il-festival-di-narrazione-si-fa-in-tre
TI-PRESS
L'arte della narrazione
Mendrisiotto
11.07.2021 - 18:380

Il festival di narrazione si fa in tre

Dal 19 al 22 agosto nelle piazze di Arzo, Tremona e Meride

Dal 19 al 22 agosto il Festival internazionale di narrazione, alla sua 21esima edizione, andrà in scena nei paesi di Arzo, Tremona e Meride. Dopo il giovedì di apertura, saranno molte le proposte per una narrazione sempre “in movimento”. Ad aprire la giornata di venerdì 20 agosto, alle 18, sarà 'A forza di essere vento', un omaggio danzato al popolo nomade Khorakhané. Il lavoro, frutto della collaborazione tra il gruppo musicale Yatriah e la danzatrice ticinese Camilla Stanga, è una ricerca sul significato del viaggio, che si muove attraverso i brani tradizionali del popolo rom e l’influenza che quei suoni e quelle musiche hanno avuto su altre culture.

Al via la XXIesima edizione 

L’incontro culturale è al centro anche di 'Vasi comunicanti', lo spettacolo di Karakorum Teatro (sabato e domenica, alle 10.30) che porta in scena le vite di frontiera, con quattro racconti scritti insieme ad alcune comunità che vivono tra Lombardia e Canton Ticino. Da un lavoro attivo sul territorio si sviluppa anche 'Pronto? Io ci sono' della compagnia Grandegiro (sabato e domenica, alle10.30) che affronta il disagio psicologico e la ricerca di aiuto attraverso il lavoro e le interviste di Telefono Amico Ticino e Grigioni Italiano. Alessandro Lay in 'Riva Luigi ’69 ’70' (sabato e domenica) racconterà la sua Cagliari del 1970, il famoso anno in cui in cui la squadra, trascinata dall’estro calcistico di Gigi Riva, vince lo scudetto e diventa Campione d’Italia. Lo sport è al centro pure della performance di Marco D’Agostin, First Love, (sabato e domenica, alle 18) che reinterpreta sotto forma di danza la gara più celebre della campionessa di sci Stefania Belmondo. Il corpo in movimento inoltre nello spettacolo 'La scimmia, il ritorno' di Giuliana Musso ad Arzo (sabato alle 21.30). Altri eventi sabato con gli incontri aperti al pubblico: alle 10.30 toccherà a Marco D’Agostin, in dialogo con la danzatrice Nunzia Tirelli; alle 16 sarà poi la volta di Giuliana Musso. Newsletter sul sito www.festivaldinarrazione.ch. Vendita dei biglietti solo online, sul sito del festival.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved