verso-un-attivita-venatoria-regolamentata-ogni-tre-anni
Ti-Press
Cinghiali, ma non solo
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
5 min

Contagi, ospedalizzati e pazienti in cure intensive in calo

Buone nuove nelle ultime 24 ore sul fronte coronavirus in Ticino. Dove per il terzo giorno consecutivo non si registrano decessi
Luganese
49 min

‘La massa critica per riportare i tifosi a Cornaredo c’è’

Con Roberto Badaracco, vicesindaco di Lugano, ripercorriamo le vicissitudini che hanno caratterizzato l’ultimo anno dell’Fc Lugano
Bellinzonese
1 ora

Il Social Truck cerca nuovi partner per aiutare ancora i giovani

Il servizio offerto ai ragazzi di Bellinzona necessita di nuovi fondi visto che a settembre finiranno i sussidi della Confederazione
Gallery
Locarnese
2 ore

Violento incendio in un appartamento in via San Jorio

Vasto dispiegamento di pompieri a Locarno: palazzina evacuata. Due persone intossicate e un ferito portati all’ospedale per le cure del caso
Locarnese
5 ore

‘Non rissa, ma aggressione. Dobbiamo dire basta tutti insieme’

Festa liceale interrotta, parla la vittima: ‘Quei violenti venivano da fuori. Cercavano solo un pretesto per attaccar briga. Le istituzioni reagiscano’
Ticino
5 ore

Un Arcobaleno per ogni deputato? ‘Il santo non vale la candela’

L’iniziativa di Ermotti-Lepori e Berardi (Ppd) per favorire l’uso del trasporto pubblico non convince a Commissione parlamentare ‘Costituzione e leggi’
Ticino
5 ore

‘Chi propone la polizia unica non conosce la realtà ticinese’

Felice Dafond, Associazione dei comuni: non ci sono motivi per rivedere l’organizzazione attuale, le polcom garantiscono la sicurezza di prossimità
Grigioni
13 ore

San Vittore: audit esterno e querele archiviate dalla Procura

Coira ha firmato due Decreti d’abbandono per la sindaca e un membro della Gestione denunciatisi a vicenda. Istituto analizzerà l’Amministrazione comunale
Mendrisiotto
14 ore

Eventi a Mendrisio, la Lista civica vuole la distinta

Il gruppo interroga la Città in nome della trasparenza. Alla lente società e contributi a fronte dell’ipotesi di tagliare mezzo milione
Ticino
14 ore

Il Conservatorio: ‘Formazione musicale, la politica ora agisca’

Nel Rapporto 2021 il direttore Brenner a 10 anni dal voto popolare ‘bacchetta’ per i ritardi. Medici: ‘Offriamo un’educazione di alta valenza formativa’
Mendrisiotto
15 ore

Uno scippo e poche rapine, ma più sfratti e atti giudiziari

La sicurezza tiene nella Regione I di Polizia nel Sud del Mendrisiotto. A mettere a dura prova i cittadini sono le difficoltà effetto della pandemia
Mendrisiotto
15 ore

Mendrisio, 45 consiglieri comunali bastano

Il gruppo Lega-Udc rilancia, per la terza volta, la mozione che chiede di abbattere il numero di membri del legislativo e delle commissioni
Ticino
15 ore

Capanne pronte ad accogliere gli escursionisti

L’offerta della Federazione alpinistica ticinese si è arricchita di altri ottanta posti letto
Ticino
16 ore

Il turismo rallenta, ma l’estate sarà ottima

Difficilmente si replicherà la stagione dello scorso anno, ma le prospettive restano positive per gli operatori del settore
15.05.2022 - 00:27
Aggiornamento : 15:46

Verso un’attività venatoria regolamentata ogni tre anni

Si fanno più ‘collaborativi’ i rapporti fra la Federazione cacciatori ticinesi e l’Ufficio cantonale caccia e pesca

di Malva Cometta

I rapporti tra la Federazione cacciatori ticinesi e l’Ufficio caccia e pesca possono riconsiderarsi sereni. A creare un clima maggiormente collaborativo anche la proposta da parte del Cantone di regolamentare ogni tre anni, e non più annualmente dunque, l’attività venatoria. Per la tarda stagione di caccia autunnale, per cominciare, le due entità hanno stabilito piani d’abbattimento del cervo tenendo conto della presenza sul territorio dei grandi predatori, in particolare dei branchi di lupi consolidati e del loro influsso sulla selvaggina, garantendo un monitoraggio attivo. All’assemblea dei delegati tenutasi sabato a Cadro, grazie all’organizzazione della Società cacciatori del Pairolo e con la presenza della presidente del Gran Consiglio Luigina La Mantia, si è espresso a riguardo del lupo anche il municipale Tiziano Galeazzi, chiamando a intervenire le autorità cantonali: «Governo, se ci sei batti un colpo! Siamo minacciati da un problema che potrebbe diventare quello dei cinghiali a Roma; quindi, dobbiamo salvaguardare i nostri alpigiani. L’Udc, come gruppo parlamentare, ha presentato un’interpellanza urgente che verrà, mi auguro, discussa entro la fine del mese di maggio. Ho visto che anche il Plr ha preso posizione».

Forti di duemila soci

Durante l’assemblea sono stati toccati diversi argomenti fra cui il rinnovo del Comitato centrale che giunge alla scadenza del primo quadriennio dopo la riorganizzazione dello stesso. Fabio Regazzi, presidente della Federazione da undici anni, ha accettato di assumere un ultimo mandato, rimanendo così a capo di oltre 2’000 soci. «Ho ritenuto che per il bene della Federazione la soluzione migliore fosse quella di privilegiare la continuità – ha spiegato – ed è per questo motivo che ho confermato la mia disponibilità per un ultimo mandato. Non è stata una scelta facile: se lo faccio è solo per la grande passione e l’attaccamento che nutro verso la nostra amata Federazione e perché sono convinto che con il sostegno dei colleghi di comitato abbiamo fatto un buon lavoro nell’interesse della caccia e dei cacciatori che merita di essere portato avanti».

Impegno a favore dell’ambiente

«Sono convinto che le azioni delle società di caccia dei distretti della Federazione siano sempre più importanti nel contesto che stiamo vivendo, un contesto in rapido cambiamento – ha evidenziato Michele Bertini, presidente del giorno –. Il nostro impegno associativo non deve essere solo a tutela dei nostri interessi, ma siamo anche un imprescindibile strumento di informazione, divulgazione e sensibilizzazione circa il ruolo dei cacciatori e di come viene vissuta la nostra comune passione».

A questo proposito, Enzo Barenco, responsabile dell’area Gestione del territorio, non ha mancato di evidenziare come «tutte le società e i distretti si impegnino a favore dell’ambiente. Le azioni legate alla cura e alla salvaguardia del territorio sono forse le uniche iniziative promosse dal mondo venatorio a destare un certo interesse e a raccogliere consensi dall’opinione pubblica». Anche Marco Viglezio, vicepresidente e incaricato dell’area Gestione venatoria, esprime l’attenzione dei cacciatori ticinesi nei confronti dell’ambiente: «Ci siamo impegnati per una corretta gestione, nel senso biologico e dunque secondo criteri scientifici, della selvaggina, così da creare migliori condizioni per i cacciatori e nel contempo del controllo della selvaggina stessa».

Rivoluzione nella formazione

«In questi anni è avvenuta una vera e propria rivoluzione nell’ambito della formazione – ha indicato il responsabile Davide Corti –. Questo è avvenuto grazie all’adozione del nuovo manuale d’istruzione uniformato. Oggi si studia e si insegna sulla base di un testo ideato a livello svizzero e con un compendio creato esclusivamente per il Canton Ticino. Quest’anno sono stati 92 i candidati presenti all’esame scritto per l’ottenimento della patente di caccia. Gli esami orali si svolgeranno invece dal 30 maggio al 7 giugno alla presenza di 18 esaminatori».

Peste suina africana

Per i cacciatori ticinesi urge anche un’attenzione particolare alla problematica della peste suina africana, particolarmente pericolosa per cinghiali e maiali. In Germania e in Italia si sono già registrati capi di cinghiali infetti. La Federazione cantonale consiglia quindi di evitare importazioni di carne dalle zone colpite, di non gettare rifiuti di carne nell’ambiente e di segnalare ai guardiacaccia e al veterinario cantonale qualora si trovassero dei cinghiali morti o carcasse nel bosco.

Le date fra ‘alta’ e ‘bassa’

La stagione della caccia si avvicina e il calendario venatorio è pronto: dal 3 al 17 settembre e dal 23 al 27 settembre è aperta per cervi e cinghiali, dal 3 al 15 settembre per camosci e caprioli. Le date di caccia alla marmotta sono invece ancora da definire, mentre la caccia bassa si terrà dal 16 al 30 novembre.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved