Ti-Press
Mendrisiotto
15.08.2019 - 09:050
Aggiornamento : 09:48

Scarcerato l'infermiere sospettato di omicidio

La difesa ha vinto il ricorso contro il prolungamento della carcerazione. È accusato di aver causato la morte di alcuni pazienti al Beata Vergine di Mendrisio

Accolto il ricorso inoltrato dalla difesa alla Corte dei reclami penali, è dunque tornato in libertà l'ex infermiere 45enne sospettato di aver ucciso alcuni pazienti anziani ricoverati all'ospedale Beata Vergine di Mendrisio alterando il dosaggio dei loro farmaci e per questo accusato di omicidio intenzionale. Lo riferisce il 'Caffé' sottolineando che la scarcerazione è avvenuta ieri mattina. Il ricorso dell'avvocato dell'uomo, Micaela Antonini Luvini, si opponeva alla decisione di prolungare di altri tre mesi la carcerazione preventiva, come chiesto e ottenuto dal procuratore pubblico Nicola Respini. Il 45enne si trovava dietro le sbarre da nove mesi.

2 mesi fa L'ex infermiere del Beata Vergine ossessionato dalla morte?
3 mesi fa L'infermiere sospettato di omicidio respinge l'accusa di 'foto intime'
6 mesi fa Infermiere Beata Vergine, si allarga l'inchiesta
7 mesi fa Estese le accuse a carico dell'infermiere dell'Obv
7 mesi fa Infermiere Obv sospettato di omicidio intenzionale
7 mesi fa Mendrisio, infermiere sospettato della morte di tre pazienti
Potrebbe interessarti anche
Tags
omicidio
infermiere
ricorso
mendrisio
alcuni pazienti
beata vergine
vergine
carcerazione
beata
pazienti
© Regiopress, All rights reserved