NY Islanders
2
PHI Flyers
1
2. tempo
(0-0 : 2-1)
STL Blues
2
NAS Predators
2
1. tempo
(2-2)
VEGAS Knights
PIT Penguins
04:00
 
mendrisio-puo-chiudere-il-nucleo-di-ligornetto-al-traffico
La querelle non si placa (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
5 ore

Antenna 5G nel camping? A Gudo opposizione collettiva e firme

I vicini chiedono alla Città di Bellinzona e al Cantone di evitare lo ‘sfregio’. Intanto le tre compagnie hanno impugnato la variante di Pr con un ricorso
Locarnese
6 ore

Locarno, ‘non vedevo mia figlia da mesi’

Un papà in attesa di un appuntamento a Casa Santa Elisabetta. ‘Tantissime richieste in tutto il cantone. Ci siamo adoperati per migliorare il servizio’
Ticino
7 ore

Eruzione Tonga, il ‘suono’ dell’esplosione anche in Ticino

Non solo i barometri hanno registrato un’oscillazione importante, anche i sensori infrasuoni hanno captato le onde causate dal vulcano
Luganese
7 ore

Barbengo: al voto la nuova palestra delle Medie

Il Gran Consiglio si esprimerà settimana prossima sul prefabbricato che sostituirà quella provvisoria eretta nel 2011, dopo l’incendio doloso del 2010
Ticino
7 ore

Videogiochi, la Global Game Jam torna in Ticino

L’evento è dedicato in particolare a programmatori, illustratori, grafici e musicisti e in generale a tutti gli appassionati
Luganese
8 ore

Medio Vedeggio, ‘nessuna pressione sul personale per il vaccino’

Il direttore della casa anziani Stella Maris risponde alle accuse. ‘Non sono vaccinato ma non sto facendo nulla di illegale’
Bellinzonese
8 ore

La Scuola moderna di musica suona per il villaggio Neve Shalom

Evento a Bellinzona in occasione della Giornata della memoria organizzato in collaborazione con la Fondazione Federica Spitzer
Ticino
8 ore

Parco veicoli più efficiente grazie al sistema bonus-malus

Il gettito delle imposte di circolazione è previsto stabile per quest’anno. In costante e rapida crescita i mezzi elettrici o ibridi plug-in
Mendrisiotto
8 ore

Castel San Pietro, riciclati 23 vagoni di plastiche domestiche

Due riconoscimenti ecologici per il comune momò. All’edificio ex scuole è stato conferito il certificato Minergie.
Locarnese
8 ore

Minusio: ‘Gente di contrabbando’, cornice di appuntamenti

Conferenza, tavola rotonda e presentazione di un libro a villa san Quirico
Bellinzonese
9 ore

Biasca, Parietti e Buzzi presentano i loro romanzi

Appuntamento per venerdì 21 gennaio alla Bibliomedia. I due scrittori interloquiranno tra loro e leggeranno dei passaggi dai rispettivi libri
Locarnese
9 ore

Cugnasco-Gerra, cresciuta la popolazione nel 2021

Vivono complessivamente 2’842 persone (fra domiciliate e dimoranti). A guidare la statistica demografica è il dato muliebre, seppur di poco.
Ticino
10 ore

Prodotti igienici gratis a scuola, consegnata la lettera aperta

La Gioventù socialista ha trasmesso ufficialmente al Consiglio di Stato la sua richiesta: ‘Sarebbe un importante sostegno concreto’
Locarnese
10 ore

Delitto di Muralto, si va in Appello

Gli avvocati del 32enne germanico che strangolò la compagna alla Palma au Lac ricorrono contro la sentenza di omicidio intenzionale
Bellinzonese
10 ore

‘Bellinzona faccia di più per diventare veramente accessibile’

Una mozione sollecita una strategia per migliorare l’accoglienza delle persone con disabilità. Proposti un referente comunale e una commissione ad hoc
22.09.2021 - 09:240
Aggiornamento : 15:19

Mendrisio può chiudere il nucleo di Ligornetto al traffico

Il Tribunale cantonale amministrativo dà ragione alla Città sulle limitazioni a fasce orarie. Ma Stabio è già pronto ad appellarsi all’Alta Corte

La Città di Mendrisio segna un altro punto a suo favore. I giudici del Tribunale cantonale amministrativo (Tram) hanno, infatti, dato semaforo verde alla chiusura oraria del nucleo di Ligornetto. Una strategia viaria attorno alla quale si dibatte e ci si scontra ormai da anni: su un fronte il capoluogo determinato a concretizzare la misura, sull’altro il vicino di Stabio, oltre a un buon numero di cittadini del comprensorio, tenace nell’opporsi. Il verdetto del Tram, giunto in questi giorni dopo oltre un anno, era quindi quanto mai atteso. A questo punto sulla carta Mendrisio potrebbe posare da subito i cartelli che limitano il viavai di veicoli nel cuore del Quartiere durante le ore di punta, la mattina e la sera: obiettivo, contenere il traffico dei pendolari. Il condizionale è d’obbligo, però, visto che il Municipio di Stabio ha deciso di non demordere, neppure stavolta: porterà la vertenza sino al Tribunale federale. Insomma, alla saga è destinato ad aggiungersi un nuovo capitolo.

Maffi: ‘Confermata la bontà della misura’

Il capodicastero Sicurezza pubblica di Mendrisio, Samuel Maffi, raggiunto da ‘laRegione’, non nasconde, in ogni caso, la sua soddisfazione per la sentenza pronunciata dal Tribunale, nella sostanza in linea con quanto già deciso, in prima istanza, dal Consiglio di Stato nel 2019. Il governo, chiamato a fare da arbitro, allora aveva respinto una ventina di ricorsi; convincendo poi l’autorità comunale di Stabio ad appellarsi al Tram. «I giudici - commenta Maffi - ci hanno dato ragione su tutta la linea e hanno confermato la correttezza delle misure viarie prese dalla Città», ci dice corroborando la notizia. Un ulteriore responso positivo, dunque, che rafforza Mendrisio nelle sue convinzioni. «In effetti, è un’ulteriore conferma per noi - sottolinea il capodicastero -, soprattutto per quanto riguarda il carattere proporzionale dell’intervento pianificato nel nucleo di Ligornetto. D’altro canto - ci fa memoria - durante l’anno di prova avevamo dimostrato che la chiusura parziale funziona».

I vicini di Stabio si appellano all’Alta Corte

Non l’avevano pensata così, però, né l’esecutivo di Stabio, né il drappello di cittadini residenti anche in altri Quartieri della Città, fautori di una petizione che aveva raccolto 2’256 firme. Per loro impedire il transito, seppur a fasce orarie, attraverso Ligornetto ha sempre significato peggiorare altrove una situazione già critica sul piano della viabilità e dell’ambiente nel Distretto. Un prezzo che a Stabio, appunto, non si vuole pagare. Tant’è che il Municipio locale, preso atto del verdetto consegnato dal Tram, è già pronto, come ci conferma il segretario comunale Claudio Currenti, ad andare all’Alta Corte di Losanna e a sollecitare altresì l’effetto sospensivo del provvedimento.

Effetto sospensivo e legittimità

E qui si apre un altro problema per Mendrisio: in attesa della decisione dell’ultima istanza la Città potrà rendere operativa la misura? Tutto dipenderà, come ci fa capire lo stesso Samuel Maffi, da come si determinerà il collegio giudicante davanti alla richiesta di riconoscere o meno l’effetto sospensivo. Il municipale non lo dichiara apertamente, ma si mostra propenso a credere che difficilmente su questa materia sarà concesso. «In effetti - ammette -, come Dicastero sicurezza pubblica abbiamo già ricevuto l’incarico dal Municipio di valutare modalità e tempistica dell’introduzione della chiusura parziale. D’altra parte - ribadisce ancora Maffi -, ci sentiamo abbastanza legittimati a portare avanti la nostra strategia».

Corsi e ricorsi

Quella zona rossa, una lunga storia

Si può ben dire che delle vicissitudini del nucleo di Ligornetto sono piene le cronache dei giornali degli ultimi anni. La prima volta che si è data ufficialità all’intenzione di delineare una cosiddetta ‘zona rossa’ ci riporta al 2012, con la prima pubblicazione della misura. Voluta e scelta dagli abitanti del Quartiere (quando ancora era un Comune autonomo), questa soluzione ha innescato da subito reazioni e resistenze, quindi ancora da prima che si riorganizzasse lo svincolo autostradale a Mendrisio. Non a caso nel tempo è stato un susseguirsi di perizie, controperizie e ricorsi. Per dirla tutta, il dossier non è la prima vota che finisce davanti al Tribunale cantonale amministrativo. E non è neppure la prima volta che il Tram dà l’imprimatur alla chiusura a fasce orarie: è già successo nel 2015; e pure allora a essere bocciata era stata la tesi di Stabio. A proposito di corsi e ricorsi storici. Per appianare le divergenze nel 2017 a tentare di fare da paciere ci si era messa anche la Commissione regionale dei trasporti, coinvolgendo pure il Dipartimento del territorio. Nemmeno i nuovi studi messi in campo l’anno successivo, però, erano riusciti a mettere tutti d’accordo. Tant’è che nel 2021 si ritrovano ancora davanti ai giudici, favorevoli e contrari. E Mendrisio è già pronto a issare i cartelli: centro storico chiuso, dalle 5 alle 8 e dalle 16.30 alle 19.30.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved