WAS Capitals
SJ Sharks
01:00
 
COB Jackets
CAL Flames
01:00
 
TOR Leafs
ANA Ducks
01:00
 
Detroit Red Wings
CHI Blackhawks
01:30
 
terza-corsia-a2-l-astuti-e-con-i-contrari-al-progetto-polume
Mercoledì si portano le firme a Berna (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
37 min

Sì al congedo ai dipendenti pubblici per famigliari malati

Il Gran Consiglio approva le 14 settimane pagate per chi ha un figlio o un partner con gravi problemi di salute. Sì anche all’appello per India
Ticino
1 ora

Pierfranco Longo: ‘Tantissima delusione’

No superamento livelli, il presidente della Conferenza genitori: sconfortante che le istituzioni non siano riuscite a trovare un compromesso minimo
Ticino
2 ore

Superamento dei livelli, bocciata la sperimentazione

Con 42 contrari (Plr, Lega, Udc, Mps) e 40 favorevoli (Ppd, Ps, Verdi, Pc, Più donne) cala il sipario sulla proposta di Bertoli: ‘Deluso per la scuola’
Mendrisiotto
2 ore

Droni e galline fra i vigneti. Viticoltori ecosostenibili

Tanti esempi nel Mendrisiotto. Andrea Conconi, direttore di Interprofessione della vite e del vino ticinese: ’Progressi nella produzione biologica’
Bellinzonese
2 ore

Sì ai 2,72 milioni per il Parco del Piano di Magadino

Il Gran Consiglio in notturna approva i due crediti a favore degli investimenti e per la gestione nel periodo 2021-2024
Ticino
2 ore

Sul decreto taglia spese si voterà il 15 maggio

Il Consiglio di Stato ha fissato la data della votazione popolare
Luganese
4 ore

Campione d’Italia? ‘Non sarà più casinò-centrico’

Dopo tre anni e mezzo, oggi la casa da gioco ha riaperto. E adesso? ‘Bisogna continuare a rimboccarsi le maniche’: intervista al sindaco Roberto Canesi.
Ticino
4 ore

Ecco perché il Tf non ha annullato la legge negozi

I giudici: cancellarla unicamente a causa delle (discutibili) modalità con cui è entrata in vigore sarebbe eccessivo e non appare quindi opportuno
Bellinzonese
4 ore

La musica come ponte tra Bellinzona e una scuola in Israele

Premio Spitzer all’istituto musicale Hmi per il progetto con la scuola del villaggio Neve Shalom dove convivono pacificamente ebrei e palestinesi
03.05.2021 - 14:170
Aggiornamento : 21:41

Terza corsia A2, l'Astuti è con i contrari al progetto PoLuMe

Per l'Associazione degli utenti del trasporto pubblico il potenziamento non tiene conto degli effetti di AlpTransit

Mercoledì una delegazione del Comitato ‘No alla terza corsia tra Lugano e Mendrisio’ salirà su un treno con destinazione Berna per consegnare le oltre sei mila e quattrocento firme raccolte fra la popolazione locale al Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni diretto da Simonetta Sommaruga. Oltre al sostegno popolare, i promotori della petizione - nata sulla spinta di un gruppo di cittadini di Melano - sanno di essere accompagnati pure dal supporto di alcune Associazioni. È il caso dell'Astuti, l'Associazione ticinese utenti dei trasporti pubblici, Sezione cantonale di Pro Bahn Svizzera, che alla vigilia del viaggio verso Palazzo federale ha voluto far sentire la sua voce.

'Si dà per scontato un aumento del traffico'

"Senza opporsi a priori e in forma esclusivamente ideologica a ogni progetto stradale", si precisa in una nota, di fronte al potenziamento delle capacità dell'A2 nel tratto sud (ribattezzato PoLuMe) e davanti a un investimento poderoso (di 1,8 miliardi), Astuti ritiene che il piano d'azione "non tenga in sufficiente conto i possibili scenari futuri della mobilità nella regione del Basso Ceresio e del Mendrisiotto, alla luce delle misure che già sono state e potranno ulteriormente essere messe in campo per contenere la crescita del traffico stradale privato che è, tra l’altro, la causa principale dell’inquinamento atmosferico nell’area di frontiera i cui dati continuano a essere molto preoccupanti". In buona sostanza, si rimarca, "’l'Ustra (Ufficio federale delle strade) dà invece per scontato l’aumento del traffico tra Lugano-Mendrisio (Stabio) e Chiasso".

E poi c'è AlpTransit

Non solo, per l'Associazione "non sembrano essere stati presi in considerazione nella giusta misura gli effetti che potrà avere il possibile completamento della linea AlpTransit da Lugano al confine". Dirottando sulla nuova linea il traffico a lunga percorrenza e merci, si chiarisce, si avrebbe la disponibilità di "un maggiore numero di tracce lungo il percorso storico, a tutto vantaggio di un ampliamento dell’offerta per il traffico regionale", nel segno di una vera linea suburbana. Del resto, si tiene a far sapere, "non è vero che il discorso su AlpTransit sia da considerare chiuso dopo l’apertura della Galleria di base del Ceneri. Lo stesso Gran Consiglio del Canton Ticino si era espresso lo scorso anno in modo corale per una ripresa del discorso". E qui, non le manda a dire l'Astuti, "meraviglia il silenzio acquiescente del Cantone", a maggior ragione, evidenzia, a fronte dell'opposizione anche di diversi Municipi della regione.

'Manca il coordinamento'

La morale? "Quello che emerge da tutta questa vicenda - annota l'Astuti - è soprattutto la mancanza di coordinazione tra progetti stradali e ferroviari in favore di una visione veramente globale". Una conclusione che si somma, richiama ancora, "alle preoccupazioni degli abitanti della zona toccata dal progetto della terza corsia autostradale durante la fase dei lavori prima e una volta che la stessa sarà messa in esercizio, timori di carattere
territoriale, paesaggistico e ambientale".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved