08.09.2022 - 16:33
Aggiornamento: 17:01

L’ex maestro di Montagnola davanti alla Corte di appello

Mauro Brocchi, già sindaco del quartiere oggi di Collina d’Oro, dopo la condanna in Pretura penale e il successivo ricorso tornerà in aula il 21 ottobre

l-ex-maestro-di-montagnola-davanti-alla-corte-di-appello
Ti-Press
Sono trascorsi ormai 8 anni

Tornerà in aula venerdì 21 ottobre alle 9.30 l’ex maestro e già sindaco di Montagnola Mauro Brocchi, denunciato da alcune famiglie per essere stato protagonista, nel 2014, di casi di maltrattamenti verso i suoi giovanissimi allievi di scuola elementare, un comportamento non confacente al suo ruolo testimoniato anche in anni precedenti. Dopo la condanna alla Pretura penale di Bellinzona, nell’autunno del 2019, il dibattimento, dopo il ricorso avanzato dall’ex insegnante, si terrà nell’aula del Pretorio di Locarno davanti alla Corte di appello e revisione penale.

In aula saranno chiamati, oltre all’ex insegnante, oggi 66enne, e al suo difensore, l’avvocato Yasar Ravi, gli accusatori privati e la patrocinatrice, l’avvocato Isabel Schweri. Il pretore Siro Quadri, lo ricordiamo, gli aveva inflitto 60 aliquote da 190 franchi (sospese) e una multa di 2’000 franchi. Era il 27 ottobre 2014 quando sei mamme lo incolpano di aver maltrattato i loro bambini. Dopo aver rigettato un decreto d‘accusa, l’ex docente compare in aula una prima volta nel settembre 2017. Qui, nel tentativo di negare fatti e testimonianze, gioca con le parole: ‘Non urlavo ma parlavo ad alta voce’, ‘non legavo le alunne ma le infiocchettavo’, ‘non li picchiavo ma toccavo’. Il pretore rinvia l’atto d’accusa al Ministero pubblico per ulteriori accertamenti. Brocchi peraltro è recidivo, nel 2013 il Tribunale cantonale amministrativo gli infligge una multa per fatti analoghi.

Leggi anche:

Mauro Brocchi resta dov'è (per ora)

Il maestro di Montagnola ancora in attesa del suo... giudizio

Caso Brocchi: ‘Quegli alunni in pericolo’

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved