KOZLOV S. (USA)
STRICKER D. (SUI)
16:00
 
si-e-pronti-ad-ampliare-la-pinacoteca-z-st-a-rancate
Dei lavori si farà carico il Cantone (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
11 sec

Fiumi di coca spacciata a Bellinzona: chiesti 4 anni e mezzo

A processo un 47enne campano accusato di aver trattato quasi 1,3 kg di droga. Ma lui respinge l’accusa: ‘Facevo solo da intermediario’
Locarnese
16 min

Locarno, la Città strizza l’occhio al Bio

Le aziende che investono in questo settore beneficeranno di aiuti su un arco temporaneo assai lungo, così da generare una catena virtuosa
Bellinzonese
23 min

Interroll di Sant’Antonino, fatturato e nuove commesse da record

In un anno le vendite sono salite del 20,6% a 640,1 milioni di franchi, mentre le nuove commesse sono aumentate del 43,9% a 788,4 milioni
Locarnese
32 min

Minusio, ‘recuperare i corsi d’acqua’ caduti nel dimenticatoio

La mozione di Massimo Mobiglia e Andrea Branca chiede un progetto generale per interventi generosamente finanziati dalla Confederazione
Ticino
33 min

Pablo Biffi dirigerà la Centrale comune d’allarme

La nomina va a colmare la partenza del capitano Alessio Lo Cicero
Locarnese
43 min

Legge sui sentieri, occorre una proroga della consultazione

Vallemaggia: Germano Mattei, di Montagna Viva, non condivide l’allargamento alle bici rampichino dei contenuti. Invita i patriziati a scrivere al Dt
Bellinzonese
51 min

Officine a Castione inserite nel Piano settoriale dei trasporti

Lo ha deciso il Consiglio federale che nel documento ha integrato ‘diversi progetti della fase di ampliamento ferroviaria 2035’
Ticino
59 min

Sviluppo strade nazionali: c’è l’A2-A13, no alla Stabio-Gaggiolo

Il Consiglio federale ha inserito il progetto nel Prostra, il Programma di sviluppo strategico delle strade nazionali. Esclusa invece la Stabio-Gaggiolo
Mendrisiotto
1 ora

Cercansi bagnini responsabili e aiuto-bagnini a Mendrisio

Le candidature sono da inoltrare entro lunedì 28 febbraio per corriere all’Ufficio sport e tempo libero di Rancate
Luganese
1 ora

Letture domenicali in due lingue a Collina d’Oro

Domenica 6 febbraio al Museo Hermann Hesse di Montagnola con tema del giorno “Tra i canali di Venezia”, brani tratti ‘Dall’Italia’
Bellinzonese
2 ore

Il Plr di Bellinzona: ‘Rifare la parte alta di viale Stazione’

Stando a una mozione (primo firmatario Vito Lo Russo) la sistemazione di questo tratto porterà vantaggi ai cittadini, ai turisti e ai commercianti
20.11.2021 - 18:270

Si è pronti ad ampliare la Pinacoteca Züst a Rancate

Depositata la variante di Piano regolatore che dà forma alle intenzioni e mette in cantiere un autosilo e la riqualifica di piazza Santo Stefano

Dopo anni di analisi e valutazioni si è pronti a mettere mano alle esigenze di spazio della Pinacoteca Züst a Rancate. Le basi a livello cantonale erano state poste, peraltro, nella primavera del 2019 iscrivendo l’intervento fra sedici progetti da pianificare, sul tavolo un credito quadro globale di 60 milioni. Oggi forte di uno studio di fattibilità – allestito nel 2016 e consolidato nel 2019 – e del via libera (preliminare) del Dipartimento del territorio (Dt), il Municipio di Mendrisio pubblica la variante di Piano regolatore (Pr) che concretizza l’ampliamento dell’edificio museale – che manterrà un carattere “emergente” – e pianifica, al contempo, la risposta al fabbisogno di posteggi nel nucleo del Quartiere, quindi la riqualifica di piazza Santo Stefano, coinvolgendo l’area della chiesa, della casa e dell’oratorio parrocchiali. La documentazione, già accessibile sul portale della Città (www.mendrisio.ch), potrà essere consultata all’Ufficio tecnico dal 29 novembre.

Migliorie e riorganizzazioni

Ecco che un’opera cantonale dà modo di restituire concretezza a un riordino che alla Città sta a cuore da tempo. D’altro canto, la variante di Pr non fa altro che reagire “alle accresciute esigenze espositive e didattiche” della Pinacoteca, come rileva lo stesso Rapporto di pianificazione che corrobora il dossier. In questo modo, infatti, si permetterà una fruizione più comoda delle esposizioni e si renderà la struttura accessibile ai disabili. In buona sostanza si procederà con dei lavori di miglioria e con la riorganizzazione interna degli spazi esistenti, al fine di adeguarli “agli attuali standard funzionali e tecnici”. Come si indica chiaramente nello studio di fattibilità firmato dall’architetto Jachen Könz su mandato della Sezione della logistica, per centrare gli obiettivi l’unica soluzione percorribile è quella di sconfinare nei terreni accanto di proprietà del Comune di Mendrisio. Superfici vincolate a Pr come area verde, a tutto vantaggio della vicina scuola dell’infanzia. Lì, del resto, è prevista anche l’autorimessa sotterranea da cinquanta posti al servizio di residenti e utenti dei servizi pubblici e privati locali. Risulta evidente come l’ampliamento sia legato alle opere comunali – che porteranno a eliminare i posteggi attuali, non a Pr – e alla necessità della Città di recuperare e valorizzare il centro di Rancate, classificato, si annota nel Rapporto, come “villaggio d’importanza nazionale nell’Inventario degli insediamenti svizzeri da proteggere (Isos)”. Questa operazione, d’altro canto, ha una chiara valenza di interesse pubblico, come rimarca lo stesso Dt nell’esame preliminare. Da un lato, in effetti, il nuovo autosilo andrà a coprire, come detto, il bisogno di posteggi pubblici – e ciò in base a un puntuale calcolo, “liberando” la piazza e gli spazi della Parrocchia –, dall’altro si guadagna terreno sullo svago e il verde. Certo pianificare il comparto, come si annota nel Rapporto, chiamerà la Città a “importanti investimenti”, mentre l’aggiunta di spazi a favore della Pinacoteca, in contiguità sul lato sud, sarà a carico del Cantone.

Concorso pubblico in vista

Per dare forma e contenuti alle intenzioni messe ora nero su bianco sarà promosso un concorso pubblico di architettura. Il Dt invoca sin d’ora la necessità che Comune e Cantone si coordinino; che tengano in debito conto l’esistenza di uno o più beni culturali di interesse cantonale e che prospettino una realizzazione a tappe, scorporando, se utile, l’intervento alla Züst dall’autorimessa. Altrettanto nitido è però l’invito a preferire una visione d’insieme del comparto, come indicato nella lettera d’intenti sottoscritta nell’ottobre del 2020.

Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved