Detroit Red Wings
0
NAS Predators
2
1. tempo
(0-2)
OTT Senators
0
NY Islanders
1
2. tempo
(0-0 : 0-1)
MON Canadiens
1
TB Lightning
1
2. tempo
(0-1 : 1-0)
TOR Leafs
3
COB Jackets
0
1. tempo
(3-0)
BUF Sabres
0
ANA Ducks
0
1. tempo
(0-0)
STL Blues
FLO Panthers
02:00
 
WIN Jets
CAR Hurricanes
02:00
 
CHI Blackhawks
NY Rangers
02:30
 
EDM Oilers
MIN Wild
03:00
 
maltempo-le-persone-non-badano-ai-pericoli
Le acque agitate del Breggia (Archivio Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
4 ore

L’audit e i poteri accresciuti di chi lo eseguirà

Caso ex funzionario del Dss, praticamente definita la bozza dell’articolato mandato
Luganese
7 ore

L‘Imam di Lugano è ’completamente riabilitato’

Paolo Bernasconi, legale di Radouan Jelassi, esprime soddisfazione per la sentenza del Tribunale amministrativo federale
Ticino
7 ore

Disagio giovanile, il Sisa (ri)sollecita lo Stato

Alves: occorre contrastare con misure urgenti e concrete il malessere psichico nella popolazione studentesca. Campagna del sindacato nelle scuole
Locarnese
8 ore

Locarno, ‘mi hanno picchiato di brutto, devo andare in ospedale’

Non è un episodio isolato, i pestaggi in Piazza Castello sono filmati e messi sui social da una banda. Accertamenti in corso e misure incisive da adottare
Luganese
8 ore

Lugano, condannato il complice del furto al Mary

Inflitti tre anni di reclusione, di cui sei mesi da espiare, a un 52enne italiano riconosciuto colpevole di truffa, furto e falsità in documenti
Bellinzonese
8 ore

220 milioni in più per le Officine Ffs a Castione

L‘investimento previsto cresce in maniera cospicua. Gli impieghi a tempo pieno passano da 300 a 360. ’Più lavoro grazie alle componenti tecniche’
Ticino
9 ore

Domani i primi fiocchi, ‘automobilisti siate prudenti’

Attese nevicate in pianura, la fase più intensa si verificherà nelle ore centrali della giornata
Bellinzonese
11 ore

Carì, gli impianti si confermano nelle cifre nere

La scorsa stagione invernale ha fatto segnare il record di primi passaggi, un risultato possibile probabilmente grazie all’annullamento dei carnevali
Ticino
12 ore

Mascherine, il Cantone sostiene l’obbligo nei luoghi affollati

Il Consiglio di Stato invita i Comuni a introdurre ‘una misura di prevenzione molto efficace in occasione degli eventi natalizi’
Bellinzonese
13 ore

Disagio nelle case anziani, colloqui con tutti i dipendenti

La Delegazione consortile ha affidato un audit esterno al Laboratorio di psicopatologia del lavoro dell’Organizzazione sociopsichiatrica cantonale
Bellinzonese
13 ore

Assemblea impianti Campo Blenio

Si terrà sabato 11 dicembre alle 18, al termine dei lavori è prevista una cena
Locarnese
14 ore

Il ragazzo pestato è tornato a casa

La madre chiede a chiunque abbia delle prove di farsi avanti
Bellinzonese
14 ore

Dopo un anno di pausa torna Gospel & Spirituals

Per la 31esima edizione sono previsti sei concerti con artisti di varia provenienza
Bellinzonese
14 ore

La Lingera (per ora) ha deciso di non decidere

L’edizione 2022 del carnevale di Roveredo è in sospeso, il comitato riunitosi ieri deciderà entro la metà di gennaio
Ticino
15 ore

Coronavirus, 188 casi in più e 11 pazienti in terapia intensiva

Nelle case per anziani gli ospiti attualmente positivi sono 5
Bellinzonese
20 ore

Ritom, rinnovo della funicolare e 2,38 milioni per il turismo

Altre all’ammodernamento dell’impianto, si intende investire per marketing, segnaletica e veste grafica. Previsto anche un ponte tibetano lungo 413 metri
Ticino
20 ore

Babbo Natale è alle prese con qualche grattacapo

A causa di colli di bottiglia nella distribuzione globale, alcuni regali sono difficili da reperire. Ma i commercianti rassicurano: l’offerta resta ricca
Ticino
20 ore

Gole profonde... per legge

Whistleblowing, il Gran Consiglio si appresta a codificare le regole a tutela di chi nell’Amministrazione segnala irregolarità
Bellinzonese
20 ore

Officine di Castione, i tempi pieni salirebbero da 300 a 360

Oggi le Ffs comunicheranno i dettagli del Piano industriale: ecco le prime cifre, che richiedono tuttavia dei chiarimenti sul lato occupazionale
Locarnese
1 gior

Locarno, ancora un caso pestaggio in centro

Un ragazzo di 18 anni vittima di un gruppo di giovani. La denuncia della madre sui social media
Luganese
1 gior

Glamping a Carona, ‘scelta giusta ma ci sono questioni aperte’

Apprezzato anche dal promotore della petizione il progetto premiato dalla giuria e dal Municipio: ’È stato ridimensionato lo spazio ai privati’
Ticino
1 gior

Sanitari non vaccinati, i test obbligatori restano in vigore

Il Tribunale federale ha negato l’effetto sospensivo al ricorso che contesta la risoluzione del Consiglio di Stato dell’8 settembre
Ticino
1 gior

Gli Stati: no al divieto di licenziamento delle neo mamme

La Camera dei Cantoni respinge l’iniziativa ticinese (27 voti a 13, quattro le astensioni). Il dossier passa ora al Nazionale
Bellinzonese
1 gior

Bellinzona, ‘blocchiamo il contributo per la nuova Valascia’

Lo chiede il gruppo Lega-Udc alla luce della notizia secondo cui la Valascia Immobiliare Sa sarebbe confrontata con problemi di liquidità
Mendrisiotto
 
05.08.2021 - 20:060

Maltempo, ‘le persone non badano ai pericoli’

Al Parco Gole della Breggia si lavoro per ristabilire la normalità. Flückiger: "rispettate la segnaletica e portate pazienza”.

È nuovamente tempo di contare i danni per il Mendrisiotto. Dopo l'ondata di maltempo della scorsa settimana, la pioggia caduta a partire dalla serata di mercoledì ha lasciato ancora una volta il segno. Nelle ultime ore il centro di soccorso cantonale pompieri del Mendrisiotto ha effettuato 25 interventi per allagamenti di scantinati nelle abitazioni e per franamenti. Gli uomini impegnati sul territorio – sollecitazioni sono arrivate da tutto il Distretto – per riportare la situazione alla normalità sono stati 35. In particolare, in Valle di Muggio le vasche di contenimento lungo la strada cantonale si sono riempite e hanno riversato fango e detriti lungo la carreggiata. Sul posto è intervenuto anche il Consorzio manutenzione strade del Mendrisiotto. Sorvegliati speciali sono stati anche i fiumi: il Faloppia è esondato, ma il fiume è subito rientrato negli argini, mentre il Laveggio è arrivato al limite. Anche il fiume Breggia è arrivato nuovamente a dimensioni importanti. Una prima buona notizia è arrivata per il Comune d Breggia, da ormai oltre una settimana senza acqua potabile: Ufficio tecnico e Azienda acqua potabile hanno infatti comunicato che la non potabilità dell'acqua è stata revocata nelle frazioni di Morbio Superiore e Sagno. La misura di non potabilità rimane tutt’ora in vigore nelle altre frazioni (Caneggio, Bruzella, Cabbio, Muggio, Scudellate e Roncapiano).

‘Due record in pochi giorni’

A destare preoccupazione è soprattutto la frequenza con la quale il maltempo si è abbattuto sulla regione. Settimana scorsa il fiume Breggia aveva raggiunto una portata di 151 metri cubi al secondo, dato più alto mai fatto registrare da quando esiste la stazione di misurazione a Ponte Polenta. Ieri sera invece il dato rilevato dagli indicatori era di 130, il terzo più importante della storia. «A farci preoccupare maggiormente è la rapida successione di questi eventi straordinari – spiega Peter Flückiger, presidente del Parco Gole della Breggia –. Secondo gli esperti fenomeni di questo tipo dovrebbero verificarsi una volta ogni 40 anni. Ora ne abbiamo avuti due nel breve volgere di una settimana». Il risultato sono stati diversi alberi sradicati, con rami e tronchi caduti sui sentieri e finiti nel fiume. Una situazione che ha costretto gli addetti ai lavori a chiudere preventivamente la passerella metallica che dall'ex Saceba porta al Parco.

‘Violate le delimitazioni’

Cartelli e avvisi pubblicati anche sui mezzi d'informazione che non sembrano però scoraggiare i più imprudenti. «Alcune persone non prestano attenzione ai cartelli o alle barriere ed entrano lo stesso nelle zone delimitate. È pericoloso, ma noi più che avvisare e redarguire non possiamo fare». Il Parco Gole della Breggia con i suoi boschi e le sue pozze è infatti tra le principali attrazioni estive del Mendrisiotto. «Ci troviamo a pochi passi dall'abitato urbano. È normale che la popolazione abbia voglia di usufruire del Parco. Bisogna però prestare un po' di pazienza. Stiamo facendo il massimo e percepiamo lo stress di dover riaprire in fretta». A testimonianza della pericolosità dell'avventurarsi nelle arre chiuse al pubblico, un episodio capitato proprio allo stesso Flückiger: «Giorni fa ho ripreso un visitatore che si trovava in un punto pericoloso. Oggi abbiamo constatato che nello stesso punto c'è stata una caduta importante di rami. Fortunatamente in Ticino il maltempo non ha causato feriti, ma nei paesi vicini non è stato così. Occorre prudenza».

‘In campo anche la Sum’

C'è anche la Sportiva Unihockey Mendrisiotto (Sum) tra chi si è schierato in prima linea per pulire gli spazi verdi del laghetto del Ghitello. Giocatori e staff della società momò hanno infatti deciso di rinunciare all'allenamento di martedì per “scendere in campo” a fianco di pompieri e addetti ai lavori. L'iniziativa ha permesso di raccogliere, in circa due ore di lavoro, 20 metri cubi di legname. Un gesto molto apprezzato da parte della Fondazione Parco Gole della Breggia e del Consorzio Arginature Basso Mendrisiotto, «mi sono quasi commosso a vedere i ragazzi al lavoro. È la dimostrazione che anche i giovani hanno a cuore il territorio e non si fanno problemi a sporcarsi le mani per rimetterlo in sesto», commenta Flückiger. 

Il Mulino di Bruzella a pieno regime

Chi ha finalmente ritrovato la normalità è il Mulino di Bruzella, da ieri tornato a lavorare a pieno regime. I danni maggiori alla struttura si sono verificati la settimana scorsa, mentre le piogge cadute mercoledì sera non hanno generato particolari problemi. «Sistemare tutto è stato un lavoro lungo. L'area esterna è stata messa in sicurezza e sarà rimessa a nuovo appena possibile. Siamo però felici di essere tornati alla normalità con i primi visitatori che sono già venuti a farci visita. Resta un po' di rammarico per aver dovuto annullare l'evento per il Primo agosto», spiega la mugnaia Irene Petraglio.

Esondato il lago di Como

Ancora disagi nel comasco. Al lungo elenco dei problemi creati negli ultimi dodici giorni dal maltempo si è aggiunto il fatto che questa mattina attorno alle 5 il lago di Como è esondato su lungolago e piazza Cavour. Sommersi entrambi non solo delle acque del Lario ma anche dei detriti che ancora in notevole quantità galleggiano nel primo bacino. All'ultimo rilevamento il livello del Lario era a 134 centimetri sopra lo zero idrometrico, con un quantitativo d'acqua in entrata nel bacino lacustre, pur in presenza del bel tempo, superiore a quello in uscita. Poco meno di mille metri cubi d'acqua al secondo rispetto ai 571 metri cubi in uscita. Non solo acqua dopo l'alluvione di mercoledì dall'Adda e dal Mera, oltre che da torrenti che scendono dalle montagne, ma anche alberi, rami e altri detriti spinti verso lo specchio d'acqua antistante piazza Cavour. La presenza di questi detriti, in parte rimossi, continua a bloccare i natanti della Navigazione Lago di Como. Nel frattempo in Commissione Territorio e Ambiente della Camera si sono svolte le audizione della Protezione Civile e dell’Anas dove è stato fatto il punto della situazione in merito agli eventi meteorologici intensi che hanno interessato la Lombardia. “Sono centinaia le potenziali frane in provincia di Como che si possono attivare – ha spiegato il capo del dipartimento della Protezione civile Fabrizio Curcio –. Queste situazioni intervengono non solo su abitazioni, aziende, attività, commerciali, ma anche su strutture di trasporto, comportando spesso isolamento di aree”. A Como sono in molti con il fiato sospeso considerato che dalle 16 di domani viene chiuso al traffico pesante (bus e pullman turistici provenienti dalla Svizzera) il traffico autostradale da Brogeda al casello autostradale di Grandate.  L'Anas al traffico leggero proveniente dal Ticino ha consigliato di passare da Bizzarrone e dal Gaggiolo. Fra i più preoccupati ci sono gli autotrasportatori: “Si rischia di bloccare la città e di vederla invasa dai camion fino a lunedì – dice Giorgio Colato, presidente della Fai –. Se tutti i camionisti saranno costretti a uscire dalle 13, la viabilità ordinaria si bloccherà. E vorrei ricordare che dalle 16 di venerdì scatta il divieto di circolazione per i mezzi pesanti. Molti di loro rimarranno così bloccati in città e quelli che invece magari riusciranno a rientrare in autostrada saranno costretti a fermarsi allo scoccare delle 16. Insomma chi ha pianificato non ha pensato a tutte le conseguenze”. Autotrasportatori che hanno chiesto di far slittare al 10 agosto la chiusura della corsia sud della A9, considerato che la prossima settimana gran parte delle aziende del settore chiuderà per le ferie e quindi ci saranno pochi mezzi in circolazione. 

Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved