20.09.2022 - 15:55
Aggiornamento: 19:37

L’Ideatorio riparte e riapre a divertimento e scoperte

A Cadro tornano le attività del servizio di promozione della cultura scientifica dell’Usi

l-ideatorio-riparte-e-riapre-a-divertimento-e-scoperte
Ti-Press
La mostra ‘Le molte facce del contagio’ realizzata con la collaborazione de L’Ideatorio

Ha riaperto L’ideatorio, il servizio di promozione della cultura scientifica dell’Università della Svizzera italiana, con una ampia offerta di iniziative. Tra le novità della sede di Cadro, una nuova proiezione al planetario astronomico intitolata "Oh, sole mio!", uno spazio dedicato alla creatività con proposte periodiche dove poter dar sfogo al proprio ingegno, uno spazio dedicato ai suoni e numerose proposte tra corsi ed eventi pensati per le famiglie e il grande pubblico. Sarà inoltre possibile continuare a giocare con la matematica all’esposizione "Diamo i numeri". Tra galassie, nebulose, rompicapo matematici, giochi, libri e creazioni ingegnose, armati di fantasia i visitatori possono trascorrere un pomeriggio di divertimento e scoperta alla ricerca di quel senso del mistero che, come diceva Einstein, contraddistingue ogni esperienza umana. Orari: L’ideatorio di Cadro è aperto durante la settimana alle scuole (previa prenotazione) e i sabati e le domeniche pomeriggio dalle 14 alle 18 al pubblico.

Le iniziative non si limitano alla sola sede di Cadro: diversi eventi saranno infatti offerti su tutto il territorio ticinese. Fra questi, l’esposizione "Le molte facce del contagio" realizzata da L’ideatorio in collaborazione con l’Irb e la Fondazione Sasso Corbaro, attualmente aperta a Castelgrande fino al 6 novembre, sarà presentata, a partire da gennaio 2023, presso Villa Ciani a Lugano. Ulteriori informazioni sul sito: www.ideatorio.usi.ch.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved