ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
1 ora

Fra i 17 e i 27 milioni per la nuova piscina di Trevano

La notizia è trapelata a margine dell’assemblea dell’Ente regionale di sviluppo del Luganese. Passi in avanti per il Parco regionale del Camoghè.
Mendrisiotto
3 ore

Un territorio raccontato attraverso tredici storie di vita

Le conversazioni del poeta Massimo Daviddi e i ritratti del fotografo Aldo Balmelli in un libro che restituisce lo sguardo dei protagonisti
Ticino
5 ore

Tetto ai premi di cassa malati, Carobbio: ‘Grave non parlarne’

Per la consigliera agli Stati il ‘no’ all’entrata in materia è ‘un brutto segnale’. Chiesa: ‘rifiutiamo il principio, e per il Ticino cambierebbe poco’
Luganese
5 ore

Le oasi di Vezia, idee per un paese più visibile

Dai luoghi di aggregazione a piccole aree di ristoro, molte le proposte pervenute dalla cittadinanza
Luganese
6 ore

Lugano, il futuro del fiume Cassarate passa dal Liceo 1

Per la riqualifica un’inedita collaborazione fra Dipartimento del territorio e ragazzi dell’istituto scolastico, fra nuovi accessi e un percorso didattico
Ticino
6 ore

Vigilanza sulla Procura federale, proposta Fiorenza Bergomi

La Commissione giudiziaria sottopone le proprie indicazioni all’Assemblea federale in vista delle nomine in programma per il 14 dicembre
Ticino
6 ore

Targhe, Dadò: ‘Colpa del governo’. Gobbi: ‘Sei in malafede’

Caos imposta di circolazione, dopo il ritiro dei decreti da parte del Consiglio di Stato è botta e risposta al fulmicotone, tra accuse e puntualizzazioni
15.12.2021 - 14:51
Aggiornamento: 17:29

Turismo, Massimo Boni sarà direttore al posto di Stella

Il Cda di Lugano Region ha scelto all’unanimità, dopo la selezione della cinquantina di candidature giunte in risposta al concorso pubblico

turismo-massimo-boni-sara-direttore-al-posto-di-stella
Massimo Boni

Sarà Massimo Boni a prendere il posto di Alessandro Stella, direttore di Lugano Region, l’ente turistico luganese. Lo ha nominato ieri sera il Consiglio di amministrazione dell’Ente turistico del Luganese (Otrl). Il presidente, Bruno Lepori, ha presentato al Cda i lavori della Commissione cerca, a cui era stato affidato il compito di seguire la selezione, dopo aver indetto un concorso pubblico, chiusosi lo scorso 24 settembre. La selezione è stata seguita da una primaria società locale specializzata nella consulenza aziendale per le risorse umane. Alla chiusura del concorso sono pervenute una cinquantina di candidature. Al termine di un accurato lavoro di valutazione delle candidature e ai colloqui svolti, di concerto con la Commissione cerca, sono stati individuati tre finalisti, sottoposti in seguito a un assessment. Tutti e tre i finalisti sono stati ritenuti molto validi. Il Cda, dopo la discussione, ha nominato all’unanimità il nuovo direttore, che entrerà formalmente in carica a inizio aprile 2022 e prenderà il posto di Alessandro Stella che lascerà l’incarico per il meritato pensionamento.

Il nuovo direttore di Lugano Region sarà Massimo Boni, 44 anni, laureato in Marketing e Comunicazione all’Università della Svizzera italiana, in aggiunta a diversi corsi di formazione e aggiornamenti. Egli vanta oltre 15 anni di esperienza nel settore turistico, viaggi e media a livello nazionale e internazionale in qualità di Senior Sales, Marketing & Communication Manager. Massimo Boni, luganese, ha maturato diverse importanti esperienze di cui, negli ultimi cinque anni in qualità di direttore vendite per l’Ente del turismo Engadina, ha curato con successo il marchio St. Moritz e sviluppato mercati come Italia, Germania, Usa, Cina, India e Brasile. Attualmente è consulente per diverse realtà nel settore turistico, comunicazione e aziendale, tra cui Svizzera Turismo. Boni in questi anni di carriera ha una comprovata esperienza per quanto riguarda piani di sviluppo e strategia di marketing e vendita, in particolare per lo sviluppo del mercato e la creazione di nuovi prodotti, acquisendo nuovi target e nuovi mercati, occupandosi di pianificazione e organizzazione, gestendo gruppi di lavoro multidisciplinari, grandi eventi, business plan e analisi. Completano il suo profilo, oltre all’aspetto creativo e dinamico, l’ottima conoscenza del contesto economico e sociale del cantone, Luganese in particolare, il forte attaccamento al territorio, la capacità di visione strategica locale e internazionale.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved