laRegione
priorita-e-moltiplicatore-lega-e-udc-chiedono-conto-a-mendrisio
(Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
18 ore

Capanna Gorda verso l'ampliamento

Il Comune di Blenio intende contribuire con 200mila franchi. Parallelamente avanzano i preparativi per l'osservatorio astronomico
Luganese
22 ore

Vico Morcote, 'si istituisca il Consiglio comunale'

Ecco l'esito del sondaggio: l'80% dei votanti vuole abbandonare l'Assemblea. A dicembre la decisione definitiva in seduta ordinaria
Grafici
Ticino
23 ore

Coronavirus, in Ticino 257 nuove infezioni e un decesso

Nelle ultime 24 ore 10 persone hanno dovuto essere ricoverate a causa del Covid-19
Ticino
1 gior

‘Nuove misure contro il Covid? Attenzione all’impatto psicologico’

Tra stanchezza pandemica e contagi in aumento, lo psichiatra Michele Mattia: ‘Responsabilità civile importante, ma si tenga conto della psiche delle persone’
Bellinzonese
1 gior

Aggregazione Bassa Leventina: si vota nei Cc a febbraio

Avanza il progetto a quattro, nonostante la contrarietà di Pollegio. Ne abbiamo parlato con il sindaco: 'Non porterebbe un valore aggiunto'
Luganese
1 gior

Colpo da 3 milioni e sequestro, mezza banda in aula a Lugano

Alla vigilia del processo per la rapina al portavalori di Monteggio emerge la somma sottratta nel luglio 2019. All'appello mancano tre dei sei malviventi
Locarnese
1 gior

Tegna, tra Comune e Parrocchia una convenzione del 1811

I rapporti fra le due istituzioni non sono dei più idilliaci. Si attende il rinnovo dell'accordo tra le parti, che, due anni fa, il legislatio non approvò
Ticino
1 gior

Cassa pensioni cantonale, i 500 milioni sono 'imprescindibili'

Daniele Rotanzi (direttore dell'Ipct): la sostenibilità finanziaria futura dell'istituto dipende anche dall'approvazione del parlamento del mezzo miliardo
Mendrisiotto
18.10.2020 - 17:110

Priorità e moltiplicatore, Lega e Udc chiedono conto a Mendrisio

In una interpellanza il gruppo chiede lumi sulla strategia della Città. 'Si farà leva anche sulla pressione fiscale?'

Dentro le stanze del Municipio di Mendrisio ci si sta lavorando, ai Preventivi 2021, ma soprattutto al Piano delle opere prioritarie e quindi al Piano finanziario. Del resto, lo ha ribadito lo stesso capo dicastero Finanze Manuel Aostalli all'aula consiliare il 5 ottobre scorso, «un piano a lungo termine richiede molte riflessioni, che stiamo facendo molto attentamente. Dobbiamo essere sicuri dei dati utilizzati». Fra i banchi del legislativo, però, si freme per sapere cosa aspetta la Città. Lo fa capire chiaramente il gruppo Lega-Udc-Ind., che per voce del consigliere comunale Massimiliano Robbiani adesso vuole sapere qual è la strategia dell'esecutivo per fronteggiare la situazione (effetti del Covid-19 inclusi). E soprattutto se per reagire alle cifre si farà leva sul moltiplicatore.

A che punto sono Piano delle opere e Piano finanziario?

"Per poter governare e non subire solo le conseguenze delle situazioni - esordisce l'interpellanza -, bisogna dimostrare di avere in chiaro dove vogliamo andare e quali saranno le priorità della città". La politica, evidenzia Robbiani, ha precisi strumenti a disposizione e "tra i principali possiamo citare il Piano delle opere prioritarie e il Piano finanziario della Città". Su questo punto il gruppo, si esplicita, si trova in linea con il Ppd. Ma c'è un 'però. "Condividiamo il fatto che oggi più che mai il Municipio non può semplicemente limitarsi ad amministrare la Città, ma debba veramente governare con responsabilità. È evidente che se di responsabilità si parla - si rilancia -, non aiuta il fatto che ci siano stati quattro sostituzioni di municipali nel corso della legislatura, di cui ben tre nelle fila Ppd, cioè lo stesso partito che oggi richiama al mantra della responsabilità". Quindi, si sprona, occorre affrontare il nodo delle finanze.

Di conseguenza, sollecitano Robbiani e il suo gruppo, "ora che l’estate è terminata, il Municipio conferma la presentazione dell’aggiornamento del Piano finanziario e del Piano delle opere prioritarie della Città o c’è un dietrofront? Se ci fosse un ripensamento, come mai il sindaco solo pochi mesi fa dichiarava altro?".

A proposito degli avvicendamenti, in particolare al dicastero Finanze - passato da Piermaria Calderari a Marco Romano e ora a Manuel Aostalli -, "l’ennesimo cambio del capo dicastero ha rallentato il processo?". E "come si ritiene possa operare il legislativo comunale nei confronti dei nuovi messaggi in analisi? Navigando a vista?".

E a proposito della pressione fiscale, l'esecutivo, si domanda,"ritiene ormai che sia tempo e ora di rivedere i compiti e le priorità della Città o pensa che sia più facile aumentare il moltiplicatore?".

C'è poi un altro tasto dolente, quello delle spese dettate da oneri riversati dal Cantone: "Come procedono i tavoli di lavoro cantonali? Che ruolo gioca la Città di Mendrisio?".

© Regiopress, All rights reserved