cade-il-carcere-per-il-cacciatore-che-uccise-per-sbaglio-l-amico
Ti-Press
Il tribunale della Corte di appello
23.05.2022 - 16:33
Aggiornamento: 18:23

Cade il carcere per il cacciatore che uccise per sbaglio l’amico

I giudici della Corte di appello hanno ridotto e sospeso a 2 anni la condanna per omicidio colposo all’autore, un 53enne del Mendrisiotto

Non dovrà andare in carcere il 53enne del Mendrisiotto che il 14 settembre 2019, durante una battuta di caccia nella zona Penz a Chiasso, aveva ucciso un suo amico e collega con cui condivideva l’arte venatoria, per sbaglio, dopo averlo scambiato per un cinghiale. I giudici della Corte di appello e revisione penale (presidente, la giudice Giovanna Roggero-Will) hanno ridotto la pena inflitta all’uomo in primo grado: non più 34 mesi di detenzione, di cui 28 sospesi e 6 mesi da espiare; bensì una condanna di 2 anni di carcere, interamente posta al beneficio della sospensione condizionale.

La drammatica vicenda era stata nuovamente ricostruita in aula lo scorso 22 marzo in secondo grado. L’imputato, difeso dall’avvocato Luigi Mattei, ha ammesso i fatti sin da subito e non ha mai contestato il reato di omicidio colposo, bensì l’entità della pena e ha sempre spiegato di aver sparato convinto che si fosse trattato della preda. La procuratrice pubblica, Marisa Alfier, titolare dell’inchiesta, si era rimessa al giudizio della Corte e durante la sua requisitoria aveva sottolineato, rivolgendosi all’imputato: «Si è trovato in una situazione che ha creato lui stesso, che ha distrutto due famiglie, quella della vittima e la sua». La sentenza è stata trasmessa in queste ore alle parti dai giudici della Corte di appello. I giudici hanno confermato il capo di imputazione nei confronti del 53enne del Mendrisiotto, ma hanno ritenuto, anche in quanto persona incensurata, di accogliere parzialmente la richiesta dell’avvocato difensore, Mattei, il quale aveva proposto una pena di 12 mesi posta completamente al beneficio della sospensione condizionale.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
appello caccia carcere condanna mendrisiotto omicidio colposo
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved