Mendrisiotto
Premiati gli alunni di Mendrisio che vanno in Pedibus
A ricevere il riconoscimento anche quest'anno oltre una cinquantina di ragazze e ragazzi del Borgo e di Rancate. Hanno scelto di andare a scuola a piedi
Si è fatto festa a Canavée
15 Giugno 2021
|

La buona volontà va sempre premiata. Anche quest'anno uno stuolo di allievi degli Istituti scolastici della Città di Mendrisio ha visto riconosciuta la sua fedeltà al Pedibus. In 52 fra ragazze e ragazzi hanno, infatti, aderito alla buona abitudine di recarsi a scuola a piedi almeno una volta alla settimana. L'iniziativa promossa dalla Città è stata coronata, quindi, il 10 e l'11 giugno scorsi con la premiazione degli alunni di Mendrisio Borgo e Rancate. Tra i primi in 45 hanno aderito all'invito: verso il centro scolastico di Canavée la linea di Pedibus è utile anche ai bambini che risiedono a Salorino. Tra i secondi sono 7 gli scolari che hanno usufruito dei due percorsi a disposizione, diversamente impegnativi, per raggiungere a piedi il centro scolastico e rientrare a casa al termine delle lezioni. In entrambi i casi a impegnarsi affinché il servizio sia costante vi sono le rispettive Assemblee dei genitori, che si attivano per reclutare gli adulti volontari che accompagnano gli scolari lungo i tragitti.

Il Dicastero ambiente del Comune diretto dal sindaco Samuele Cavadini anche alla fine di questo anno scolastico così particolare a causa della pandemia ha, quindi, voluto consegnare un riconoscimento a ciascun allievo che ha aderito al progetto. Il premio assegnato, si fa sapere, consiste in un buono, comprensivo di entrata, audioguida e gadget, da utilizzare al Museo dei Fossili del Monte San Giorgio a Meride.

Servono volontari adulti

Proiettandosi nel futuro prossimo le Assemblee genitori incoraggiano ad allargare la schiera di bambine e bambini che 'salgono' sul Pedibus e si rivolgono direttamente ai genitori. Si tratta, motivano, di una "bella occasione per fare due passi, cogliere i dettagli che ci circondano, chiacchierare e lasciare l’auto in garage". Per continuare a offrire questa opportunità e garantire, si esplicita, la "sopravvivenza dei Pedibus", è necessaria però la collaborazione delle famiglie. Una volta di più, dunque, si lancia un appello agli adulti affinché si mettano a disposizione quali accompagnatrici e accompagnatori. Basta annunciarci alle Assemblee dei genitori del proprio quartiere.