ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
1 ora

Auto contro moto a Novaggio, grave il motociclista

L’incidente sulla strada verso Miglieglia. Il giovane è stato sbalzato a terra dall’impatto frontale
Mendrisiotto
1 ora

Il Corteo di Nebiopoli fa il pieno di satira e pubblico

La sfilata mascherata si riappropria del centro cittadino tra guggen, gruppi e carri (venuti anche da fuori) e le cannonate di coriandoli da Sion
Luganese
2 ore

Scontro auto-moto a Manno, ferito il motociclista

L’incidente intorno alle 15:45 in via Cantonale. Non sono note le condizioni del ferito, portato in ospedale dopo i primi soccorsi sul posto
Luganese
5 ore

A Lugano incendio in una discarica in zona Stampa

Un grosso incendio si è sviluppato questa mattina provocando molto fumo e un odore sgradevole. Una persona in ospedale per intossicazione
Locarno
7 ore

Solduno, un poliziotto di prossimità gentile e apprezzato

Dopo 37 anni di servizio va in pensione il sergente maggiore Fabrizio Arizzoli. L’Associazione di quartiere esprime la sua gratitudine
Mendrisiotto
10 ore

“Nei paesini la gente è solidale, ma in città...”

Non sembra essere un periodo facile per il volontariato, che dopo la pandemia sembra aver perso drasticamente attrattiva
Ticino
14 ore

Caso Unitas, Mps e Noi (Verdi) tornano alla carica

Nuove interpellanze: ’Le risposte scritte del Consiglio di Stato sollevano altri interrogativi’
Luganese
14 ore

La comunità cripto trova casa in centro città

L’Hub s’insedierà nell’edificio che ospitava il Sayuri e una banca, tra via Motta e Contrada Sassello. Lunedì discussione generale in Consiglio comunale
Locarnese
14 ore

Scintille tra Gordola e la Sopracenerina sulle tariffe

Nuova lettera dal Municipio al CdA della Ses per fare chiarezza sui costi di produzione e i prezzi applicati. Dividendi? ’Si può rinunciare’
Bellinzonese
23 ore

‘Eros Walter era un vulcano: alla Federviti ha dato moltissimo’

Lutto nel mondo vitivinicolo ticinese: è deceduto lo storico presidente della sezione Bellinzona e Mesolcina. Il ricordo di amici e colleghi
Mendrisiotto
1 gior

Di satira (anche politica) e di Nebiolini

Il Carnevale chiassese anche quest’anno non ha rinunciato alla sua edizione unica del Giornalino
Ticino
1 gior

Marchesi: ‘Se l’Udc entrasse in governo, noi pronti per il Dfe’

I democentristi ribadiscono la loro ricetta per il risanamento delle finanze cantonali: ‘Se ci avessero ascoltato, avremmo già risparmiato 100 milioni’
24.06.2019 - 21:18

Chiasso, la cittadella del Carnevale

Il nuovo Nebiopoli prende forma e prevede di coinvolgere anche la zona sud del Corso. A colloquio con il presidente Alessandro Gazzani che svela i prossimi passi

di Prisca Colombini
chiasso-la-cittadella-del-carnevale

Nebiopoli cambia e, mese dopo mese, prende forma in vista della prima edizione del nuovo corso. Confermate le date – dal 6 al 9 febbraio, due settimane prima rispetto al periodo ‘classico’ del Carnevale – e il programma di massima che vedrà quali eventi principali il corteo delle guggen al venerdì sera e il corteo principale al sabato pomeriggio (cfr ‘laRegione’ del 6 marzo), la macchina organizzativa sta lavorando a pieno regime. «Dobbiamo ripensare la manifestazione e la struttura – conferma il presidente Alessandro Gazzani –. Il lavoro che stiamo facendo è molto». Nebiopoli non va in vacanza e i prossimi mesi daranno frenetici in vista della Sagra del Borgo, dove Nebiopoli (con il Gruppo capannone-carri di Carnevale) gestirà uno spazio e presenterà tutti i dettagli del programma. Programma che, rispondendo alle richieste di Municipio e popolazione, includerà anche il martedì grasso.


L’interesse c’è

Archiviata, a marzo, l’edizione 2019, il comitato presieduto da Alessandro Gazzani non si è fermato un attimo, a partire dalla ricerca di «qualche franco in più di sponsor da investire nel programma» per invitare a Chiasso qualche «nome interessante». Le riunioni con il Municipio di Chiasso sono costanti. «L’esecutivo è informato sull’avanzamento del progetto – spiega il presidente –. Abbiamo il loro sostegno e appoggio anche perché quello che stiamo cercando di sviluppare è una sinergia verso le varie particolarità di Chiasso». L’intenzione è infatti quella di far partire il corteo serale delle guggen da piazza Elvezia, coinvolgendo quindi anche la zona sud di Corso San Gottardo. «Dappertutto non possiamo arrivare – commenta Gazzani – ma aumentiamo i punti della cittadina coinvolti nella festa». Nelle prossime settimane verrà convocato un incontro con commercianti ed esercenti «per spiegare loro cosa succederà in quei giorni, cosa vorremmo facessero e come portare avanti il progetto di Chiasso cittadella del Carnevale: confidiamo sin da subito nella loro collaborazione e adesione». Adesione che sta già arrivando da carri, gruppi e guggen che, nel corso di un sondaggio svolto con le iscrizioni all’ultimo corteo, si sono detti favorevoli a sfilare il sabato pomeriggio a Chiasso. Quello del 2020 sarà, lo ricordiamo, il 60esimo corteo mascherato Nebiopoli a circuito chiuso. «L’interesse c’è – continua il presidente del Nebiopoli –. Lo dimostra anche il fatto che a un incontro che avremo in settimana si sono iscritti anche gruppi che non hanno mai partecipato al nostro corteo».


Collaborazioni cantonali

Il Carnevale di Chiasso sta guardando anche oltre i confini comunali e le collaborazioni cantonali saranno più importanti. «Nelle ultime settimane, su invito del presidente del Rabadan Flavio Petraglio, che ringrazio, abbiamo avuto un incontro tra i principali carnevali del cantone durante il quale abbiamo deciso di collaborare su una serie di aspetti – spiega Gazzani –. Ci si è infatti resi conto che tra i principali attori non c’è molta discussione ed è peccato, perché ognuno prende delle decisioni che possono essere male interpretate dagli altri perché non si è in grado di comprendere le varie problematiche di ogni singola realtà». Dopo questo incontro è stato deciso di fondare «un gruppo di lavoro che si riunirà almeno un paio di volte all’anno per discutere sui temi principali». Una delle varie sottocommissioni di lavoro, anticipa Gazzani, «si occuperà della gestione dei rifiuti, un problema comune a tutti». Come auspicato da gruppi e carristi, ci sarà inoltre «molta più collaborazione tra i vari club di Carnevale, per avere una gestione più uniforme delle manifestazioni e dei cortei». Gazzani ha accolto con interesse questa modalità di lavoro. «Si poteva pensare che qualcuno storcesse il naso per la nostra decisione di anticipare le date, ma abbiamo appurato che non è così – conclude il presidente del Nebiopoli –. Sono molto fiducioso sul fatto che nei prossimi anni potremo gestire situazioni diverse».

 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved