ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
3 ore

A2, PoLuMe anche da Gentilino alla Vedeggio-Cassarate

L’Ustra conferma: in autostrada si potrà usare la terza corsia d’emergenza come ‘dinamica’ in caso di necessità fino a Lugano nord
Ticino
3 ore

Cantonali ’23, Andrea Giudici torna in pista. E lo fa con l’Udc

Deputato liberale radicale dal 2003 al 2019, l‘avvocato locarnese proverà a tornare in Gran Consiglio: ’I democentristi rappresentano meglio le mie idee’
VIDEO
Locarnese
3 ore

‘Non si può ammazzare una donna per un ciuffo di capelli’

Tre 18enni che frequentano il Liceo Papio hanno deciso di compiere un gesto simbolico a sostegno delle donne iraniane che lottano per i propri diritti
Bellinzonese
12 ore

‘Hanno dato il massimo ma sono stati travolti da una tempesta’

La difesa dei vertici della casa anziani di Sementina chiede l’assoluzione contestando anche le direttive di Merlani. Morisoli: ‘Fatto il possibile’
Ticino
12 ore

Targhe, il governo rilancia con 2 proposte. Dal Centro nuovo No

Il Consiglio di Stato tende la mano con delle alternative di calcolo. Gli iniziativisti non ci stanno, la sinistra sì. Ognuno per la sua strada, ancora
Ticino
12 ore

‘Polizia unica? Sfruttiamo le potenzialità del sistema attuale’

Fsfp in assemblea. E sul delicato e controverso dossier si attende che la politica decida.‘Venga però sentita anche la nostra Federazione’
Luganese
13 ore

La proposta: due vie a senso unico a Cassarate

In un’interrogazione, la consigliera comunale Lara Olgiati (Plr) ritiene che la modifica viaria delle vie Pico e Vicari migliorerebbe traffico e sicurezza
24.03.2022 - 10:52
Aggiornamento: 25.03.2022 - 10:04

Bici a Lugano: parte la nuova campagna di sensibilizzazione

L’azione di quest’anno verterà molto anche sulla percezione di sicurezza che i conducenti delle due ruote spesso considerano carente in città

bici-a-lugano-parte-la-nuova-campagna-di-sensibilizzazione
Ti-Press
Regole da rispettare

Prevenzione, ma non solo. Si presenta con un abito parzialmente rinnovato la nuova campagna ‘OK VELO’ della Polizia della Città di Lugano che, in collaborazione con il Touring Club Svizzero (Tcs), è in partenza ed è rivolta come sempre alla sicurezza dei conducenti di velocipedi e ciclomotori e monopattini elettrici. In particolare, ci si rivolge a coloro che li utilizzano impropriamente nelle aree destinate al traffico pedonale. Gli agenti constatano infatti che molti di questi conducenti circolano sui marciapiedi e nella zona pedonale nonostante la loro circolazione non sia ammessa e, questo fatto, oltre a essere molesto per i pedoni, pone un concreto problema di sicurezza.

Possibilità di un corso Tcs

"Intervistati sulle ragioni del loro circolare illecito sui marciapiedi – si legge in una nota diffusa dalla Polcom –, più volte i conducenti di questi mezzi affermano di non sentirsi sicuri nel circolare regolarmente sulla strada. Questa percezione di pericolo è emersa anche in un sondaggio voluto dal Municipio per tastare il polso della popolazione su diversi temi in vista del nuovo Piano direttore". Pertanto, quest’anno la campagna punterà anche a fornire ai conducenti gli strumenti per aumentare la propria sicurezza, grazie alla messa in campo di un corso di formazione del Tcs finanziato dalla Polizia di Lugano.

La campagna sarà svolta in tre fasi. La fase di sensibilizzazione, che durerà fino all’8 aprile, con dei posti di controllo nelle zone cittadine in cui si constatano frequentemente le infrazioni. Gli agenti di quartiere controlleranno lo stato tecnico dei veicoli a due ruote e informeranno ed educheranno i conducenti riguardo alle norme della circolazione che li riguardano. Offriranno quindi l’opportunità di iscriversi al corso gratuito sulla sicurezza. Seguirà poi la fase di formazione per i conducenti di biciclette ed e-bike, sabato 9 e domenica 10 aprile, al Centro Tcs di Rivera. È già possibile annunciare una richiesta d’iscrizione anche all’indirizzo e-mail: polizia@lugano.ch, con nome, cognome, indirizzo, data di nascita, telefono, indirizzo e-mail e giorno/ora del corso richiesto. I posti sono aperti ai soli domiciliati a Lugano e saranno assegnati fino ad esaurimento dei posti liberi. I partecipanti dovranno portare al corso la propria bicicletta o e-bike. Infine, la fase di applicazione della legge, dall’11 aprile in seguito. Senza più alcun preavviso, saranno effettuati nuovamente dei controlli e per le infrazioni constatate saranno avviate le debite procedure di contravvenzione.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved