chiasso-allunga-la-stagione-sul-ghiaccio-sino-ad-aprile
Ti-Press
Si pattinerà fino ad aprile
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
2 ore

‘La città si spopola? Riduciamo i costi degli asili nido’

Interpellanza al Municipio di Lugano della liberale Viscardi propone un contributo erogato dalla Città
Locarnese
2 ore

Analisi della violenza giovanile, tra malessere ed emulazione

Diversi episodi nel Locarnese. Le chiavi di lettura in un’intervista con Loredana Guscetti, operatrice sociale che lavora sul territorio
Ticino
2 ore

Case anziani, come sta uscendo il settore da 2 anni di pandemia

Dalla gestione del virus, allo stato d’animo di ospiti e personale, fino alle sfide future. Una panoramica con Eliano Catelli, presidente Adicasi
Luganese
11 ore

Lidi, riaprono Carona, San Domenico e Riva Caccia

Le strutture balneari all’aperto pronte per la nuova stagione a Lugano
Luganese
11 ore

Le Pleiadi, assemblea in vetta al Monte Lema

Dopo i lavori possibilità di assistere a una visita guidata dell’osservatorio
Luganese
11 ore

‘Benvenuti in Paradiso’, il Comune accoglie i suoi residenti

I nuovi arrivi salutati alla manifestazione ‘Incontriamoci’ indetta dal Municipio
Luganese
12 ore

Banca Notenstein, in aula buco da 15 milioni

Tre rinvii a giudizio per truffa e malversazioni compiute da un ex alto funzionario dell’istituto di credito. In aula pure due persone del ramo dei cambi
Luganese
13 ore

Al Palacongressi i primi 90 anni dei Canterini di Lugano

Concerto e ospiti per il prestigioso traguardo del complesso musicale
Locarnese
14 ore

È morto uno dei promotori della chiesa di Mogno

L’architetto Giovan Luigi Dazio è stato un maestro nella riattazione di rustici in pietra
Mendrisiotto
14 ore

Riva San Vitale, festa e torneo al campo di calcio

L’appuntamento è per il fine settimana dell’8-11 giugno. Oltre alle partite in programma festa e musica per la popolazione
Ticino
14 ore

Atte, nuovo Comitato e bilanci prudenti

L’assemblea dell’Associazione ticinese terza età ha saputo affrontare il colpo della pandemia sulle attività. Preoccupa il calo di iscritti
Mendrisiotto
15 ore

Una Giornata ai mulini della regione

Porte aperte sabato agli impianti storici di Bruzella in Valle di Muggio, del Ghitello a Morbio e de La Tana a Rancate
16.12.2021 - 23:00
Aggiornamento : 17.12.2021 - 15:00

Chiasso allunga la stagione sul ghiaccio sino ad aprile

Il Municipio ha voluto così compensare le società sportive delle trasferte causate dal guasto alla pista. Che sarà concessa a titolo gratuito

Da giovedì a Chiasso si è tornati a infilare i pattini ai piedi e a scivolare sul ghiaccio dello stadio cittadino. In effetti, il Comune ha tutte le intenzioni di lasciarsi alle spalle l’’inciampo’ che ha costretto a chiudere l’impianto per quasi un mese. Tutta colpa di un guasto tecnico nel sistema di distribuzione di CO2, l’anidride carbonica. Oggi tutto ciò è acqua passata, o quasi. Anche tra l’esecutivo e le società locali che vivono la realtà della pista, come l’Hockey Club, il Club Pattinaggio e il Curling Club è tornato il sereno. Lo si è capito subito mercoledì sera quando una delegazione dell’autorità comunale, guidata dal sindaco Bruno Arrigoni, si è seduta al tavolo con i rappresentanti dei tre sodalizi e gli organizzatori del Torneo amatoriale di hockey: nessun tono polemico, ma piuttosto aria di cordialità. Un punto di incontro, infatti, è stato trovato: la stagione sul ghiaccio di piccoli e grandi sportivi si protrarrà sino al 3 aprile prossimo. Anzi, l’intenzione è di permettere l’accesso anche al pubblico.

Lurati: ‘C’è un dialogo positivo’

Chiasso è quindi pronto a prolungare l’apertura dello stadio invernale. Non solo, l’utilizzo della struttura sarà concesso a titolo gratuito, anche nelle tre settimane extra previste a calendario. «In questo modo - commenta Davide Lurati, a capo del dicastero Sport e tempo libero - si recupererà il tempo sottratto dalla risoluzione del problema. E la proposta mi sembra sia stata gradita». Il Municipio, fa capire Lurati, ha cercato subito il contatto con le società, aprendo un dialogo «positivo», tiene a sottolineare il municipale Ppd. Emerso il guasto, d’altro canto, ci si è immediatamente rimboccati le maniche. «La prima impressione ci ha portato a pensare che sarebbe occorso più tempo per uscire da questa situazione. Invece, ne siamo venuti a capo in 29 giorni grazie all’impegno dell’Ufficio tecnico e dei suoi collaboratori, che hanno fatto gli straordinari». Così anche i disagi e le trasferte per i sodalizi sono stati più contenuti di quanto si potesse temere in un primo momento. «Infatti, Covid permettendo, durante le vacanze di Natale saranno messi in programma pure i corsi tradizionali dedicati ai ragazzi del Mendrisiotto. Ci tenevamo tutti».

Arrigoni: ‘Questo è il nostro contributo’

Non a caso, come annota pure il sindaco Bruno Arrigoni, mercoledì sera i partecipanti all’incontro si sono lasciati di buon accordo. E una volta quantificati i costi sostenuti per avere accesso alle altre piste del cantone - da Lugano a Faido - nel periodo in cui la pista era un cantiere, vi è la disponibilità a trovarsi di nuovo per discuterne. Nel frattempo, la cittadina darà il suo contributo non solo allungando la stagione, ma consentendo alle società di frequentare l’impianto nelle tre stimane supplementari a costo zero. In passato si domandava, in effetti, il versamento di 140 franchi l’ora per pattinare nelle due settimane fuori calendario.

In estate riparte il cantiere

Riaperta la struttura, in ogni caso, le opere di verifica e manutenzione non si esauriranno con la risoluzione del guasto - peraltro localizzato in un unico punto -; intervento che per finire ha dato comunque la possibilità di salvare la stagione. In fondo, come già fatto notare, il sistema di raffreddamento in uso a Chiasso ha circa una ventina di anni: come dire che non sussiste un problema di usura. In Comune, però, vogliono togliersi ogni dubbio. «La nostra volontà - conferma ancora il capo dicastero Davide Lurati - è quella di rimettere mano alla pista nel corso dei mesi estivi. Abbiamo già visto con i tecnici comunali che l’agio esiste. Ci ripromettiamo dunque di controllare le condotte sotterranee, così da essere del tutto sicuri che l’intero impianto non abbia problemi, scongiurando il rischio di ulteriori perdite di gas». Le parole chiave, insomma, sono ‘rimettere lo stadio in sesto’. «E questo - conclude Lurati - affinché non si abbiano più sorprese di questo genere».

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
bruno arrigoni chiasso club davide lurati municipio stadio del ghiaccio stagione
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved