comunita-familiare-si-regala-memo-pictor-gioco-di-memoria
Ti-Press
Il memory per tutti!
09.12.2021 - 16:41
Aggiornamento : 17:10

Comunità familiare si regala Memo Pictor, gioco di memoria

In occasione del cinquantesimo di fondazione, realizzata un’attività ludica con le immagini del lockdown pandemico create da Fiorenza Casanova

In occasione dei suoi 50 anni di attività, Comunità familiare ha deciso di realizzare un gioco di memoria, il Memo Pictor, con le immagini tratte dal libro “Lockdown Adriano” disegnate su tablet dall’artista Fiorenza Casanova in una sua corrispondenza durante l’emergenza sanitaria che ha interessato il Ticino (oltre che tutto il nostro pianeta). Per sottolineare il giubileo dell’associazione, bambini, ragazzi ed educatori del Foyer Casa di Pictor hanno scelto una cinquantina di immagini tra le 169 proposte: 50 immagini per 50 anni di attività a favore delle persone.

Il Centro educativo per minorenni (Cem) Foyer Casa di Pictor è una comunità educativa con sede a Mendrisio che accoglie bambini e giovani che, per svariati motivi, non possono vivere nella loro famiglia. Ha iniziato la sua attività nel 1980, prendendo il nome da un personaggio inventato da Hermann Hesse nel racconto “Favola d’amore”, ed è uno dei servizi attraverso cui Comunità familiare risponde ai bisogni della società ticinese e in particolare dei minorenni e delle famiglie in difficoltà. L’affido residenziale a Casa di Pictor ha lo scopo di assicurare a bambine e bambini, ragazze e ragazzi, un luogo sereno e protetto entro cui, attraverso un progetto educativo individualizzato, possano esprimere tutte le loro potenzialità.

Creatrice delle immagini è stata, come detto, Fiorenza Casanova. L’artista, che vive e lavora a Ligornetto, si è diplomata in grafica a Lugano e in Art&Design al Goldsmiths College di Londra, ed è stata “Fellow in visual arts” alla Fondazione Bogliasco - Centro Studi Ligure per le Arti e le Lettere. La sua attività artistica comprende acquarelli, acrilici, mosaici, sculture e decorazioni d’ambiente. Espone regolarmente e dal 1994 si dedica anche all’illustrazione e alla letteratura per l’infanzia, curando una ventina di libri pubblicati sia in Svizzera sia in Italia. Nel 2005 ha fondato la casa editrice dino&pulcino con la quale è stato realizzato il Memo Pictor, stampato e assemblato dalla tipografia Stucchi di Mendrisio. Acquistando il gioco, prodotto in edizione limitata, si contribuisce a finanziare l’attività del Foyer Casa di Pictor. Per averlo si può contattare l’associazione all’indirizzo e-mail segretariato@comfamiliare.org o telefonicamente allo 091 923 30 94.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved