PIGOSSI L./STEFANI L.
0
BENCIC B./GOLUBIC V.
2
fine
(5-7 : 3-6)
SIEGEMUND L./KRAWIETZ K.
0
STOJANOVIC N./DJOKOVIC N.
1
2 set
(1-6 : 1-3)
scomparso-don-ambrogio-bosisio-aveva-81-anni
Arciprete a Riva San Vitale (Ti-Press)
Mendrisiotto
21.07.2021 - 18:570

Scomparso don Ambrogio Bosisio. Aveva 81 anni

La sua missione pastorale lo aveva portato per diversi anni nel Mendrisiotto e visto parroco nei territori di Castel San Pietro e Riva San Vitale

La notizia è giunta oggi, mercoledì, all'improvviso: don Ambrogio Bosisio, presbitero, è venuto a mancare nella sua abitazione di Mendrisio all'età di 81 anni. Originario di Erba, don Bosisio, come si ricorda sul portale della Diocesi di Lugano, aveva conosciuto una vocazione giovanile. Ordinato nel 1967 dal vescovo Angelo Jelmini, per tanti anni, si annota, "ha servito pastoralmente la nostra Chiesa nei vari compiti a lui affidati". Una missione che lo ha legato al Mendrisiotto.

A Mendrisio aveva infatti iniziato quale vicario sempre nel '67, dove era rimasto per dieci anni, prendendosi cura in particolare della pastorale giovanile. Poi nel settembre 1977, come si legge sul sito, "gli veniva affidata la parrocchia di Caslano, che lasciava nel 1982, quando il vescovo lo inviava nella comunità del Cristo Risorto a Lugano. In seguito, dal settembre 1983, assumeva la cura di Gentilino e Agra, dove viveva una lunga e intensa stagione pastorale. In quegli anni veniva scelto anche quale vicario foraneo del Luganese e in questa funzione doveva pure seguire, in tempi successivi e temporaneamente, le parrocchie di Brè, Gandria e Sorengo. Assicurava, inoltre, il suo servizio alla Diocesi quale membro del Gruppo di lavoro per la catechesi e la formazione permanente degli adulti".

Poi nel 2007 il suo ritorno nel Mendrisiotto: era dapprima parroco di Castel San Pietro con Monte, Campora e Casima e, successivamente, dall’agosto 2011 di Riva San Vitale con Brusino Arsizio e Capolago, compreso il compito di cappellano della locale Casa Luigi Rossi a Capolago. Tutto ciò sino al 2013, quando si era ritirato a Mendrisio per ragioni di anagrafe e di salute. Oggi lo si ricorda come un "presbitero buono, generoso e sereno, che ha saputo mettere a disposizione delle comunità a lui affidate lungo gli anni i molti talenti ricevuti dal Padre, che ora lo ha accolto nell’eternità del suo amore come il servo buono e fedele della parabola evangelica".

I funerali saranno celebrati sabato, alle 10, nella chiesa dei santi Cosma e Damiano a Mendrisio.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved