ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
35 min

Sbarrata fino a nuovo avviso la strada cantonale Altanca-Ronco

L’abitato di Altanca e la zona del Piora saranno raggiungibili dalla strada cantonale Piotta-Altanca
Mendrisiotto
39 min

Trompe l’oeil, ‘non c’è stato nessuno sfregio’

L’amministratrice dell’azienda di Besazio reagisce all’interpellanza dell’AlternativA. ‘La procedura? Tutto in regola’
Luganese
57 min

Savosa, ricevuta la nuova giudice del Tribunale federale

Nei giorni scorsi, il Municipio ha accolto e si è complimentato con la sua concittadina Federica De Rossa, dopo la prestigiosa nomina
Mendrisiotto
1 ora

Sacchi dei rifiuti meno cari a Morbio Inferiore

Il Municipio rivede il prezzo dei rotoli da 17 e 35 litri. L’Ordinanza modificata sarà in vigore dal gennaio 2023
Ticino
1 ora

Calo pernottamenti, Pianezzi: ‘Investire su tutte le stagioni’

Il presidente di Hotelleriesuisse Ticino commenta i dati comunicati oggi: ‘2021 irripetibile, ora bisogna cercare margini dove ci sono: autunno e inverno’
Luganese
1 ora

Lugano, accoltellamento Manor: l’accusa annuncia l’appello

Il Ministero pubblico della Confederazione si tiene aperta la possibilità di dichiarare l’appello una volta ricevuta la sentenza motivata scritta
Luganese
1 ora

Barbengo, le Officine Cameroni celebrano sessant’anni

L’azienda, nel piazzale della sede, ha voluto condividere la ricorrenza con alcuni politici e ha omaggiato tre collaboratori storici
Mendrisiotto
2 ore

Risparmio energetico, il basso Mendrisiotto spegne la luce

I quattro Comuni serviti dall’Age Sa adottano misure per abbattere i consumi. Tra queste, spicca la rinuncia alle luminarie natalizie
Mendrisiotto
2 ore

‘Un giovedì da leoni’ a sostegno di tre associazioni

L’evento è stato organizzato dai quattro club di servizio del Mendrisiotto (Lions, Rotary, Kiwanis e Soroptimist International) e si è tenuto a maggio
Locarnese
2 ore

L’illuminazione pubblica non si può spegnere neanche volendo

‘No’ del Cantone, per motivi di sicurezza, alla proposta di Ses ai 38 Comuni del suo comprensorio. Intanto l’azienda si impegna per il risparmio
Ticino
2 ore

Fiscalità e telelavoro dei frontalieri, ‘attiviamoci subito’

Un’interrogazione di Maderni (Plr) e Gendotti (Centro/Ppd) chiede di muoversi come fatto dalla Confederazione con la Francia
Locarnese
3 ore

Restauro del giardino del Papio, lavori a buon punto

Prevista una presentazione pubblica del progetto che ridarà splendore a uno dei rari esempi di ‘arredamento verde’ di stile borromaico
Locarnese
3 ore

Karate, riconoscimento europeo per il 7° Dan Mario Campise

Già organizzatore del Campionato del mondo a Locarno e di due Wuko Day, ha avvicinato in modo decisivo la disciplina ai disabili
Locarnese
3 ore

Apprendisti vodesi in visita all’Ida Foce Ticino a Gordola

Una sessantina fra apprendisti operatori di edifici e infrastrutture e addetti alle pulizie in viaggio di studio
Bellinzonese
3 ore

Da oggi a Bellinzona i castelli si spengono alle 22

Il Municipio ha deciso di introdurre da subito misure per risparmiare energia: illuminazione pubblica più fioca e massimo 20 °C negli uffici comunali
Locarnese
3 ore

Vita e arte di Pierre Casè, genesi di una biografia

Intervista allo scrittore Martino Giovanettina, che ha pubblicato un libro sul pittore e curatore di mostre locarnese
Luganese
4 ore

Lugano, disagi al traffico per l’arrivo dell’Fc Basilea

Domenica pomeriggio e la sera, per la partita di Cornaredo, sono annunciate chiusure e deviazioni stradali dalla stazione allo stadio
laR
 
29.12.2020 - 06:00

Nebiopoli, ‘il vaccino unica soluzione per i grandi eventi’

Il presidente del Carnevale di Chiasso Alessandro Gazzani parla della prossima edizione ridotta, dove non mancheranno patacca e giornalino satirico

nebiopoli-il-vaccino-unica-soluzione-per-i-grandi-eventi
Alessandro Gazzani, presidente del CarnevaleNebiopoli Ti-Press

La via è stata scelta già lo scorso mese di settembre con una decisione che, complice la ‘pausa’ concessa dal coronavirus, «sembrava anacronistica, invece oggi non si potrebbe fare altrimenti». Per il prossimo Carnevale saranno permessi unicamente gli appuntamenti culinari. Sempre che le condizioni sanitarie e le restrizioni che saranno in vigore dopo il 22 gennaio – il termine fissato da Confederazione e Cantone per i provvedimenti attualmente in corso – lo permetteranno. Il comitato del Carnevale Nebiopoli e il suo presidente Alessandro Gazzani in questi mesi non sono rimasti con le mani in mano. Nella consapevolezza che l'agenda continua purtroppo a essere dettata dalla pandemia e che la salute ha la priorità. «Siamo sempre in contatto con gli altri Carnevali – spiega Gazzani –. Una volta al mese ci incontriamo online: i rapporti sono buoni e ci sono diversi progetti per il futuro. Personalmente confido molto in questo genere di collaborazioni». Come sono sempre aperti i contatti con gruppi, carri e guggen momò. La decisione di unire le forze emersa nel corso del primo incontro organizzato dal Nebiopoli resta sempre attuale. «Abbiamo purtroppo dovuto annullare il secondo, previsto a fine novembre, a causa delle restrizioni – puntualizza Gazzani –. Rilanceremo, con un incontro online, il discorso dopo l'Epifania per aggiornarci sulla situazione e avere sott'occhio quello che sta succedendo». Con un unico obiettivo. «Non voglio perdere nessuno in questo anno di pausa forzata: i problemi sono tanti e per questo bisogna essere compatti e fare gruppo».

Raccolta fondi natalizia

Nei giorni scorsi il Carnevale Nebiopoli ha lanciato una campagna natalizia di raccolta fondi. “Nel 2021 dovremo affrontare molti costi fissi e vorremmo proporre delle iniziative per la nostra popolazione”. Per questo, si legge ancora nel volantino, “qualsiasi sostegno è in questo momento importantissimo”. Anche senza edizione canonica, spiega ancora Gazzani, «dovremo comunque coprire circa 10mila franchi di costi fissi (affitti, assicurazioni e siti internet) senza avere entrate». Un introito arriverà dalla vendita delle patacche e dei giornalini (vedi prossimo paragrafo). Le donazioni di sponsor e privati permetteranno di «fare delle donazioni al mondo del Carnevale che si trova in difficoltà con le spese». Un momento dedicato al sostegno di carri e gruppi «soprattutto momò» potrebbe essere la prossima estate, quando il comitato Nebiopoli intende «ragionare con il Municipio sulla fattibilità di organizzare qualcosa di mirato – commenta il presidente –. L'idea con gli altri carnevali è infatti quella di fungere da punto di riferimento per le proprie località». La volontà del comitato, più volte dichiarata, è anche quella di «collaborare con i nostri fornitori, che sono tutti locali, per dare loro sostegno e supporto».

Solo col vaccino? ‘D'accordo’

Guardando alla prossima estate, l'arrivo del vaccino dovrebbe facilitare la ripresa. L'ipotesi di consentire l'accesso ai grandi eventi solo alle persone vaccinate trova l'accordo di Alessandro Gazzani. «Credo sia l'unica soluzione per poter tornare a programmare grandi eventi – afferma –. Negli ultimi giorni ho letto che tanti la ritengono una lesione delle libertà, ma bisogna prima pensare al bene comune e della collettività. O i rischi sono troppo grandi per il sistema e, soprattutto, un organizzatore di un grosso evento ha l’assoluta libertà di imporre le sue regole». Nell'ambito del Carnevale, per esempio, «per motivi di sicurezza ne imponiamo molte. Quindi come per tutti i grandi eventi, anche a carnevale si potrà pensare di tornare a festeggiare dimostrando di avere fatto la vaccinazione». Gazzani è reduce dal Covid. «Un'esperienza che dal lato psicologico non consiglio a nessuno: ho visto parenti e amici stare male. Il minore dei mali è sicuramente il vaccino».

Primo Ministro comunque al comando

Se questa sarà la storia di un futuro nemmeno troppo lontano, Nebiopoli si concentra ora sul presente e sulla volontà di «tenere viva la tradizione: non ci sarà nessun buco nella storia del Carnevale Nebiopoli di Chiasso». Il prossimo 28 gennaio (e fino al 31) il Primo Ministro Silvano Pini riceverà le chiavi della cittadina. «Sarà una consegna delle chiavi simbolica – precisa il presidente –. In base alle disposizioni, organizzeremo eventi mirati con la casa anziani e le scuole». Passando agli appuntamenti gastronomici, i rioni hanno confermato l'intenzione di proporre le loro specialità culinarie. Anche in questo caso, una decisione definitiva e le conseguenti modalità, verranno prese di comune accordo con le autorità a ridosso delle date. Negli annali si troveranno sicuramente le patacca e il giornalino satirico. «Due simboli in edizione esclusiva e limitata (300 pezzi) per chi vuole simbolicamente sostenere il Carnevale – conclude Alessandro Gazzani –. È importante averli: i collezionisti ci hanno chiesto la patacca, mentre il giornalino, oltre alla satira e ai contenuti di quest'anno, avrà una connotazione abbastanza storica». Le modalità di vendita dei due oggetti da collezione verranno comunicate nelle prossime settimane: considerata la chiusura dei ritrovi pubblici almeno fino al 22 gennaio, verosimilmente verrà organizzata una vendita online.

Leggi anche:

Carnevali 2021, l'obiettivo era 'fare chiarezza'

Carnevale momò, l'idea di collaborare piace

Grandi eventi? Organizzatori chiedono accesso solo ai vaccinati

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved