ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
2 ore

Alvad, ‘malumore generalizzato ma soffocato dalla Direzione’

Partendo da una durissima lettera di un “gruppo molto folto di collaboratori” al Dss, il deputato Mps Matteo Pronzini chiede lumi al governo
Bellinzonese
4 ore

Un successo a Lumino la prima serata del progetto Mèzanecc

Una trentina di giovani ha sfruttato la possibilità proposta dal Municipio di incontrarsi e praticare sport in palestra
Bellinzonese
4 ore

Un aiuto concreto grazie alla Fondazione Fondo Loris

Devoluti 15mila franchi per aiutare il giovane Luum Abraham ad acquistare un veicolo adeguatamente predisposto per facilitare i suoi spostamenti
Bellinzonese
4 ore

Cinquant’anni di cure domiciliari e Abad vuole ancora crescere

Roberto Mora, direttore dell’associazione bellinzonese, auspica che il servizio, che aiuta bisognosi e sgrava le famiglie, diventi ancora più capillare
Bellinzonese
5 ore

Bellinzona, ‘Natale in città e Mondiali in Qatar più ecologici’

Nella sua interrogazione a nome del gruppo Unità di Sinistra, Lisa Boscolo invita il Municipio a una riflessione più approfondita
Ticino
5 ore

Ottobre, cadono le foglie... ma non i radar

Puntuale come ogni venerdì, ecco la lista delle località nelle quali nel corso della prossima settimana verranno effettuati i controlli della velocità
Ticino
5 ore

Piricone nominata Sostituta magistrato dei minorenni supplente

Designata mercoledì dal Consiglio di Stato, permetterà di garantire l’operatività della Magistratura dei minorenni fino all’elezione del nuovo Sostituto
Mendrisiotto
6 ore

Scuole al voto a Breggia, nasce un Gruppo di sostegno

In vista del 30 ottobre sull’ampliamento del comparto scolastico di Lattecaldo si confronteranno referendisti (contrari) e favorevoli
Ticino
6 ore

Ecco la pagina web per i candidati alle elezioni cantonali 2023

Contiene le indicazioni sulle procedure da seguire per proporsi, ma anche su come esprimere il voto e la ripartizione dei seggi
28.03.2022 - 22:25
Aggiornamento: 29.03.2022 - 17:23

Molestie all’Unitas, la condanna di Io l’8 ogni giorno

Il collettivo esprime sdegno ‘per quanto emerso sulla gestione dei casi, sulla mancanza di protezione delle vittime, sui tentativi di insabbiare’

molestie-all-unitas-la-condanna-di-io-l-8-ogni-giorno
Ti-Press
Il caso non è chiuso

"Sdegno per quanto emerso sulla gestione dei casi, sulla mancanza di protezione delle vittime e sui tentativi ripetuti ancora oggi di sminuire, colpevolizzare e insabbiare. In questo Cantone si calpestano impunemente le normative, le responsabilità giuridiche, i diritti e la dignità delle donne e di tutte le vittime!". Dopo settimane di polemiche, sulla vicenda delle molestie all’Unitas si esprime ora il collettivo femminista Io l’8 ogni giorno, che in una nota condanna così quanto sin qui emerso.

‘Cultura sessista e patriarcale’

"Le statistiche, gli esempi, l’esperienza… tutto dimostra quanto enormemente siano ancora diffuse le molestie sessuali e psicologiche sul posto di lavoro, in tutti gli ambiti, a tutti i livelli gerarchici, sia nel settore pubblico che privato, in ambito associativo, sportivo, politico, …", evidenzia il sodalizio. "Nel nostro cantone come e più che altrove, ancora nel 2022 vige una cultura sessista che tollera, banalizza e permette molestie, discriminazioni e gravi violazioni dell’integrità fisica e psichica, innanzitutto delle donne". Il collettivo ricorda che Unitas stessa ha un regolamento interno contro gli abusi sul posto di lavoro, ma ciononostante si verificano episodi come quelli dei quali si parla nelle ultime settimane: "C’è una precisa e consapevole volontà di perpetrare una cultura sessista e patriarcale, evitando di agire e investire per alterare certi equilibri di potere patriarcale!"

‘Inaccettabile stigmatizzare le vittime’

Pertanto, "è offensivo e inaccettabile che esponenti delle autorità o delle direzioni stigmatizzino le coraggiose azioni delle vittime che riescono a denunciare quanto subito. A prescindere dallo scadere dei termini di prescrizione per procedimenti penali, e ignorando i tentativi arroganti e presuntuosi di nascondersi dietro a riformulazioni in "avvocatense" di quanto detto, fatto, segnalato". Unitas, ricordiamo, ha recentemente annunciato l’avvio di un’inchiesta interna con lo scopo di verificare le manchevolezze, avvalendosi della consulenza della stessa legale che aveva eseguito l’audit alla Rsi. Ma il collettivo è pessimista: "Ma abbiamo già visto in quel caso come è andata a finire... Anche per Unitas, prima ancora di affidare il mandato sono già state sancite le conclusioni: un caso isolato, ormai in prescrizione, ed è stata ‘colpa’ delle vittime non aver denunciato in polizia anni fa".

‘Urgono reazioni serie’

In conclusione, Io l’8 ogni giorno "solidarizza con chi ha subito e con chi ha segnalato, ma anche con chi tuttora subisce e (spesso) non ha neppure gli strumenti e le possibilità per segnalare gli abusi o almeno per chiedere e ottenere aiuto. Non si ripetano gli stessi orrori! Ne va della dignità delle vittime e della credibilità di tutta Unitas ma anche del Cantone che la finanzia! Urgono invece reazioni serie, indipendenti e competenti per offrire innanzitutto sostegno e accompagnamento alle vittime, ma anche misure di prevenzione efficaci e contromisure nei confronti del comitato".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved