grande-affluenza-e-nessun-problema-al-party-di-nebiopoli
Un momento della festa
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
15 min

Salva, il nuovo Regolamento dei dipendenti e la sua incidenza

Il Servizio ambulanza del Locarnese sta valutando cosa cambierà con la sua introduzione. Ai Comuni un fabbisogno da coprire di 2,41 milioni
Locarnese
39 min

Ppd Locarno, Akai chiede la conferma alla presidenza

‘Dopo le Comunali, delusissimo, volevo lasciare, ma ci ho ripensato perché ci tengo molto’. Deciderà la prossima assemblea
Bellinzonese
39 min

Rodi-Fiesso, Leventina Calcio in assemblea

Appuntamento per giovedì 18 novembre alle 20 al Ristorante Baldi
Bellinzonese
44 min

‘Sentire con le protesi acustiche’ a Bellinzona

Il corso si terrà dalle 14 alle 15 alla sede di ATiDU (Salita Mariotti 2) il 12 e il 19 novembre, così come il 3 dicembre
Bellinzonese
1 ora

Mercatino di Natale a Quinto

L’evento si terrà l’8 dicembre (9.30-12.30) sul piazzale esterno dello Stadio multifunzionale di Ambrì e sarà abbinato alla vendita di alberelli di Natale
Bellinzonese
1 ora

Lottigna, finissage della rassegna ‘50 di voce 50 di blenio’

Appuntamento per domenica 7 novembre al Museo storico etnografico. Alle 16 si esibirà anche il gruppo di musica popolare Vox Blenii
Grigioni
1 ora

Guida in stato di inettitudine, impatta con il muro e si ribalta

L’incidente sulla strada cantonale H29 lungo il lago di Poschiavo, fra Le Prese e Miralago. Il 19enne guidava con una patente in prova
Mendrisiotto
1 ora

Doppio credito di circa 600mila franchi per Morbio Inferiore

Da interventi per la sistemazione della canalizzazione comunale alla sostituzione delle condotte dell’acqua potabile in via Maestri Comacini
Mendrisiotto
1 ora

Morbio Inferiore mantiene il moltiplicatore all’86%

Disavanzo d’esercizio preventivato di 839mila franchi ‘che, considerata la prudenza, risulta ampiamente sopportabile’
Luganese
3 ore

Un concerto a Besso per i 50 anni del Telefono Amico

Il Coro Clairière del Conservatorio della Svizzera italiana per solisti, coro, clarinetto, violoncello, contrabbasso e pianoforte
Luganese
3 ore

Torna in aula l’ex direttore delle Autolinee luganesi

Il tribunale di secondo grado ha fissato per lunedì 8 novembre a Locarno, con inizio alle 9.30, la seduta di Appello
Mendrisiotto
3 ore

Sparò e uccise l’amico cacciatore, chiesti 12 mesi sospesi

I fatti risalgono al settembre 2019 durante una battuta di caccia al cinghiale in zona Penz a Chiasso. ‘Commessa un’incredibile leggerezza’
Mendrisiotto
26.09.2021 - 17:530
Aggiornamento : 19:13

Grande affluenza e nessun problema al party di Nebiopoli

‘Sorpresi dalla gentilezza’ il commento del presidente Alessandro Gazzani. All’evento, con obbligo di certificato, ha partecipato un migliaio di persone

È stato un successo su tutta la linea il ‘party di Carnevale’ organizzato ieri dal Nebiopoli di Chiasso. Il risultato è andato ben oltre le più rosee aspettative, come ci tiene a rimarcare anche il presidente del Carnevale di Chiasso Alessandro Gazzani: «La serata è stata un saliscendi di emozioni per noi organizzatori. In conclusione però possiamo dirci pienamente soddisfatti, tutto è andato per il verso giusto e già un’ora prima della chiusura i bar avevano praticamente finito le scorte». Oltre a essere il primo appuntamento a tema carnascialesco da diverso tempo a questa parte, la festa è stata seguita con grande interesse anche per quanto riguarda sicurezza e accesso tramite certificato Covid. «Non abbiamo avuto il minimo problema di ordine pubblico. Gli stessi agenti di sicurezza erano stupiti di quanto fosse tranquillo e sereno l’ambiente. La gente ha dato davvero una prova di responsabilità».

‘Uno strumento che funziona’

Il migliaio di persone che ha preso parte alla festa ha quindi dovuto presentare un certificato Covid all’entrata. «Abbiamo potuto dimostrare che il certificato funziona, con la gente che ha voglia di godersi dei momenti insieme e che le regole dettate dalle autorità non generano nessun fastidio», spiega Alessandro Gazzani. Particolarmente apprezzata dai partecipanti è stata la possibilità di disporre di spazi di diverso genere, come ad esempio un giardino esterno alla palestra. «In passato a una festa tutti cercavano la tendina o il capannone più frequentato. Ora invece vengono apprezzate anche zone più tranquille, dove godere di maggiore comodità». Problemi non si sono registrati nemmeno all’entrata, solitamente una zona “calda” per via dei controlli e della cassa. «In genere troviamo sempre qualcuno che cerca di fare il furbo, provando a scavalcare il recinto o contestando il prezzo. Non è stato il caso questa volta, tutti si sono dimostrati molto gentili e comprensivi». Un ruolo l’ha sicuramente giocato il dibattito sull’organizzazione dei grandi eventi dell’ultimo periodo. «Le persone sono più consce di cosa voglia dire organizzare una manifestazione di questo tipo, sia a livello di tempo che di costi».

‘Entrata più veloce del solito’

Tra chi è rimasto piacevolmente sorpreso dallo svolgimento dell’evento, oltre agli organizzatori, ci sono anche i tanti giovani che ne hanno preso parte. «Inizialmente temevo che all’entrata ci sarebbe stata più fila del solito per via dei controlli al certificato. In realtà si è svolto tutto molto velocemente», ha spiegato a ‘laRegione’ un frequentatore. Un’opinione condivisa anche da altri ragazzi, felici di aver potuto vivere una serata di festa all’insegna della normalità: «Presentare certificato e documenti è qualcosa a cui ci stiamo abituando. Il poter togliere la mascherina una volta entrati e non dover tenere la distanza è qualcosa che mancava da tanto tempo». A stupire Alessandro Gazzani e gli organizzatori è invece stata la grande richiesta di pagamenti tramite carta di credito, «rispetto al passato molta meno gente chiedeva di pagare con i contanti, segno che probabilmente alcune abitudini sono davvero cambiate durante questo periodo di pandemia».

‘Restano dei punti da chiarire’

L’attenzione del mondo carnascialesco, con il test di ieri sera che ha dato importanti segnali, si sposta ora sulla pianificazione dell’edizione 2022. Alla festa erano presenti anche i rappresentanti degli altri Carnevali, «abbiamo avuto modo di discutere e di osservare tutti insieme come si è sviluppata la situazione. Vogliamo poter trovare una strategia comune per affrontare le sfide future. I cortei saranno infatti possibili solo se si terranno le sfilate di Chiasso e Bellinzona», conclude il presidente del Nebiopoli. Nel frattempo è stato deciso che il ricavato della serata verrà investito nel budget degli ingaggi dell’edizione 2022, che sarà maggiore rispetto al passato grazie anche agli incassi raccolti con l’iniziativa ‘Pacco momò’.

Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved