17.12.2020 - 12:03
Aggiornamento: 18.12.2020 - 15:03

Mendrisio, personale frontaliero addetto alle pulizie

Le Lega interroga il Municipio sulla presenza di donne delle pulizie con auto con targhe italiane all'esterno di luoghi di competenza comunale

mendrisio-personale-frontaliero-addetto-alle-pulizie
A chi sono affidati lavori di pulizia e sanificazione? (Ti-Press)

La presenza di donne delle pulizie con auto con targhe italiane all'esterno di “luoghi di competenza comunale” non è passata inosservata ai consiglieri comunali Lega-Udc di Mendrisio Simona Rossini e Massimiliano Robbiani. Lunedì scorso, si legge in un'interrogazione presentata al Municipio di Mendrisio, “al cambio tra la seduta del Gran Consiglio e quella del Consiglio comunale al mercato Coperto, abbiamo constatato la presenza di personale frontaliero addetto alle pulizie e alla sanificazione, munito di auto propria con targhe italiane”. Nel momento storico che stiamo attraversando, continuano i due firmatari, “ci sembra poco rispettoso incaricare personale frontaliero o peggio ancora ditte su suolo ticinese che assumono in prevalenza o esclusivamente personale non residente o addirittura che appaltano il lavoro oltre confine”. Con l'adozione del Bilancio di genere, “abbiamo appena auspicato che si preferiscano ditte che abbiano una percentuale di personale femminile, sono ricercate forniture per la Città di prodotti a chilometro zero per salvaguardare l'ambiente e quindi ci chiediamo se non possa essere inserita anche un'etica nella scelta delle ditte che si occupano delle pulizie nelle strutture della Città”.

Al Municipio di Mendrisio viene chiesto a chi sono affidati i lavori di pulizia e di sanificazione nelle strutture comunali; se ha pensato di verificare la provenienza del personale occupato (nel caso di aziende incaricate); se non pensa di introdurre una sorta di ‘Prima i nostri’ nella scelta di queste aziende e se ha valutato la possibilità di occupare personale in disoccupazione o a carico dell'assistenza.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved