ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
2 ore

‘Anche l’Ipct è sottoposto alla Legge sulla trasparenza’

Accesso negato alla risoluzione che riduce il tasso di conversione, Pronzini (Mps) interpella il Consiglio di Stato
Mendrisiotto
5 ore

Castel San Pietro, ‘Troppi rifiuti... facciamo la nostra parte’

Conferenza indetta dal Ppd e Gg per mercoledì 5 ottobre. Si parlerà anche del progetto dell’Acsi, “Comune Zero Rifiuti”
Mendrisiotto
5 ore

Percorsi manzoniani a LaFilanda di Mendrisio

A partire da domenica 2 ottobre incontri letterari con i personaggi de I Promessi sposi
Luganese
5 ore

Misure di efficienza energetica a Collina d’Oro

A breve interventi di risparmio in stabili, strutture e attività comunali ‘senza pregiudicare la sicurezza e il lavoro dell’amministrazione’
Luganese
6 ore

Non Profit Day a Villa Negroni il 1° ottobre

L’evento dedicato alle associazioni, fondazioni, cooperative e imprese sociali che operano sul territorio
Mendrisiotto
6 ore

Assemblea del Partito popolare democratico di Stabio

Temi: il cambiamento del nome del partito e le prossime elezioni cantonali
Luganese
6 ore

Il sì e il no: le azioni educative in un incontro a Tesserete

Conferenza per genitori e insegnanti sul volume della ricercatrice Silvana Tiani Brunelli
Locarnese
7 ore

Alcuni grandi temi di Locarno nella serata con la sezione Plr

Domani alla Spai una discussione sul territorio del quartiere Rusca e Saleggi: dal comparto Ex-Gas/Macello alla variante di Pr Marina
Luganese
7 ore

Besso, la Biblioteca dei ragazzi compie 40 anni + 2

Domenica 9 ottobre storie e clownerie. Ogni anno 600 bambini portano a casa più di mille libri.
Luganese
7 ore

Massagno, riapre Casa Pasquée. Si ricomincia da Luigi Taddei

Esposizione al via in occasione dei trent’anni dalla scomparsa dell’artista ticinese
Luganese
7 ore

Lugano, ingranata la marcia sul Polo congressuale

Il Municipio informa l’Interpartitica: imminenti i messaggi sull’acquisto dello stabile Rsi di Besso e sul comparto Campo Marzio Nord
Ticino
7 ore

Vent’anni di Strade Sicure e ‘il Ticino torna nella media’

Il numero di incidenti a sud delle Alpi è calato del 63% in 20 anni, rientrando in linea con i dati nazionali
Mendrisiotto
7 ore

Stabio, nuovi contenitori interrati per i sacchi in arrivo

I giorni di raccolta rifiuti porta a porta diminuiranno da due a uno. Chi vorrà potrà smaltirli al campo sportivo Montalbano, in via Giulia e in via Boff.
13.06.2022 - 19:45
Aggiornamento: 20:22

Priorità alle Politiche di genere a Mendrisio

La prima Città ticinese con un ‘Piano d’Azione’ per promuovere pari opportunità per tutti e una società più inclusiva

priorita-alle-politiche-di-genere-a-mendrisio
Ti-Press

Mendrisio ha già un piede nel futuro. Il capoluogo momò, attento alle pari opportunità, è il primo comune ticinese a vantare un dicastero dedicato proprio alle Politiche di genere. Dopo la pubblicazione del ‘Bilancio di genere’, la Città ha presentato oggi, lunedì, il nuovo Piano di azione a livello comunale. Introducendo un’attenzione al Genere, l’esecutivo aspira a un cambiamento sostanziale al fine di favorire e promuovere maggiore equità negli studi, nella vita familiare, professionale e politica. Ma non solo. L’obiettivo è anche quello di fungere da esempio per altri attori sul territorio, affinché si adotti l’ottica di genere come prassi usuale. Una missione certamente ambiziosa, "ma alla quale tutte e tutti possono contribuire", si legge nell’opuscolo informativo del Comune.

Il dicastero Politiche sociali ha ampliato il proprio focus inglobando il settore delle Politiche di genere da maggio 2021 e il lavoro di un gruppo interdipartimentale ha portato alla definizione del primo piano comunale sul tema a livello ticinese, tenendo conto del fatto che la popolazione è espressione di una pluralità di donne e di uomini con necessità, problematiche e potenzialità differenti. L’intento «è quello di incrementare l’attenzione alle tematiche di genere per migliorare le condizioni di vita di tutta la città – ha raccontato la capadicastero Politiche sociali, e ora anche di genere, Françoise Gehring. «Si tratta di una prospettiva orizzontale: pari opportunità e libertà di scelta». In che modo si realizzerà tutto questo? Attraverso l’introduzione e il consolidamento della figura di un delegato alle politiche di genere, l’elaborazione di un codice contro molestie e mobbing, una campagna di sensibilizzazione alle imprese del territorio, azioni di contrasto agli stereotipi di genere nelle scuole e altre iniziative di sensibilizzazione.

Gli assi strategici

Un piano d’azione non può non appoggiarsi alla stabilità di determinati assi strategici. Per la Città di Mendrisio questi sono tre: pari opportunità nell’Amministrazione comunale, nella sfera professionale e nel contesto formativo. Il primo punto chiave concerne la promozione del pari trattamento di donne e uomini nelle pratiche amministrative, l’implementazione della parità di genere a livello comunale e negli organi decisionali, la promozione di condizioni quadro che agevolino la conciliazione tra lavoro e impegni personali e l’eliminazione delle disparità di trattamento nelle pratiche amministrative.

Guardando alla sfera professionale, la pari opportunità toccano diversi aspetti: il divieto di discriminazioni fondate sul sesso nelle relazioni di lavoro – come sancito dalla Legge federale sulla parità dei sessi (Lpar) –, la promozione della partecipazione femminile nel mercato del lavoro, l’incremento della responsabilità sociale delle imprese del territorio. Da ultimo, ma non per importanza: la conciliabilità tra sfera personale e professionale in quanto, riducendo gli ostacoli alla partecipazione delle donne al mercato del lavoro e favorendo congedi e flessibilità lavorativa agli uomini (anche quando questi occupano posizioni di responsabilità), donne e uomini possono ripartirsi equamente tra professione e vita famigliare senza subire perdite finanziarie.

La strategia nell’ambito del contesto formativo riguarda invece educazione, competenze di genere solide, formazione inclusiva e sensibilizzazione sui temi del "gender". L’educazione perché è considerata come uno dei principali canali per lottare contro le discriminazioni e la violenza di genere. Le competenze di genere perché devono essere rafforzate nel corpo docenti e negli studenti per decostruire gli stereotipi nell’ambito delle scelte formative e professionali. Senza trascurare le azioni volte a promuovere una formazione inclusiva e che valorizzi le differenze di ciascuno.

Una mostra nel Parco

In occasione della conferenza stampa è stato inaugurato un percorso espositivo nel parco di Villa Argentina intitolato "Noi Gender" che durerà per tutta l’estate. «Dai peli ai baci, dai cliché alla moda, dagli organi sessuali alla giustizia: senza giri di parole questa esposizione ci mette a confronto con i grandi interrogativi della vita», ha concluso Alice Jacot-Descombes, coordinatrice di Generando.

Leggi anche:

Mendrisio traccia il suo Bilancio di genere

‘Generando – Visioni di genere’, per l’inclusione e la pluralità

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved