novazzano-ecco-la-ciclopista-tra-via-bernasconi-e-pian-faloppia
Dipartimento territorio
Fabio Schnellmann, Claudio Zali e Sergio Bernasconi (da sin.)
21.06.2022 - 14:51
Aggiornamento: 17:34

Novazzano, ecco la ciclopista tra via Bernasconi e pian Faloppia

Inaugurato il percorso lungo 1,5 chilometri che corre lungo terreni agricoli e naturali. Costo dell’opera di mobilità lenta: 690’000 franchi

Il Dipartimento del territorio (Dt) ha inaugurato oggi la nuova pista ciclopedonale che collega via Pietro Bernasconi e il pian Faloppia a Novazzano. All’incontro con i media erano presenti il consigliere di Stato Claudio Zali, il sindaco Sergio Bernasconi e il presidente dell’associazione Ticino Cycling Fabio Schnellmann. La pista è lunga circa 1,5 km e collega l’insediamento abitativo di Novazzano fino alla zona Resiga in terreni prevalentemente agricoli e naturali. L’intervento principale ha riguardato la riqualifica dei vari percorsi esistenti composti da strade sterrate, strade agricole e sentieri nel bosco non sempre adatti al traffico ciclopedonale. Questo progetto non ha comportato modifiche altimetriche dei percorsi esistenti, ma una ristrutturazione della pavimentazione stradale per renderla adatta e sicura al traffico leggero e compatibile anche con la morfologia del territorio che in alcune tratte ha pendenze elevate.

In armonia con natura e territorio

La pavimentazione della pista ciclopedonale – in calcestruzzo e calcestre – è stata scelta in funzione delle caratteristiche locali della zona d’intervento e della vicinanza del torrente Roncaglia. Il progetto è stato realizzato in modo che fosse in armonia con la natura e il territorio circostante: sono stati infatti rispettati i vincoli naturali e paesaggistici garantendo un tragitto sicuro, efficiente e agevole per ciclisti e pedoni. L’opera, il cui costo è stato di 690’000 franchi, è inserita nel Programma d’agglomerato di seconda generazione (Pam2). Al netto del contributo della Confederazione, che secondo il Pam2 è del 35%, la spesa è ripartita tra Cantone, nella misura del 65%, e i Comuni della Commissione regionale dei trasporti del Mendrisiotto, che partecipano con il restante 35% della spesa. La pista ciclopedonale si aggiunge a una serie di interventi di mobilità lenta in corso nella regione del Mendrisiotto e Basso Ceresio, tutte misure previste dai Programmi d’agglomerato di prima e seconda generazione. A Novazzano sono pianificati 5 interventi di questo genere, di cui due sono stati terminati e altri tre sono in pubblicazione e prossimi alla realizzazione.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
bernasconi ciclopedonale inaugurato mobilità lenta novazzano pian faloppia
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved