mendrisio-al-via-vaccinati-i-primi-cento-cittadini
Vigono sicurezza e privacy (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
6 ore

'La Pm Ecorecycling non può essere obbligata a chiudere'

Stando al Cantone non ci sono i presupposti. Sospesa per ora l'inchiesta penale sul primo incendio del 2016, si indaga sul rogo di dicembre
Ticino
7 ore

Lettori più digitali? Non sempre, c'è chi cerca la carta

Le biblioteche ticinesi hanno registrato un aumento delle consultazioni di giornali e riviste online. Nelle librerie spopola il ‘click&collect’
Ticino
7 ore

Dadò all'attacco su costi della salute e soldi pubblici

Il presidente del Ppd al comitato cantonale parla delle iniziative cantonali sui premi di cassa malati e affonda sull'indipendenza di parlamento e giustizia
Locarnese
9 ore

‘Elephantonius’, vita d'artista (e di Verzasca) a Storie

Domenica sulla Rsi l'intenso ritratto documentaristico di Paolo Vandoni a Gianmario Togni, scultore alla ricerca delle origini
Ticino
9 ore

Donne detenute, audizione il 9 marzo

La commissione incontrerà i vertici del Dipartimento istituzioni.Schnellmann: attendiamo indicazioni chiare sui tempi di realizzazione di un carcere femminile
Gallery
Luganese
9 ore

A Massagno fioriscono le biciclette

Azione dimostrativa per sensibilizzare sulla climatica: il gruppo Ps, Verdi e Indipendenti propone tre installazioni
Luganese
9 ore

Bironico, disputa Fc Rapid-Parrocchia: trovato un accordo

La squadra di calcio potrà utilizzare il campo (almeno) fino alla fine del 2024, tempo durante il quale potrà trovare un'alternativa
Luganese
9 ore

Lugano, la registrazione delle sedute come patrimonio storico

Al via il progetto che renderà sull'arco di quattro anni fruibili al pubblico gli interventi dei politici tra il 1962 e il 2003
Luganese
10 ore

Lugano, il casinò vince il Covid-19

Nel 2020 registrato un utile netto di 900'000 franchi malgrado chiusure e restrizioni delle aperture. Intervista all'Ad Gianmaria Frapolli
Luganese
10 ore

Cittadini per il territorio del Luganese: no al polo sportivo

Criticato il contratto stabilito dalla Città con gli operatori immobiliari per realizzare il progetto
Bellinzonese
10 ore

Tre anni e mezzo per l'artefice dei botti di Bellinzona

Questa la pena inflitta al 22enne, il quale dovrà sottoporsi a un trattamento stazionario per far fronte a un disturbo della personalità di tipo narcisistico
Bellinzonese
11 ore

Biasca, servizio per la prestazione ponte Covid dal 1 marzo

L'ufficio si trova al pianterreno della Casa comunale e sarà operativo il lunedì, il martedì e il giovedì
Luganese
11 ore

Paradiso, 'moratoria immediata alla posa di nuove antenne 5G'

In 369 firmano la richiesta di porre un freno a ulteriori installazioni sul territorio comunale, che ne conta già più di dieci di diversa generazione
Locarnese
11 ore

Arcegno, la Strada dei Polacchi è chiusa al traffico

In corso lavori selvicolturali lungo il collegamento che conduce a Golino. Il cantiere dovrebbe concludersi attorno al 20 marzo
Locarnese
11 ore

Avvocato di Muralto a processo in Appello

Il 24 marzo nuovamente in aula il legale già condannato a 15 mesi sospesi per ripetuta appropriazione indebita qualificata
Mendrisiotto
21.01.2021 - 20:360

Mendrisio al via: vaccinati i primi cento cittadini

Chiasso seguirà a ruota. Entro la settimana prossima si saranno inoculate oltre mille dosi

La macchina messa in moto dai Comuni, i due poli del Mendrisiotto in testa, è imponente. Per le amministrazioni locali si è trattata di una sfida in più. Ma davanti all'imperativo di arginare la crisi sanitaria da Covid-19, si è risposto 'presente' senza esitare. È toccato al capoluogo (assieme a Balerna), giovedì, rompere il ghiaccio nel Distretto. Attivata la 'helpline' e contattata la popolazione anziana, o meglio le fasce degli over 85 e over 80 (come pianificato a livello cantonale), per fissare l'appuntamento tanto atteso, alla sala multiuso a Genestrerio tutto era pronto per accogliere i primi cittadini decisi a farsi vaccinare. Per il sindaco Samuele Cavadini, la giornata ha avuto il sapore di una «prova del nove». Tutto è stato pianificato: antidoti da inoculare - ora si aspettano le prossime forniture - e tempi. Tutto è stato informatizzato: questo è solo l'inizio in vista delle seconde dosi. Nella prima mezza giornata delle due programmate - le secondo due sono previste la settimana prossima - sono state un centinaio le persone vaccinate. Al termine saranno 400; e la Città potrà dire di aver cominciato a mettere al riparo dal coronavirus i suoi concittadini over 85. In effetti, al momento in 470 vivono ancora domicilio. La consapevolezza, però, è che ad avere più di 75 anni sono quasi 2mila abitanti dei dieci Quartieri. Come dire che il lavoro è solo alle battute iniziali.

'È un lavoro di squadra'

Si capisce bene che per centrare anche questo obiettivo serve operare come una squadra: Cantone, Comuni, dipendenti pubblici ed enti sociosanitari. Del resto, lo si compreso da subito che il Covid lo si sarebbe battuto serrando i ranghi e moltiplicando la responsabilità personale. A Genestrerio sono una ventina i collaboratori sanitari - tra cui due medici di riferimento, operatori del Servizio assistenza e cura a domicilio (Sacd) e del Sam - e comunali motivati a fare la loro parte. E per garantire l'accesso alla vaccinazione, la Città ha anche organizzato un trasporto per chi non ha un accompagnatore. Mai come in questa circostanza, lascia intendere il sindaco, la parola chiave è flessibilità. Anche perché, rende attenti, «l'imprevisto è dietro l'angolo». Il Covid-19 ce lo ha dimostrato ampiamente.

A Chiasso si parte lunedì, con Morbio Inferiore e Vacallo

Il test per Chiasso, invece, sarà la mattinata di lunedì. Il sindaco Bruno Arrigoni è fiducioso: «Sulla carta - ci dice - la cosa appare ben organizzata». L'impegno, lo si sa bene, sarà importante. Anche perché, base operativa il Palapenz, oltre alla cittadina di confine, vi faranno capo Morbio Inferiore e Vacallo, grazie all'«ottima collaborazione instaurata» e in base al circondario definito dal Cantone. D'altro canto, in quattro giorni - da lunedì, alle 10, a giovedì - si conta di riuscire a vaccinare circa 600 persone, che in questi giorni sono state raggiunte da una telefonata di conferma. «In questa ultima settimana - ci spiega il sindaco - siamo stati messi sotto pressione. Per riuscire a raggiungere tutti abbiamo attivato quattro linee telefoniche». Qui l'incarico è stato affidato al dicastero Socialità, diretto dalla vice sindaco Roberta Pantani Tettamanti, e ai suoi responsabili.

Al Palapenz è già tutto pronto

Il palazzetto multiuso è in attesa ormai di operatori e cittadini. «Sono state preparate quattro piste di vaccinanzione, proporzionali agli abitanti dei tre Comuni». Infatti, due saranno riservate ai chiassesi, le altre due, una ciascuno, ai cittadini di Morbio e Vacallo. Assegnati i compiti - a coordinare il tutto il direttore delle case per anziani della cittadina Fabio Maestrini -, si sono messe in campo tutte le risorse necessarie. Per far fronte ai numeri della campagna vaccinale nel Basso Mendrisiotto, in effetti, si è fatto capo, accanto a collaboratori dei tre Comuni, al personale delle case anziani di Chiasso e Morbio, a infermieri del Sacd, al Sam (che sarà al Palapenz con una autoambulanza), oltre ai due medici designati. Tutto è stato calcolato, anche la tempistica: ogni giornata si vaccinerà per otto ore, ovvero dieci munti per persona.

Tutto è stato programmato

Ogni gesto è stato misurato. All'ingresso del Palapenz si incontrerano due postazioni di identificazione, dove si verificheranno i dati personali. Di seguito, dopo l'accoglienza, si procederà con la registrazione e si effettuerà uno scambio di informazioni di carattere medico; e poi via a farsi vaccinare. A quel punto, dopo aver trascorso un quarto d'ora in una area di osservazione, il cittadino potrà lasciare il palazzetto munito di un passaporto di vaccinazione e di un appuntamento per la seconda iniezione. Chiasso sa già che si replicherà l'8, 9, 10 e 11 marzo prossimi.

Balerna ha deciso di fare da sè

Il Comune vicino di Balerna, invece, ha deciso di attingere alle proprie risorse, facendo capo a uno studio medico locale. Del resto, uniti o da soli il traguardo è corale: dare alla popolazione del Distretto un'arma in più per tenere alla larga questo coronavirus.

 

© Regiopress, All rights reserved