superfici-a-uso-ufficio-in-discesa-libera-nel-sottoceneri
Ti-Press
Più lavoro, meno uffici
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
5 ore

Lega dei Ticinesi, Consiglio esecutivo al completo

Agli eletti in Cds e al Nazionale, si aggiungono Sabrina Aldi, Massimiliano Robbiani, Patrizio Farei e Alessandro Mazzoleni
Locarnese
8 ore

Gordola, ‘Littering: quando si passerà dalle parole ai fatti?’

Con un’interrogazione al Municipio, il Plr chiede se quanto pianificato per combattere il fenomeno sia stato attuato, altrimenti quando
Ticino
8 ore

Referendum sulla giustizia, votano anche gli italiani all’estero

Il plico con il materiale di voto arriverà per posta entro il 25 maggio a tutti gli iscritti alle anagrafi consolari
Ticino
8 ore

È attivo il Centro tumori cutanei complessi dell’Eoc

Il cancro della pelle è in costante aumento in tutto il mondo. Diagnosi e cura sono ora più efficaci e i tassi di mortalità in calo
Ticino
8 ore

Il futuro energetico al centro dell’assemblea dei fiduciari

I lavori inizieranno domani alle 16 presso Villa Negroni di Vezia, sede dell’istituto di formazione professionale del settore
Locarnese
9 ore

Orselina, i maggiorenni festeggiati dal Municipio

Dopo due anni di attesa, l’esecutivo ha potuto tornare a omaggiare i 18enni del Comune con una visita alla Madonna del Sasso
Luganese
9 ore

Il tempo libero lungo la Tresa

Analizzato da uno studio della Supsi, presentazione a Ponte Tresa
Locarnese
9 ore

Verzasca e Piano, torna la rassegna gastronomica

Dallo scorso 20 maggio, è partita la manifestazione mangereccia dedicata a prodotti locali e piatti della tradizione. Coinvolti undici ristoranti.
08.12.2021 - 16:18
Aggiornamento : 19:17

Superfici ‘a uso ufficio’ in discesa libera nel Sottoceneri

Flessione del 23% a Lugano sulla scia del calo dell’occupazione nei rami dell’informatica e della consulenza, e del 29% a Mendrisio

Ats, a cura de laRegione

Nonostante il telelavoro la domanda di uffici sta tenendo meglio del previsto in Svizzera e una volta archiviati alcuni trimestri difficili tornerà a lungo termine ad aumentare, spinta dalla digitalizzazione: lo sostiene uno studio pubblicato da Credit Suisse. Il Ticino e i Grigioni sono però in controtendenza, con un forte calo previsto a Lugano. Mentre a Londra o a New York gli annunci di superfici in affitto sono aumentati vertiginosamente sulla scia della crisi del coronavirus, in Svizzera il tasso di disponibilità di uffici nel secondo trimestre 2021 ha registrato solo un aumento moderato rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, passando dal 5,5% al 5,8%.

Gli investitori si mostrano comunque molto cauti: sulla base delle licenze edilizie, la futura attività di costruzione di uffici registrerà a livello nazionale ancora un 17% in meno rispetto al valore medio di lungo termine, con una flessione marcata soprattutto nei grandi centri. Nei prossimi anni la domanda di superfici probabilmente risentirà del fatto che sempre più aziende, anche una volta passata la pandemia, consentiranno ai loro collaboratori di lavorare parzialmente da casa. Gli economisti di Credit Suisse ritengono che a medio termine il telelavoro comporterà una diminuzione del fabbisogno di superfici a uso ufficio di circa il 15%.

Diversa è però la situazione sul lungo periodo: la crescita dell’occupazione, unita alla crescente digitalizzazione di tutti i settori della vita e del lavoro, contribuisce ad aumentare in tutti i campi la percentuale dei dipendenti con un impiego in ufficio. Negli anni dal 2000 al 2019 in Svizzera la quota media relativa agli uffici è salita dal 34 al 45%: secondo il modello realizzato da Credit Suisse fino al 2060 dovrebbe continuare a crescere, salendo fino al 60%. Con il tempo, questo effetto dovrebbe quindi sovrapporsi alla tendenza opposta dell’home office. Nell’immediato ci sarà però da soffrire, nell’ottica dei proprietari di stabili: gli esperti prevedono un nuovo aumento dell’offerta, soprattutto per le superfici di grandi dimensioni e periferiche. Crescerà quindi lo sfitto e vi sarà una persistente pressione sui canoni di locazione.

Inoltre quello che vale per l’insieme della Svizzera non è per forza vero anche a livello regionale. Nelle mappe pubblicate tutti i distretti ticinesi e grigionesi presentano una tonalità cromatica di blu, che segnala un calo delle superfici a uso ufficio fra il 2019 e il 2060. Per il Ticino vengono espressamente citati singolarmente i casi di Lugano, dove gli esperti si aspettano una flessione del 23% sulla scia del calo dell’occupazione nei rami dell’informatica e della consulenza, nonché di Mendrisio, che dovrebbe vedere una contrazione del 29%. Nei Grigioni particolarmente sotto pressione appaiono la regione dello Schanfigg (-31%) e il Prättigau (Prettigovia, -24%).

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
credit suisse home office lugano mendrisio sfitto studio uffici
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved