ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
33 min

Si torna a fare il pieno in Ticino

Prezzi benzina: dopo il taglio delle accise in Italia, i frontalieri, e non solo loro, riappaiono nei distributori al di qua del confine
Luganese
38 min

Bioggio, scontro tra due auto alla rotonda

Un ferito leggero e ingenti danni materiali ai due veicoli coinvolti il bilancio del sinistro tra via Strada Regina e via Longa
Luganese
52 min

Ricerca di persona sopra Caslano, operazione conclusa

Nelle ricognizioni era stata impegnata la Rega, intervenuta anche con un elicottero con termocamera e visore notturno
Locarnese
55 min

Corsi 2023 dell’Associazione per l’infanzia e la gioventù

Nella sede di Locarno, tedesco e inglese. Ma anche tutoring per dislessia e discalculia
Locarnese
1 ora

Scuola medico-tecnica a Locarno, pomeriggio informativo

Per aspiranti assistenti di studio medico o studio veterinario e per i futuri guardiani di animali
Grigioni
1 ora

Il Parco Val Calanca è realtà

Le assemblee comunali di Rossa, Calanca, Buseno e Santa Maria hanno detto di sì con rispettivamente il 100%, il 76%, il 90% e il 100% dei voti
Bellinzonese
2 ore

‘L’unico neo di una tre-giorni riuscita’

L’alterco della serata d’apertura non rovina i bagordi carnascialeschi di Cadenazzo. Bottinelli: ‘Pienone nella ‘replica’, andata liscia come l’olio’
Gordola
2 ore

Aumentare i contributi per gli abbonamenti ai trasporti pubblici

Una mozione per chiedere al Municipio d’introdurre un regolamento con sussidi dal 20 al 50 per cento
Mendrisiotto
3 ore

Torna il corso per giovani tiratori dell’Aurora Stabio

Si svolgerà in marzo a Maroggia, per i ragazzi nati fra il 2003 e il 2008, il 7 febbraio una serata informativa
Bellinzonese
4 ore

La cultura previene o alimenta le violenze fondate sul genere?

A queste e altre domande si cercherà di dare risposta lunedì 30 gennaio alle 19.45 alla Scuola Media Bellinzona 1
Luganese
5 ore

Persona dispersa sul Monte Sassalto, sopra Caslano

Le operazioni di ricerca sono scattate nella serata di ieri. Impegnata la Rega, prima con il visore notturno e poi in volo a vista
03.03.2022 - 18:53
Aggiornamento: 20:02

La disdetta del Ccl di Scudo: ‘Migliori condizioni al personale’

Presidente e vicepresidente annunciano adeguamenti, favorevoli ai dipendenti, verso la scala salariale in vigore alla Lugano istituti sociali

la-disdetta-del-ccl-di-scudo-migliori-condizioni-al-personale
Ti-Press/Archivio
Un’immagine dell’inaugurazione sottosede Servizio di cure a domicilio del luganese (Scudo)

«Abbiamo disdetto il Contratto collettivo di lavoro (Ccl) perché desideriamo agire in autonomia, come nel 2015. Dopo i contrasti, con i sindacati siamo rimasti in buoni rapporti, visto che tutto il personale ha poi sottoscritto il Ccl proposto». Sergio Macchi, presidente del comitato del Servizio di cure a domicilio del luganese (Scudo), non usa giri di parole per spiegare la revoca del Ccl annunciata per la fine dell’anno in corso. Una disdetta per la quale è scattata l’interrogazione presentata al Municipio di Lugano. «Non siamo sotto tutela, i sindacati sono stati anche informati che dobbiamo modificare i regolamenti per adeguarli ai cambiamenti di legge introdotti, ma soprattutto vogliamo anche migliorare la situazione dei nostri collaboratori. Uno delle questioni da valutare è relativa all’integrazione di Scudo con Lugano istituti sociali (Lis), perlomeno a livello di scala salariale. Poi vogliamo approfondire altri aspetti del Ccl. Quando ci saremo fatti un’idea, vedremo come procedere». Si spiega così la perizia esterna affidata a uno studio legale decisa dal comitato di Scudo. Sullo sfondo c’è l’interesse reciproco di poter collaborare usando il personale sia per il Lis che per Scudo, quando c’è la necessità di uno dei due servizi. Il problema è che vigono due diversi regolamenti e altrettanti sistemi di retribuzione.

Le condizioni salariali dei dipendenti di Scudo non potranno che beneficiarne, sottolinea Lorenzo Quadri, titolare del Dicastero Formazione, sostegno e socialità di Lugano e vicepresidente del comitato di Scudo. «Si tratterà di adeguare, in senso migliorativo, il contratto dei collaboratori di Scudo, visto che il regolamento in vigore per il Lis, approvato dal Consiglio comunale, è decisamente più interessante. La disdetta è stata intimata con 11 mesi di anticipo proprio per avere il tempo di arrivare con proposte. Non è mai stata intenzione del comitato di Scudo di peggiorare le condizioni contrattuali del personale». Non solo. «Le attuali condizioni del contratto andavano comunque riviste per adeguarle alle nuove normative federali entrate in vigore, relative ai congedi maternità e paternità, che il Ccl attuale non considera. Perciò, alla luce della collaborazione fra Lis e Scudo, che è un progetto in linea con quanto indica la pianificazione cantonale del settore anziani 2020-2030, recentemente avallata dal Gran Consiglio, si vogliono incentivare le reti integrate. In sostanza, si tratterà di fare un paragone fra il Ccl di Scudo e il regolamento di Lis. Oltretutto, il comitato si accolla un onere per fare un ulteriore passo a favore dei collaboratori. Di questo, i sindacati dovrebbero essere contenti», aggiunge il vicepresidente del comitato di Scudo. In vista di possibili scambi di personale, non si può e non si vuole avere una differenza consistente della scala salariale. In concreto, i contratti dei due enti si dovrebbero perlomeno assomigliare.

Dal canto suo, il sindacalista della Vpod e consigliere comunale socialista di Lugano, Raoul Ghisletta, contattato da ‘laRegione’ prima dei vertici di Scudo, dichiara di avere poche informazioni in merito alla disdetta: «Alla nostra richiesta di avere un incontro, il comitato di Scudo ha risposto di aver chiesto un parere legale esterno e che forse ci contatteranno». Alla luce di questa scarsa chiarezza e agli scontri, risalenti a diversi anni fa, fra comitato di Scudo e parti sociali, un’assemblea del personale è convocata lunedì 7 marzo alle 18.30 alla sede dell’Ocst di via Balestra a Lugano.

Leggi anche:

Scudo, disdetta del contratto collettivo ‘senza discussione’

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved