20.04.2022 - 19:18
Aggiornamento: 25.04.2022 - 18:19

‘Se arriva Zelensky a Lugano la sicurezza sarà garantita?’

È quanto chiede un’interpellanza riguardante la ‘Conferenza annuale sulla riforma Ucraina’, dove potrebbe esserci anche il presidente ucraino

se-arriva-zelensky-a-lugano-la-sicurezza-sara-garantita
Ti-Press
Sara Beretta Piccoli, firmataria dell’interpellanza, non si dice comunque contraria all’evento

"Il 4 e 5 luglio si terrà a Lugano la ‘Conferenza annuale sulla riforma Ucraina’, con ospiti i delegati di 40 nazioni, Usa, Nato, Ue, Banca Mondiale, Fmi, incluso a
quanto pare, anche il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky". Parte da questa premessa l’interpellanza di Sara Beretta Piccoli indirizzata al Municipio. La consigliera comunale chiede se la sicurezza (di cittadini e turisti) sarà garantita visto che "l’evento porterà Lugano al centro dell’attenzione mediatica mondiale". Tra gli interrogativi legati all’Esecutivo si chiede anche se sono stati presi in considerazione eventuali attacchi terroristici o manifestazioni non autorizzate e se ci saranno zone ‘off-limits’ riguardanti il transito di pedoni, o veicoli. "Quali saranno le conseguenze per la popolazione, che si ritroverà suo malgrado a ospitare solo una delle entità coinvolte in questa terribile guerra?".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved