la-soluzione-per-l-a2-a-sud-ripensare-tutto-il-tracciato
'Non si può fare a meno di una rete stradale efficiente' (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
26 min

Nessun paziente Covid nei reparti di cure intense in Ticino

Non si registrano decessi da una settimana. Quello odierno è l’ultimo report quotidiano: i dati pandemici cantonali saranno ora diffusi ogni mercoledi
Locarnese
37 min

Rivapiana Rivasana a Minusio, e l’ambiente ringrazia

Un’ottantina di partecipanti all’operazione di ripulitura organizzata dall’Agis in collaborazione con l’Istituto scolastico e il Comune
Bellinzonese
2 ore

Sarà abbattuto il cedro secolare della Chiesa evangelica

Bellinzona: una malattia ha compromesso la stabilità della pianta secolare divenuta negli anni simbolo per i fedeli. Il pastore: ‘Non facile convincerli’
Mendrisiotto
5 ore

I momò si preparano al Tour de Suisse e aspettano il ‘loro’ Gino

Nel Distretto è presente l’unico fans club di Gino Mäder. ‘Siamo nati per caso a Innsbruck’. E per il 16 giungo si pensa a una ‘Casa Gino’.
Gallery
Locarnese
5 ore

Tegna: quel tesoro verde da valorizzare

Il querceto nei pressi del campo sportivo, un unicum dal profilo naturalistico, è al centro di un progetto selvicolturale di recupero e sfruttamento
Luganese
5 ore

Polizia del Vedeggio: un terzo degli agenti sotto inchiesta

Aperta un’indagine amministrativa, coinvolto il vicecomandante, ora sospeso. Si parla di violazioni ai regolamenti di servizio.
Mendrisiotto
11 ore

Corsia per i Tir, ‘non si accettano compromessi’

Il Consiglio comunale di Novazzano mette nero su bianco la sua ‘ferma opposizione’ al progetto firmato dall’Ustra
Ticino
13 ore

Refezione scuola infanzia, facoltativa per alcuni allievi

La maggioranza commissionale con il rapporto di Ghisletta
Ticino
14 ore

Ermotti-Lepori: ‘Calcoli fuorvianti’. Filippini: ‘No, legittimi’

È polemica per il rapporto sull’iniziativa che chiede al Cantone un abbonamento Arcobaleno per i deputati che rinunciano al rimborso spese per trasferte
Ticino
14 ore

Preture di protezione, sì al voto preliminare dei cittadini

Riorganizzazione tutorie: la commissione parlamentare firma il rapporto stilato da Luca Pagani e Sabrina Aldi. Sei i correlatori
17.06.2021 - 17:19
Aggiornamento : 18.06.2021 - 15:49

La soluzione per l'A2 a sud? 'Ripensare tutto il tracciato'

La risposta della terza corsia per il Cantone contribuirà a rimediare alle criticità dell'asse autostradale nel Mendrisiotto

Quanto a traffico, colonne di auto e mobilità difficile sull'asse autostradale, un fatto è chiaro, anche al Cantone: per cambiare panorama andrebbe rivista in toto l'A2. Ma non è questo, oggi, l'obiettivo del progetto PoLuMe - si legga la terza corsia dinamica tra Mendrisio e Lugano -, che cercherà piuttosto di rimediare alle criticità emerse nel tempo a seguito di scelte operate oltre cinquant'anni or sono. Il tracciato dell'autostrada, all'epoca, fa memoria il Consiglio di Stato (CdS), aveva "goduto del consenso da parte della popolazione e delle autorità politiche". Visto adesso, invece, è solo un nodo da sciogliere senza pagare pegno sul piano ambientale e paesaggistico. "È innegabile - riconosce il Cantone rispondendo alla decina di domande allineate dal gruppo dei Verdi del Ticino per voce di Nicola Schoenenberger -, che la soluzione dei problemi creati dall'A2 al Mendrisiotto sarebbe possibile solo con un completo ripensamento del tracciato". Come dire, una vera impresa. Anche se a Chiasso ci hanno già fatto un pensierino.

Il PoLuMe? In fase 'molto avanzata'

La meta finale del progetto proposto dall'Ustra, l'Ufficio federale delle strade, con i suoi quasi due miliardi di investimento, in ogni caso, è un'altra. Il mantra, condiviso pure dall'autorità cantonale, è la fluidificazione del traffico fra Mendrisio e Lugano (nord) e l'alleggerimento delle strade cantonali e comunali. Tanto più, si conferma, che si tratta di un'opera a "valenza sovraregionale", che si trova allo stadio di progetto generale, quindi, in una fase "molto più avanzata" di altre ipotesi come la messa in circonvallazione in galleria o la copertura dell'autostrada nei centri abitati. Prospettive, in realtà, a cui aspira buona parte della popolazione, così come i 6'300 firmatari della petizione consegnata a Berna, contrari alla variante federale.

Sacrifici 'giustificati'

Il Cantone assicura, comunque, che seguirà con interesse i possibili ulteriori sviluppi; "veglierà" affinché i disagi procurati dal cantiere, imponente, "siano ridotti al minimo indispensabile"; e vigilerà per evitare che una gestione flessibile delle corsie non riesca a scongiurare un aumento incontrollato del traffico. Certo i sacrifici, seppur temporanei, non mancheranno - parte di uno di campeggi di Melano sarà interessata, si conferma, da alcune istallazioni legate ai lavori -, ma i "benefici globali" che deriveranno dall'opera, motiva il CdS, li giustificano. Anche perché, rilancia, "le zone toccate dai lavori hanno la possibilità di essere riqualificate".

D'altro canto, fa capire a chiare lettere il Cantone, non si potrà fare a meno di questo potenziamento dell'autostrada. "Le modalità di trasporto più sostenibili - ribadisce - non sono tuttavia sufficienti a soddisfare la domanda di mobilità complessiva, in particolare nelle ore di punta, motivo per cui non si può prescindere da una reste autostradale e stradale efficiente".

Per il momento, insomma, bisogna accontentarsi dei risultati raggiunti. Inclusi quelli perorati dal Consiglio di Stato, come l'aggiramento del nucleo di Bissone e un ripensamento sul nuovo svincolo di Melano

Leggi anche:

La terza corsia sull'A2? 'È la sola risposta al traffico'

Terza corsia A2: 'Il rischio? Un cantiere infinito'

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
a2 asse autostradale criticità mendrisio terza corsia tracciato
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved