VAN Canucks
1
STL Blues
3
fine
(1-1 : 0-2 : 0-0)
un-filtro-mangia-covid-a-morcote
Luganese
14.01.2022 - 15:290
Aggiornamento : 17.01.2022 - 22:04

Un filtro mangia-Covid a Morcote

Eliminerebbe il 99% del virus nel giro di un’ora. È stato posizionato nella sala Maspoli

a cura de laRegione

Un’ora di tempo e il Covid se ne va, almeno dall’aria del salone, anche se l’eliminazione non è totale e fermo restando che le normali misure di protezione rimangono fondamentali per evitare il contagio. Queste le prestazioni di un apparecchio, dispositivo certificato dall’Institut für Energie-und Umwelttechnik e.V. (Iuta) installato dal Comune di Morcote nel locale utilizzato, tra gli altri, dai bambini delle scuole. Il filtro in questione, comunica il Municipio, già installato in diversi istituti scolastici, per esempio nel Canton Turgovia, è stato posizionato nella Sala Maspoli, il locale multifunzionale che ospita sia la mensa per i 32 bimbi che frequentano la scuola primaria e la scuola materna, sia il dopo-scuola nonché altre riunioni e attività. Jürg Schwerzmann, capodicastero Sicurezza del Municipio di Morcote così commenta il nuovo acquisto in un comunicato stampa: “Siamo molto soddisfatti di aver installato questo nuovo purificatore d’aria a tutela della salute dei nostri bambini e di tutti i morcotesi” e continua: “Dopo aver valutato attentamente le molteplici soluzioni proposte da varie aziende per ridurre la carica virale del virus negli ambienti chiusi e dopo aver preso in esame le certificazioni di questo filtro e i benefici in termini di riduzione dei contagi che diversi istituti in Svizzera interna stanno ottenendo, abbiamo scelto di installarlo durante le festività natalizie nella nostra Sala Maspoli in modo tale da averlo in funzione fin dal ritorno dei bambini dalle vacanze invernali”. “Nel nostro piccolo vogliamo contribuire il più possibile alla riduzione del virus e, proprio per questo motivo, stiamo prenderemo in esame la possibilità di aggiungere nuovi dispositivi in altre aree comuni”.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved