tpl-guarda-al-futuro-e-a-una-linea-completamente-elettrica
archivio Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
1 ora

Sul lago di Lugano sarà un’estate green

Dal 1° luglio al 28 agosto, dal venerdì alla domenica, ci sarà un E-Vedetta Tour a bordo dell’imbarcazione divenuta 100% elettrica nel 2016
Ticino
1 ora

Impennata di contagi in Ticino: 1’888 in otto giorni

Coronavirus, si conferma la tendenza in aumento del numero di casi e delle persone ospedalizzate. Tre i decessi segnalati
Mendrisiotto
1 ora

‘Nulla da dichiarare’. Ma spunta un ‘panetto’ di cocaina

Fermata una donna tedesca al valico autostradale di Chiasso-Brogeda, mentre cercava di entrare in Italia con un chilo di sostanza stupefacente
Locarnese
2 ore

Losone, canto in cerchio Open Circlesongs

Spettacolo domani sera alla fabbrica. Anche il pubblico potrà unirsi a questa improvvisazione canora collettiva
Locarnese
2 ore

Le Fart inaugurano il nuovo ufficio accoglienza e biglietteria

Situato a Sant’Antonio, al pian terreno della sede principale, aprirà al pubblico mercoledì prossimo
Luganese
2 ore

Patriziato di Torricella-Taverne in festa

L’evento è in programma domenica 3 luglio alla Cappella delle Torrette. La barriera della strada dei monti rimarrà aperta.
Locarnese
2 ore

Bosco Bolla Grande, interventi forestali urgenti

Scattano lunedì i lavori selvicolturali necessari per garantire la sicurezza dell’area cittadina duramente toccata dal nubifragio del 5 giugno
Ticino
2 ore

Scuola Club Migros, saltano le sedi di Locarno e Mendrisio

Nell’ambito della riorganizzazione della divisione formazione della Fcm in Svizzera chiuderanno sette centri. Due in Ticino
22.06.2022 - 15:31
Aggiornamento: 24.06.2022 - 18:19

Tpl guarda al futuro e a una linea completamente elettrica

Gli azionisti si sono riuniti in assemblea per approvare i conti e gettare le basi per i nuovi importanti sviluppi

Il 2021 della Trasporti pubblici luganesi Sa (Tpl) è stato caratterizzato dall’incertezza generata dai colpi di coda della pandemia, ma ha anche dato segnali di ripresa e posto le basi per nuovi e importanti sviluppi. Quanto vissuto dall’azienda è stato ripercorso questa mattina a Savosa, nel corso dell’assemblea generale degli azionisti presieduta dal presidente Filippo Lombardi.

Il bus elettrico piace

Nel suo intervento, il direttore Roberto Ferroni ha confermato con soddisfazione la perfetta riuscita della prova del bus elettrico sulla linea 5, che non solo ha superato le aspettative dal profilo tecnico, ma che ha pure trovato pieno sostegno ed entusiasmo degli stakeholder e soprattutto dell’utenza. Il potenziamento del trasporto pubblico su scala cantonale ha comportato per Tpl una revisione delle proprie esigenze operative, concretizzatesi in nuove assunzioni, nuovi veicoli (9 articolati) e un nuovo deposito per il rimessaggio di questi ultimi, a poche centinaia di metri dalla sede aziendale. Passando ai numeri, nonostante i suoi alti e bassi il 2021 ha dato nuovamente ossigeno al settore e di riflesso anche all’azienda: il numero complessivo di passeggeri della Tpl è stato di 12’304’400, il 24,4% in più rispetto al 2020; le oscillazioni della pandemia che hanno interessato la prima parte dell’anno, hanno fatto sì che la ripresa auspicata avvenisse in maniera significativa soltanto a partire da agosto, ciò che ha permesso di avvicinarsi ai livelli pre-pandemici (2019) con uno scarto residuo di circa il 10%. Scarto che, ha fatto sapere il direttore, ha portato un disavanzo d’esercizio pari a 1’600’880,54, ma grazie allo scioglimento di riserve latenti disposto dall’Uft è stato possibile compensare e giungere a una chiusura complessiva aziendale di 599’119,46 franchi.

L’importanza di sinergie e collaborazioni

Parlando di sfide e progetti per i prossimi anni, il presidente Lombardi ha richiamato il tema delle sinergie e delle collaborazioni, in particolare con le altre imprese operanti nel comprensorio, nell’ottica di favorire una semplificazione del panorama del trasporto pubblico a vantaggio dell’utenza e della committenza. Lombardi si è chinato anche sul tema della sostenibilità, per il quale ha confermato nutrire da sempre una certa sensibilità personale. Dopo anni di studi e ricerche, grazie all’innovazione continua sono state finalmente trovate soluzioni concretamente applicabili, per le quali il Cda si è già espresso favorevolmente. Alla realizzazione di una linea completamente elettrica a Lugano non resta ora che la garanzia di copertura del progetto in termini finanziari da parte della committenza, che permetta di compiere il primo passo verso il futuro.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
assemblea filippo lombardi lugano roberto ferroni tpl
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved