrimonio mondiale dell’Unesco. Grazie alla disponibilità e all’interessamento della Fondazione Monte San Giorgio, Plenge ha potuto produrre i primi scatti al Museo dei fossili (un luogo che, come ammesso dallo stesso fotografo, «ha risvegliato la mia curiosità»), in alcuni luoghi di scavo e al Parco archeologico di Tremona. Commentando, questa mattina a Mendrisio, i suoi primi scatti («mi ha impressionato il modo come hanno preso forma gli insediamenti rispetto alla Montagna»), Plenge si è detto molto interessato a continuare la sua ricerca sul Monte San Giorgio (e ha già manifestato curiosità anche per la Grotta dell’Orso sul Monte Generoso). Un interesse confermato anche dalle due cattedre Unesco e da Whes, l’associazione mantello nazionale che si occupa della messa in rete dei Patrimoni svizzeri dove siede anche la direttrice dell’Organizzazione turistica regionale Nadia Fontana-Lupi. I due enti stanno considerando di riuscire a raccontare questo luogo attraverso delle fotografie che potrebbero essere eventualmente accompagnate da testi scientifici e diventare una pubblicazione.

Obiettivo turismo sostenibile

Le cattedre Unesco di Genova (presente Adine Gavazzi, membro fondatore) e dell’Università della Svizzera italiana (rappresentata dalla coordinatrice Silvia De Ascaniss e dalla collaboratrice scientifica Anna Picco-Schwendener) collaborano dal 2019 per promuovere il patrimonio dell’umanità e un turismo sostenibile attraverso l’uso dei media digitali. Una serie di conferenze sul Machu Picchu ha portato alla creazione di una collezione, messa a disposizione a uso scientifico, con le immagini di Fernando Astete all’interno dell’Iconoteca dell’Accademia di Mendrisio. Attualmente è in fase di sviluppo una prima mostra digitale su Google Arts & Culture con una selezione di foto di Heinz Plenge, per comunicare il patrimonio mondiale attraverso le emozioni, il potere e la bellezza delle sue immagini. La collaborazione, come visto, è da poco estesa anche al Monte San Giorgio: gli scatti del fotografo peruviano permettono, e anzi favoriscono, una convergenza delle attività scientifiche e divulgative delle due cattedre.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved