26.04.2022 - 16:36
Aggiornamento: 28.04.2022 - 17:40

Tisana, l’Acsi: sugli acquisti non esiste diritto di revoca

Il monito dell’Associazione consumatrici e consumatori della Svizzera italiana sugli acquisti in fiere ed esposizioni

tisana-l-acsi-sugli-acquisti-non-esiste-diritto-di-revoca
Ti-Press
Per acquisti consapevoli

Negli acquisti nel corso di fiere ed esposizioni non esiste diritto di revoca. Lo evidenzia in un comunicato stampa l’Acsi, Associazione consumatrici e consumatori della Svizzera italiana. Con l’apertura il 28 aprile a Lugano di Tisana, il sodalizio "ricorda che in questo genere di manifestazioni i consumatori che acquistano un articolo o firmano un contratto non hanno diritto di ritornare sulla loro decisione. Acquisti e contratti sono definitivi".

Chi compra o firma contratti non ha diritto di tornare sulla propria decisione

"Durante fiere ed esposizioni consumatrici e consumatori – osserva l’Acsi – si lasciano sedurre più facilmente dall’offerta abbondante o dall’abilità dei venditori e firmano con una certa leggerezza contratti per oggetti e prodotti di cui non hanno veramente bisogno o per i quali non hanno valutato attentamente le conseguenze finanziarie sul loro budget. Spesso questa leggerezza deriva dalla convinzione di poter ritornare sulle proprie decisioni. Purtroppo non è così. Gli art. 40a e seguenti del Codice delle obbligazioni che prevedono un diritto di revoca entro 14 giorni non si applicano ai contratti conclusi durante fiere ed esposizioni. I consumatori sono quindi impegnati in modo definitivo dalla loro firma o dal loro acquisto". L’Acsi raccomanda pertanto di "non lasciarsi impressionare da eventuali sconti concessi in caso di firma immediata" e consiglia ai consumatori di "riflettere e valutare attentamente prima di un acquisto che comporta una spesa importante e che potrebbe avere conseguenze sulla salute (prodotti non autorizzati o di dubbia provenienza)". L’associazione ricorda che il suo servizio "infoconsumi", aperto tutte le mattine dalle 8.30 alle 11.30, è in grado di fornire consulenze telefoniche (091 922 97 55 tasto 1) anche su questo tema.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved