ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
20 min

Fiscalità e telelavoro dei frontalieri, ‘attiviamoci subito’

Un’interrogazione di Maderni (Plr) e Gendotti (Centro/Ppd) chiede di muoversi come fatto dalla Confederazione con la Francia
Locarnese
37 min

Restauro del giardino del Papio, lavori a buon punto

Prevista una presentazione pubblica del progetto che ridarà splendore a uno dei rari esempi di ‘arredamento verde’ di stile borromaico
Locarnese
45 min

Karate, riconoscimento europeo per il 7° Dan Mario Campise

Già organizzatore del Campionato del mondo a Locarno e di due Wuko Day, ha avvicinato in modo decisivo la disciplina ai disabili
Locarnese
46 min

Apprendisti vodesi in visita all’Ida Foce Ticino a Gordola

Una sessantina fra apprendisti operatori di edifici e infrastrutture e addetti alle pulizie in viaggio di studio
Bellinzonese
1 ora

Da oggi a Bellinzona i castelli si spengono alle 22

Il Municipio ha deciso di introdurre da subito misure per risparmiare energia: illuminazione pubblica più fioca e massimo 20 °C negli uffici comunali
Locarnese
1 ora

Vita e arte di Pierre Casè, genesi di una biografia

Intervista allo scrittore Martino Giovanettina, che ha pubblicato un libro sul pittore e curatore di mostre locarnese
Luganese
1 ora

Lugano, disagi al traffico per l’arrivo dell’Fc Basilea

Domenica pomeriggio e la sera, per la partita di Cornaredo, sono annunciate chiusure e deviazioni stradali dalla stazione allo stadio
Bellinzonese
1 ora

Biasca, conferenza sull’abolizione della pena di morte in Ticino

Appuntamento per martedì 25 ottobre alle 19 al Museo militare Forte Mondascia. Il relatore sarà il giudice Werner Walser
Locarnese
2 ore

Progettazione Museo di storia naturale, la seconda fase

Una procedura complessa, ricorda il Cantone: ‘Il Santa Caterina a Locarno è un comparto pregiato dal profilo storico-culturale’
20.03.2020 - 05:50
Aggiornamento: 08:05

Bruno Arrigoni: 'Rimaniamo a casa'

Il sindaco di Chiasso dal suo isolamento lancia un messaggio alla cittadinanza. 'Il mio pensiero? A chi sta lottando'

bruno-arrigoni-rimaniamo-a-casa
In isolamento da sabato (Ti-Press)

Anche a Chiasso il Covid-19 ha colpito duro. Si è insinuato persino a Palazzo civico. È stato lo stesso sindaco Bruno Arrigoni, mercoledì, a rendere pubblico attraverso il suo profilo Facebook di essere "entrato in contatto con il virus". «L'ho fatto per evitare speculazioni», spiega a 'laRegione'. Ma soprattutto, aggiunge, «per mandare un messaggio chiaro ai cittadini: rimaniamo a casa». L'invito rimbalzato sulla rete sociale è esplicito: "Tutti devono seguire le indicazioni emanate e non banalizzare la situazione".

Innanzitutto, come sta?
Direi come gli ultimi giorni: un po’ di febbre, poi con un antipiretico passa e rimane soprattutto tanta stanchezza. Ma va meglio

Com’è vivere in isolamento? Posso chiederle qual è il panorama che ha dalla sua finestra?

L’isolamento lo vivo tutto sommato bene. C’è mia moglie che va e viene. Al pianterreno vive la famiglia di mio figlio, quindi sono isolato ma non fuori dal Mondo! Mi hanno 'confinato' in mansarda e, abitando sulla strada che da Chiasso sale a Pedrinate, ho una bella vista su parte del Mendrisiotto. Sono giornate di sole, forse, in questo contesto, sarebbe stato meglio avere delle giornate piovose.

Ha potuto continuare a svolgere i suoi compiti da sindaco?

I mezzi online sono eccezionali. Infatti, ho contatti tutti i giorni con la segreteria comunale e con i colleghi di Municipio. Martedi scorso abbiamo fatto una breve seduta  in conferenza telefonica, ognuno al proprio domicilio. Come esecutivo poi abbiamo un gruppo di whatsapp che ci consente di comunicare in modo diretto e semplice.

Chiasso, come ha detto lei, è stato colpito al cuore dal Covid-19, anche dentro Palazzo civico: come sta reagendo la città?

La città sta reagendo bene. L’amministrazione comunale e Age Sa si sono organizzati per garantire i servizi minimi alla popolazione. Certo, tra i nostri dipendenti c’è apprensione per la situazione venutasi a creare, ma mi sembra normale. Un paio di collaboratori hanno contratto il virus, ma stanno bene. Abbiamo davanti un mese molto impegnativo.
Un discorso a parte lo meritano gli Istituti sociali, isolati da ormai due settimane. Si tratta di una situazione che mette a dura prova il personale impegnato giornalmente. Gli anziani residenti sono tagliati fuori dal mondo esterno e per loro non è facile accettare la situazione che si è venuta a creare. Anche per tutti i parenti questa situazione è fonte di preoccupazione. Una situazione molto difficile, ma tutti stanno collaborando in modo eccezionale!

La legislatura sarà prolungata di un anno: come la affronterete? Quali sono le urgenze?

Nei prossimi mesi avremo una situazione in cui le priorità saranno altre rispetto alla routine di sempre. Sarà importante, da un lato, seguire le indicazioni cantonali, soprattutto sanitarie. Dovremo pure prendere delle misure che possano aiutare soprattutto le piccole attività economiche sul breve periodo. Alcune città si sono già mosse. Anche noi dovremo fare la nostra parte.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved