casa-lavoro-in-bici-bilancio-positivo-a-lugano
Ti-Press
Aumentano le due ruote
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
39 min

Gambarogno, 83enne disperso nelle acque del lago

L’uomo, un confederato, si era tuffato per una nuotata ma non è più riemerso. Partito dal Porto patriziale di Ascona, aveva ‘toccato’ alcune imbarcazioni
Bellinzonese
1 ora

Bennato e tanta buona musica allo Spartyto di Biasca

Tre serate intense il 25, 26 e 27 agosto in Piazza Centrale per la 32esima scoppiettante edizione
Bellinzonese
2 ore

Vacanze costose e beni di lusso con i guadagni della cocaina

Condannato a 4 anni e 3 mesi (più l’espulsione dalla Svizzera) un 35enne recidivo e reo confesso. La Corte: ‘Prognosi nefasta’
Locarnese
2 ore

Orselina, Silvan Zingg al Parco

Il grande pianista svizzero, re del Boogie Woogie e del Blues, sarà di scena mercoledì
Locarnese
2 ore

Onsernone, da mezzo secolo senza mai perdere ‘LaVoce’

Compie 50 anni il semestrale (un tempo bimestrale) della locale Pro; una rivista cartacea nata per parlare di territorio e offrire spunti di riflessione
Luganese
2 ore

Pregassona, tanta frutta e verdura agli orti condivisi

Le cassette messe a disposizione dall’Associazione Amélie hanno dato, nel vero senso della parola, i loro frutti. Purtroppo ci sono stati anche dei furti.
Luganese
3 ore

Hangar malmesso ad Agno, scatta l’interpellanza

Sara Beretta Piccoli, alla luce del rischio di rilascio di amianto nella struttura aeroportuale (lato fiume), chiede lumi al Municipio
Luganese
3 ore

Muzzano, prima tappa di Miss Tap Model

Sabato 20 agosto avrà luogo la manifestazione al Ristorante Tcs Vedeggio. Durante la serata ci sarà musica e intrattenimento
Ticino
3 ore

A Ferragosto il sole brucia, il radar pure

Puntuale come ogni venerdì, ecco la lista delle località nelle quali nel corso della prossima settimana verranno effettuati controlli della velocità
Luganese
3 ore

Cantoreggi, l’Appello conferma la condanna di primo grado

Pensione La Santa, la corte di secondo grado infligge 4 anni e tre mesi di carcere all’austriaco, per lesioni, omicidio colposo e omissione di soccorso
25.11.2021 - 17:40
Aggiornamento: 19:18

Casa-lavoro in bici, bilancio positivo a Lugano

Il progetto pilota di mobilità aziendale ripagato in Bikecoin avviato lo scorso giugno sta dando buoni frutti. La classifica delle aziende più attive

Il bilancio? Positivo. La Città di Lugano fa il punto sul progetto pilota – una prima in Svizzera – avviato lo scorso giugno e volto a incentivare l’utilizzo della bicicletta per i tragitti casa-lavoro. Andando al lavoro in bicicletta i collaboratori delle aziende aderenti all’iniziativa hanno potuto accumulare Bikecoin, arrivando a guadagnare fino a 300 franchi. In totale, nel periodo giugno-ottobre, sono stati percorsi e tracciati con l’app 60’000 chilometri che corrispondono a 800mila Bikecoin.

Un lavoratore su tre lavora a soli 3 chilometri da casa

Bikecoin nasce come misura del Piano comprensoriale di mobilità aziendale di Lugano Centro, da cui è emerso che un terzo dei lavoratori del comparto abita in un raggio di 3 km dalla propria sede di lavoro, “ma solo il 3% di loro, prima della pandemia, sceglieva la bicicletta per recarsi al lavoro” – si evidenzia in un comunicato stampa. Ebbene, tramite l’app di gestione e promozione della mobilità aziendale Mobalt di Mobitrends Sa, i partecipanti hanno tracciato i propri percorsi, raccogliendo Bikecoin in base al numero di tragitti e ai chilometri effettuati in bicicletta che sono stati validati dal software. L’impegno è stato stimolato dalla competizione nelle classifiche aziendali e interaziendali, così come dagli incentivi concessi dalle aziende ai propri collaboratori (es. rimborsi in busta paga fino a 60 franchi, buoni pranzo o buoni acquisto). Frenata inizialmente dalle misure di contenimento della pandemia (es. telelavoro obbligatorio), l’adesione al progetto è cresciuta nel corso dei mesi, con il coinvolgimento anche di aziende fuori dai confini della città di Lugano. Complessivamente, a fine ottobre erano 300 i collaboratori di 19 aziende, di cui 13 di Lugano, che hanno percorso circa 60’000 chilometri per un totale di 800’000 Bikecoin. Restando nei confini cittadini, l’Amministrazione comunale della Città è l’azienda che ha raccolto il numero maggiore di Bikecoin, seguita da Rsi, Ospedale regionale di Lugano e AIL. Commisurando la raccolta di Bikecoin al numero di collaboratori e collaboratrici, per contro, a prevalere sono state le aziende di dimensioni più ridotte, quali Lemanik Invest Sa, Croce Verde Lugano e Kellerhals Carrard Sa. Un sondaggio tra i partecipanti ha permesso di rilevare che il 17% dei partecipanti in precedenza utilizzava esclusivamente l’auto o la moto e che il 40% di loro ha aumentato la frequenza dei percorsi in bicicletta. “Questo consente di stimare – osserva la Città – che i chilometri percorsi in bicicletta hanno permesso un risparmio di 2-3 tonnellate di CO2, pari all’assorbimento annuo di CO2 di ca. 200 alberi. A stimolare la partecipazione all’iniziativa sono state in particolare le motivazioni di carattere ambientale e legate alla salute, nonché la sfida con sé stessi e gli incentivi monetari. Sul progetto pilota Bikecoin i partecipanti hanno riferito che grazie a Bikecoin è aumentato il loro benessere fisico e mentale, portando alcuni di essi a iniziare ad andare in bicicletta anche con la pioggia. Ben il 97% dei partecipanti parteciperebbe a una nuova edizione di Bikecoin, di cui 4 su 5 pedalerebbero durante tutto l’anno, seppur un 19% auspica un incentivo maggiore per affrontare l’inverno. I risultati positivi conseguiti – conclude la Città – inducono a insistere con la proposizione del programma d’incentivazione Bikecoin, valutando anche soluzioni d’incentivi misti tra Comuni e aziende. All’orizzonte sono in via di definizione diversi nuovi progetti per il 2022.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
bikecoins casa-lavoro lugano
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved