10.11.2022 - 22:04
Aggiornamento: 23:35

Aeroporto di Agno, il Plr vuole vederci chiaro

Depositata un’interpellanza al Municipio di Lugano per conoscere nel dettaglio le intenzioni della Città

a cura di Red.Lugano
aeroporto-di-agno-il-plr-vuole-vederci-chiaro
Ti-Press

"Il Gruppo Plr in Consiglio comunale, consapevole dell’importanza strategica dell’aeroporto di Lugano per il futuro della nostra città, ritiene che sia giunto il momento di chiarire definitivamente la posizione del Municipio in questa fase, necessariamente, transitoria". Si esprime così il Gruppo in accompagnamento a un’interpellanza. I liberali-radicali vogliono vederci chiaro su diversi punti, ovvero "la sostenibilità economica prima dell’affidamento della struttura ai privati, le procedure di sicurezza, il rinnovo della concessione dell’Ufficio federale dell’aviazione civile (Ufac) che scadrà già nel 2026, l’aggiornamento del Piano settoriale dell’infrastruttura aeronautica (Psia), il futuro degli hangar e il coinvolgimento dei privati che, da quanto è stato comunicato, dovrebbe avvenire al più tardi entro la fine del 2023".

Il Psia è di competenza della Confederazione e definisce, fra le altre cose, le condizioni quadro per quanto concerne lo sviluppo operativo delle infrastrutture aeronautiche. Nell’interpellanza si chiede se il Municipio ha effettivamente deciso di aggiornarlo e "che ne sarà dell’obbligo di ammettere utenti affinché l’aeroporto di Lugano-Agno possa continuare a essere considerato e ad avere lo statuto di aerodromo regionale pubblico". Riguardo alla concessione rilasciata alla Città di Lugano dall’Ufac, il Gruppo Plr chiede quali passi si stiano intraprendendo per il rinnovo e se c’è il rischio che l’aeroporto venga declassato a campo d’aviazione.

Sul tema sicurezza, invece, nell’interpellanza si tratta in particolare del sistema di avvicinamento e si chiede quale sia stato scelto e quali siano i tempi e i costi per la realizzazione. Sul fronte degli hangar si chiedono dettagli sulla realizzazione di quelli nuovi e per quali motivi non si è optato per sfruttare le soluzioni esistenti. Riguardo ai risultati d’esercizio, si chiede al Municipio se i rendimenti positivi registrati tengano conto di tutte le spese generate dall’aeroporto. Ultimo punto: il coinvolgimento dei privati. Riguardo a ciò vengono chieste informazioni sulla procedura per il passaggio a privati delle attività di gestione, dunque se verrà mantenuta o annullata e quali sono gli scenari previsti.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved