a-stabio-in-piazza-latte-fresco-anzi-freschissimo
Ti-Press
Comodo, sano e vicino
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
1 ora

Aumenta la popolazione scolastica in Bassa Vallemaggia

Ai Ronchini una sezione in più delle elementari; arriva una nuova docente e viene istituita la figura del vicedirettore.
Ticino
4 ore

‘Nessuno sta sotto i ponti. Malessere giovanile, non economico’

Presentati gli aggiornamenti del Morisoli Welfare Index. Pamini: ‘Lo Stato sociale è da riformare integralmente ripensando l’uso delle attuali risorse’
Luganese
4 ore

Gestione acquedotto Collina d’Oro, è riuscito il referendum

Si andrà a votare sulla proposta del Municipio d’istituire il passaggio della gestione dell’impianto alle Ail. Il sindaco: ‘non ritiriamo il messaggio’
Mendrisiotto
4 ore

Pannelli fotovoltaici per tutti a Mendrisio

In una mozione interpartitica un gruppo di consiglieri comunali propone di lanciare una raccolta fondi per estendere gli aiuti anche agli inquilini
Ticino
13 ore

‘Norme moderne e solide per la Cantonale e le polcom’

Il capo del Dipartimento istituzioni Gobbi sulla revisione totale della Legge polizia.Il comandante Cocchi: si è iniziato a lavorare dieci anni fa
Ticino
14 ore

Scuole post obbligatorie, riconosciuta la parità formale

Le licenze di scuola media non avranno più la ‘menzione Sms’, che creava un’asimmetria per l’accesso alle scuole professionali e a quelle medio superiori
Luganese
15 ore

Bioggio: fermato un cantiere, indizi di reperti archeologici

Proprietario di una casa in costruzione ‘bloccato’ per dar luogo alle indagini dell’Ufficio cantonale dei beni culturali
Bellinzonese
15 ore

Entra finalmente nel vivo la nuova stagione estiva di Carì

Dallo scorso weekend gli impianti di risalita sono in funzione sino a quota 2’000 metri, scatta un ricco programma di attività
Luganese
16 ore

Cureglia, arriva la pavimentazione fonoassorbente

I lavori, previsti in via Cantonale e via Campagna, si svolgeranno dall’11 luglio al 30 settembre
Bellinzonese
16 ore

La ’ndrangheta prende il treno: inchiesta terminata a Milano

Probabile rinvio a giudizio per i fratelli Rossi, titolari anche della Gcf di Bellinzona indagata in Ticino (cantiere Monte Ceneri) ma non in Italia
Locarnese
16 ore

Frontale scooter-auto a Corcapolo, ferite gravi per il centauro

L’incidente intorno alle 15.45 sulla strada cantonale all’altezza dell’intersezione per Calezzo. Il ferito portato in ospedale da un elicottero della Rega
Ticino
16 ore

Livelli a scuola, ‘usiamoli come indicatori e non come criteri’

È una delle proposte del Consiglio cantonale dei giovani, che chiede anche 5 anni di scuola media e maggiore sensibilizzazione su droghe e alcol
12.10.2021 - 17:34
Aggiornamento: 19:31

A Stabio in piazza, latte fresco, anzi freschissimo

L’iniziativa, abbinata a una mostra, è del Museo della civiltà contadina. La direttrice, Monica Rusconi: ‘Idea ecologica e a chilometro zero’

Si noterà la differenza, tra l’avvicinare un litro di latte dallo scaffale o da un gelido frigorifero di un supermercato e il potersi invece riempire la bottiglia assicurandosi il genuino prodotto direttamente da un erogatore da dove sgorga, appena munto, fresco, anzi freschissimo. E per di più nel cuore del paese, in Piazza Maggiore a Stabio. L’iniziativa – decisamente unica, una scintilla in un mondo sempre più votato al consumismo – arriva dal locale Museo della civiltà contadina, in collaborazione con il dicastero cultura. Come nasce l’idea? La direttrice, Monica Rusconi: «L‘iniziativa è sorta in relazione con la mostra temporanea, intitolata ‘Porca vacca. Maiali e vacche dal passato al presente’, di qui l’idea di portare il latte crudo direttamente in piazza. I messaggi sono sia quelli di legare l’attività all’esposizione sia di proporre un discorso di tipo ecologico e a chilometro zero. Il latte lo acquistiamo a Mezzana, a 6 chilometri da noi e poi c’è il discorso che attraverso l’erogatore ognuno porta la propria bottiglia, dunque si evitano imballaggi. Il servizio è in corso da una settimana e finora abbiamo distribuito 250 litri di latte. Questo significa 250 confezioni in meno di ‘Tetra Pak’, non riciclabile. In media abbiamo finora venduto dai 30 ai 40 litri di latte fresco al giorno. L’iniziativa attira giovani, anziani e famiglie».

Consigli per il consumo: riscaldare a 72 gradi, riporre in frigo e bere entro due giorni

A Stabio, comune di circa 4mila abitanti, il distributore di latte si dimostra anche economico: 1 franco al litro, che può anche essere acquistato in decilitri a 10 centesimi l’uno. Il consiglio è in ogni caso che prima del consumo il latte sia scaldato ad almeno 72 gradi centigradi per almeno 15 secondi e che, dopo questo procedimento, sia conservato in frigo e consumato entro due giorni. In Piazza Maggiore il latte freschissimo può essere acquistato 23 ore su 24, sette giorni su sette. Dalle 7.45 alle 8.45 il servizio viene sospeso per assicurare la manutenzione giornaliera, pulizia della macchina e per consentire la riconsegna in fattoria del latte del giorno precedente e il ritiro del latte del giorno (appena munto). La prova della freschezza è che il latte venduto è quello di giornata appena munto e non sottoposto a trattamenti termici ad alte temperature – assicurano i promotori. Il latte è fornito dall’Azienda agraria cantonale di Mezzana e quello invenduto viene riconsegnato alla fattoria e destinato all’alimentazione dei vitelli. L’iniziativa proseguirà fino al 23 dicembre e rappresenta una fase del progetto pilota. È destinata a continuare nel tempo, vista la buona partenza? «Valuteremo», risponde Monica Rusconi, che prosegue: «Gestire l’erogatore e il rifornimento del latte ci impegna comunque un’ora-un’ora e mezzo al giorno. Inoltre, non credo che ne usciremo in pari con i costi. Il servizio non è certo redditizio. Io il latte crudo lo compravo a Mezzana, ma poi questa iniziativa, anche qui con l’erogatore di latte, si è conclusa cinque o sei anni fa. Proporlo come noi direttamente in piazza e con la loro collaborazione è comunque una esperienza notevole. Più avanti abbiamo comunque altre idee: faremo i formaggini, laboratori per bambini e per adulti a Mezzana. Ogni nostra mostra ha il suo cerchio di relazioni». “Porca vacca. Maiali e vacche dal passato al presente” titolo che, evidenziano i promotori del Museo della civiltà contadina a Stabio, si affida a un’espressione orale di uso corrente che ha perso la sua connotazione originale per farsi anche esternazione di meraviglia. Nell’introduzione all’esposizione permanente viene evidenziato quanto tra gli intenti della proposta culturale vi sia la volontà di sensibilizzare il pubblico, in particolare giovanissimo, a tornare ad attribuire “il giusto peso alla fatica, ai processi, agli sprechi, alla indiscutibile riconoscenza per le vite e le morti che giungono nel nostro piatto (...)” e per scongiurare il falso convincimento di un bambino del nostro tempo, per cui “il latte lo fa la fabbrica”.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
chilometro zero civiltà contadina latte fresco museo stabio
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved