val-mara-c-e-entusiasmo-siamo-pronti-a-partire
Ti-Press
Da sinistra, Riccardo Costantini, sindaco di Rovio; Jean-Claude Binaghi, sindaco di Maroggia e Daniele Maffei, sindaco di Melano,
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
1 ora

Piogge torrenziali, grandine e forte vento sul Ticino

Allarme di intensità ‘rossa’ per le prossime ore in alcune regioni a ridosso del confine con l’Italia
Bellinzonese
1 ora

Il temporale lascia ‘muto’ internet a Gudo

Ha provocato qualche disagio il fronte di maltempo che nella notte ha attraversato il nostro cantone
Ticino
1 ora

Guasto tecnico alla linea Flüelen-Biasca, treni soppressi

Interrotto fino almeno a mezzogiorno il traffico ferroviario da e per il Ticino lungo il Gottardo. Mattinata di perturbazioni
Luganese
3 ore

Lidi e piscine nel Sottoceneri: dov’è l’acqua più ‘salata’?

Famiglie, persone in Avs, studenti: quanto pagano per una giornata di tuffi? Dall’economica Riva San Vitale alla chic Riva Caccia, viaggio fra le tariffe
Ticino
3 ore

‘Due milioni di franchi per proteggere gli allevamenti dal lupo’

Li chiede al Cantone una mozione di Gardenghi (Verdi), firmata anche dal Ps. Donati (Protezione dai grandi predatori): ‘Non servono soldi, ma meno lupi’
Bellinzonese
3 ore

Ricca offerta culturale del Centro Pro Natura Lucomagno

La rinnovata infrastruttura di Acquacalda proporrà delle escursioni guidate nella regione e delle colonie estive
Locarnese
10 ore

Quasi 6mila franchi, il debito pro capite della Città di Locarno

Il Consiglio comunale ha approvato il consuntivo 2021: pesante deficit di 5’428’560 franchi e capitale proprio abbassato da 11,3 a circa 5,8 milioni.
Bellinzonese
13 ore

Manupia in concerto alla Spiaggetta di Arbedo-Castione

La collaudata coverband ticinese si esibirà alle 21
Locarnese
13 ore

Formazza-Rovana, sul confine i lupi uccidono un vitello

All’alpe di Cravariola azzannato a morte un bovino. I cani mettono in fuga i due predatori. Anche il vescovo emerito da Mogno difende la pastorizia
Ticino
13 ore

Polizia unica, Dafond in commissione: demolendo non si migliora

Il presidente dell’Associazione comuni (Act) in audizione alla ‘Giustizia e diritti’ ribadisce: ‘Prossimità, le polcomunali hanno un ruolo fondamentale’
Bellinzonese
14 ore

Abusò del figlio e di altri bambini, 4 anni e 6 mesi di carcere

Condannato un uomo sulla settantina: tra le mura di casa ha approfittato di una dozzina di ragazzini, la maggior parte durante sedute di massaggi
Bellinzonese
14 ore

Porte aperte al Teatro Sociale di Bellinzona

Durante l’estate, per cinque sabati, in concomitanza con il mercato cittadino, sarà possibile visitare la struttura dalle 10 alle 13
Bellinzonese
14 ore

Per valorizzare le ‘Ville’ della Val Malvaglia

Il Cantone ha promosso un incontro con le autorità federali in modo da assicurare le opere di recupero e trasformazione della regione
Locarnese
14 ore

Il BaseCamp 2022 del Festival si terrà alle Elementari di Losone

Il Comune ha confermato che l’Istituto scolastico accoglierà dal 3 al 13 agosto i giovani che nel 2019 e nel 2021 si erano ritrovati all’ex caserma
Bellinzonese
15 ore

Introduzione dei 30 km/h sulla strada principale a Daro

Il progetto, in pubblicazione fino al 29 agosto, ha lo scopo di migliorare la sicurezza dei pedoni e in particolare del percorso casa-scuola
Locarnese
15 ore

Locarno, Colonia estiva aperta ai Comuni

Al Parco della Pace cinque pomeriggi di animazione con ‘Tutti al circo’, rivolti ai bambini dai 5 ai 12 anni
Ticino
15 ore

Como, il neosindaco: salto di qualità dell’elettorato

Le prime dichiarazioni di Alessandro Rapinese dopo la sua elezione a primo cittadino. Quando scrisse di multe non pagate e di ‘precisetti elvetici’
08.03.2022 - 13:45
Aggiornamento: 16:10

Val Mara, ‘C’è entusiasmo, siamo pronti a partire’

In vista delle prime elezioni comunali il 10 aprile, il gruppo di coordinamento dell’aggregazione ha tracciato obiettivi e novità del Comune unico

Uniti ed entusiasti. In vista delle prime elezioni comunali, il prossimo 10 aprile, che designeranno i nomi dei 7 municipali e dei 30 consiglieri comunali alla guida del nuovo Comune unico di Val Mara – risultato del matrimonio fra Maroggia, Melano e Rovio –, stamane il gruppo di coordinamento dell’aggregazione ha presentato il lungo lavoro di avvicinamento in corso dal 2018, indicando obiettivi, strategie e i servizi per la popolazione.

Il sindaco di Rovio, Riccardo Costantini ha indicato le tappe principali. Il 18 maggio 2020 la votazione consultiva ha dato un esito chiaro: l’aggregazione è stata accolta dal 59% dei votanti. E nel giugno 2021 il governo ha approvato la procedura. Arogno, come noto, non ha approvato la fusione e non sarà dunque della partita. Val Mara beneficerà di 0,3 milioni di aiuti cantonali e di 1,2 milioni per aiuti d’interesse regionale. Tiziana Cappelli, coordinatrice dell’aggregazione, ha spiegato il processo che ha condotto fin qui: «La popolazione è stata informata passo per passo, si è lavorato in anticipo per far trovare tutti i servizi pronti. Un sito web dedicato e bollettini informativi, nonché bacheche comunali, dove ogni abitante in anonimato ha potuto esprimere dubbi, idee, suggerimenti».

Il sindaco di Melano, Daniele Maffei ha assicurato: «È stato un lavoro di gruppo». «Una elevata soddisfazione ha prevalso tra il personale. L’organigramma dei dipendenti è stato presentato di concerto fra i tre Comuni che avranno un unico sistema informatico gestionale» – ha evidenziato dal canto suo, il segretario comunale di Melano, Abramo Civatti (che sarà anche il futuro segretario comunale di Val Mara). Fino al 2022 le contabilità rimarranno separate, solo dal 2023 convergeranno.

Finanze solide, moltiplicatore massimo dell’85% ‘ma si spera inferiore’

Il sindaco di Maroggia, Jean Claude Binaghi, ha sottolineato come si intende «garantire i servizi in termini di efficacia e di efficienza. Tutti i posti di lavoro vengono mantenuti, anzi c’è una nuova assunzione. C’è motivazione e una squadra che vuole collaborare». Angelo Bianchi, consulente finanziario, ha assicurato che nei due anni di pandemia i tre Comuni hanno accumulato avanzi di esercizio piuttosto importanti e un capitale proprio vicino ai 10 milioni di franchi. Il gettito fiscale è attorno ai 10 milioni; l’autofinanziamento 2021 è indicato in 2 milioni. «Dunque l’ottica degli investimenti futuri è ottimistica. Un Comune che oggi presenta un debito pro capite inferiore ai 2mila franchi (la media cantonale è di 5mila franchi)». Il moltiplicatore d’imposta? Tecnicamente le tre contabilità rimarranno separate con i loro reciproci moltiplicatori per un anno, per quanto attiene ai bilanci 2022. Il moltiplicatore auspicato per Val Mara è dell’80% e comunque inferiore all’85%. «Le basi finanziarie sono solide e dunque non si teme un aumento del carico fiscale». E in tema di Piani regolatori? «La situazione è in divenire e una revisione sarà presa dai nuovi politici eletti» – è stato indicato.

Melano sarà la sede politica di Val Mara. Ciascuno de tre quartieri manterrà in sede un servizio: «A Melano rimarranno i servizi di amministrazione generale, Municipio e Consiglio comunale; Rovio sarà sede dei servizi finanziari; Maroggia dell’Ufficio tecnico. Tutti e tre i quartieri avranno sportelli multifunzionali» – ha spiegato la segretaria comunale di Maroggia, Bianca Bottinelli.

Cuore pulsante, il nuovo Ufficio cultura, turismo e comunicazione

Le basi legali comunali sono pure state tracciate, con regolamento comunale e regolamento organico dei dipendenti approvati. Fin da subito Val Mara ha voluto creare un Ufficio cultura, turismo e comunicazione (attivo da un anno) – è stato sottolineato – e che comprende nuovo sito internet (accessibile da oggi), una comunicazione interna e verso l’esterno, informazioni riguardanti sport, natura e territorio, eventi, arte e cultura. «Il nuovo Ufficio indica il segno di una società attiva. Non deve essere, Val Mara, un Comune dormitorio. Il nuovo Ufficio creerà unione e valorizzerà il suo territorio: attività legate al lago, su, su fino alla vetta del Monte Generoso. Sogniamo un Comune a misura di famiglia, attività per i nostri figli, pre e dopo scuola, mense più estese, magari l’idea di un preasilo e attività per i nostri nonni. Vogliamo un Comune attrattivo a livello turistico, anche di turisti della regione».

La responsabile della comunicazione di Val Mara Barbara Fontana ha spiegato le peculiarità del nuovo sito internet, che vuole essere innovativo e dinamico. «Non c’è ancora uno stemma del Comune di Val Mara e quando lo avremo comparirà sul sito internet. Nel sito compariranno anche messaggi municipali e pagine dedicate con fotografie. Molta importanza sarà data pure allo sportello online. Anche una newsletter sarà attivata. Val Mara inoltre è su Instagram. Non saranno comunque dimenticati la comunicazione cartacea e l’albo comunale, che rimane la versione ufficiale di informazione alla popolazione (i tre quartieri manterranno il proprio albo comunale)». Già approntate, intanto, le prossime manifestazioni e proposte ricreative e sportive, fra cui il 18 giugno una maratona di calcio.

Il 10 aprile si vota. In corsa 22 candidati per il Municipio e 81 per il Consiglio comunale

«Il gruppo di lavoro auspica una grande partecipazione al voto, perché i quartieri siano equamente rappresentati e si abbia un occhio vigile e si assicurino i servizi per tutti i quartieri» – ha detto il sindaco di Maroggia, Jean-Claude Binaghi. Presto gli abitanti riceveranno il materiale di voto. Quattro le liste in corsa: 22 municipali (si ripresentano i sindaci di Maroggia e Melano, non quello di Rovio) e 81 consiglieri comunali. La legislatura sarà breve, durerà fino al 2024. Ma la passione politica si sta facendo palpabile.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
aggregazione elezioni comunali maroggia melano rovio val mara
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved