Pablo Gianinazzi
Mendrisiotto
12.08.2015 - 16:570
Aggiornamento : 11.12.2017 - 18:13

Confine, torna attrattivo il 'pieno' svizzero

Il pendolarismo del pieno sembrava un capitolo chiuso, una storia giunta alla parola fine. Ma così, a quanto pare, proprio non è. Infatti, per gli automobilisti lombardi della fascia di confine è tornato ad essere conveniente fare il pieno di benzina in Ticino, dopo che la forbice fra i due prezzi si è sensibilmente allargata. Questo considerato che il prezzo medio a Chiasso, effettuato il cambio per l’Italia, è di 1 euro e 30 al litro, mentre a Como, oscilla fra 1,58 e 1,75 euro a seconda delle compagnie petrolifere. Insomma, una differenza media attorno a 30 centesimi di euro, che per un pieno di 40 litri si traduce in un risparmio di 12 euro. Ed è proprio questo risparmio il motivo per cui molti automobilisti fanno la coda agli uffici comunali per attivare la carta sconto benzina, considerato poi che lo sconto è flessibile per cui i due prezzi si equivalgono. Per i non fortunati, ovvero quelli che non abitano entro 20 chilometri dal confine, un viaggio a Chiasso, può quindi tornare utile.

© Regiopress, All rights reserved