ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
1 min

Obesità infantile, serata di sensibilizzazione per i genitori

La propone il Centro Oto-logopedico dell’Istituto Sant’Eugenio il 13 ottobre alle 19.45 in Via al Sasso 1. Posti limitati, iscrizioni entro il 12 ottobre
Mendrisiotto
5 min

Riva San Vitale sensibilizza sul risparmio energetico

Il Municipio non rinuncerà a organizzare, nei mesi di novembre e dicembre, alcuni eventi tradizionali
Luganese
12 min

Nell’hangar di Agno ‘non c’è presenza di amianto’

Lo spiega il Municipio di Lugano, interrogato da Sara Beretta Piccoli. La struttura è stata oggetto di perizia nel 2014.
Locarnese
13 min

Pranzo e tombola Atte ogni giovedì

Proseguono gli appuntamenti proposti dall’Associazione ticinese terza età, che propone anche gite e corsi di interesse vario per le persone in Avs
Locarnese
17 min

Fescta di castegn in quel di Vairano

Domenica 9 ottobre il bar sarà in funzione dalle 11. Alle 12.15 maccheronata e dalle 13.30 castagne, vermicelles e dolci fatti in casa
Locarnese
21 min

Visita alla scoperta della Collezione Ghisla

Un tour condotto dal proprietario in persona è in programma domenica 9 ottobre, alle 16. Visitabile la mostra temporanea d’autunno di Andrea Mariconti
Locarnese
26 min

Moghegno, castagne... a tutta birra

Sabato 8 ottobre verrà presentata, alle 11.30, la “Bira di Baröi”. Da mezzogiorno grigliata, musica con i Trii Bütt, giochi in piazza e tanto altro
Locarnese
34 min

Castagnata con la Pro Minusio in zona Rivapiana-Portigon

Le caldarroste saranno distribuite dalle 15 e ad allietare la manifestazione (che sarà annullata in caso di cattivo tempo) vi sarà un gruppo musicale.
Locarnese
41 min

Essere adolescenti nell’epoca della fragilità adulta

La clinica Santa Croce di Orselina propone una conferenza sul tema giovedì 13 ottobre dalle 18 nella Sala dei congressi di Muralto
Locarnese
56 min

‘Ascona è un Comune ricco, abbassiamo il moltiplicatore’

Lo chiede, per andare incontro ai cittadini già confrontati con crisi energetica e aumento dei premi delle casse malati, il gruppo Lega/Udc/Indipendenti
Mendrisiotto
1 ora

Mendrisio, la Giornata internazionale della salute mentale

In vista del 10 ottobre, arriva la presa di posizione congiunta di Supsi, Osc, Pro Mente Sana e Club ’74
Ticino
1 ora

Lascia il vescovo Lazzeri? Due nomi per la gestione pro tempore

Il capo della Curia di Lugano sarebbe prossimo a dimettersi. Farine e De Raemy in lizza per l’amministrazione in attesa della designazione del successore
Mendrisiotto
1 ora

La Sagra della castagna riparte ‘con il botto’

A Morbio Superiore sono pronti ad accogliere l’edizione numero 43 della manifestazione, che torna alla normalità
Mendrisiotto
3 ore

Mendrisio ritrova la ‘sua’ Fiera di San Martino

Da giovedì 10 a domenica 13 sui prati attorno alla chiesetta si rinnoverà l’incontro con il mondo agricolo
Mendrisiotto
3 ore

Disturbi dell’apprendimento, conferenza a Riva San Vitale

L’appuntamento è per mercoledì 19 ottobre nell’aula magna dello Steger Center Viginia Tech
Luganese
3 ore

‘Cambiare il sistema di nomina per i direttori delle scuole’

È quanto chiede, con un’interpellanza al Governo, l’Mps dopo l’arresto per atti sessuali con fanciulli del direttore di una scuola media di Lugano
Locarnese
3 ore

Locarno, la Mappo-Morettina chiusa di notte per lavori

Gli interventi di manutenzione degli impianti elettromeccanici si protrarranno da lunedì prossimo al 28 ottobre. Traffico deviato sulle cantonali
Luganese
4 ore

‘Lugano città universitaria?’, se ne parla in una conferenza

L’evento promosso da Lugano Forum 2030 è in programma lunedì 17 ottobre al palazzo dei Congressi
Mendrisiotto
4 ore

Risparmio energetico, ‘come si sta organizzando Mendrisio?’

Il consigliere comunale Massimiliano Robbiani (Lega-Udc-Udf) interroga il Municipio e lamenta il ritardo nell’annunciare le misure
Luganese
4 ore

Lugano, si misurano pressione e glicemia

Il controllo, gratuito, è organizzato dalla sezione del Sottoceneri della Croce Rossa Svizzera
laR
 
16.11.2021 - 05:30
Aggiornamento: 08:51

A Lugano gli affitti sono sempre più cari, ma in regalo

Diversi annunci propongono mensilità gratuite o buoni trasloco ai nuovi inquilini. ‘Una gara per emergere tra le tante offerte’.

a-lugano-gli-affitti-sono-sempre-piu-cari-ma-in-regalo
Lo sfitto abbonda (Archivio Ti-Press)

“Vado a vivere da solo, ho preso un appartamento”. “Figo! Quanto paghi d’affitto?”, “1200 franchi, parcheggio incluso”. “Ti sei fatto regalare qualche mese?”, “no, perché?”. “Se chiedevi almeno il primo mese te lo concedevano secondo me, conosco tanta gente che l’ha fatto”, “allora ci provo, non sarebbe male. Così mi pago il salotto nuovo". Discorso tra due giovani al bar. Ubriachi? No, quello degli affitti gratuiti ai nuovi inquilini da parte dei locatori è una pratica piuttosto presente in Ticino. Basta infatti andare a farsi un rapido giro sui vari portali di annunci immobiliari per imbattersi in offerte come: “Lugano, 3,5 locali a pochi passi dal centro città. Primo affitto gratuito”. Oppure, “appartamento a pochi passi dalla stazione di Chiasso. Per chi stipula un contratto di almeno due anni, il primo mese è gratis!”. Resta però complicato dare una dimensione al fenomeno, come spiega a ‘laRegione’ il manager della comunicazione di ‘Homegate.ch’ Fabian Korn: «È difficile sapere se si può parlare davvero di un fenomeno. In ogni caso alcuni indicatori importanti ci sono».

‘Locatori sempre più creativi’

Uno dei dati a cui fa riferimento Korn è la durata delle inserzioni, decisamente più alta in Ticino rispetto alle altre regioni della Svizzera. Nel nostro cantone un annuncio restava pubblicato, secondo i dati forniti dal ‘Swiss real estate institute’, in media per 63 giorni nel 2019 e per 57 nel 2020. A titolo di paragone: nel canton Zugo i giorni erano 16 (2019) e 12 (2020), mentre in Vallese 37 e 40. «Fondamentalmente i locatari diventano sempre più creativi quando le loro proprietà risultano difficili da vendere o affittare a causa della situazione del mercato immobiliare. Uno di questi modi creativi è sicuramente quello di offrire uno o più affitti gratuiti». La lista delle promozioni possibili si potrebbe però allungare. Alcuni annunci offrono un ‘buono trasloco’ grazie al quale è possibile trasferirsi senza dover pagare i costi del trasporto dei mobili. Così si legge su un annuncio riguardante un appartamento a Davesco-Soragno: “Spazioso e luminoso 4,5 locali. Primi tre mesi gratuiti o buono trasloco”. «È interessante notare che, a differenza del Ticino nel suo complesso, i tempi d’inserimento degli appartamenti in affitto a Lugano non sono diminuiti negli ultimi due anni, ma sono continuati ad aumentare». I dati mostrano infatti 58 giorni di durata per un’inserzione nel periodo 2020-21, mentre nel 2018-19 si fermava a 52. La città sulle rive del Ceresio risulta inoltre essere la prima in un confronto sul tema tra i 12 principali centri urbani elvetici. Ma come spiegare questa differenza tra Lugano e il resto del cantone, con le due tendenze che vanno in direzioni diverse? «È complicato da determinare. Un’interpretazione possibile potrebbe essere che, complice la pandemia e l’incremento del lavoro da casa, la domanda di casa in zone rurali del Ticino è aumentata di più rispetto a Lugano», afferma Fabian Korn.

Costi degli affitti in netto aumento

Nonostante queste difficoltà nel riuscire a trovare un inquilino il costo degli affitti continua ad aumentare, con nuovi massimi raggiunti a livello nazionale e una crescita netta anche a Lugano. Secondo i dati elaborati dal portale Homegate.ch per il mese di settembre, in collaborazione con la banca cantonale di Zurigo, la variazione su base annua in Svizzera è in aumento dello 0,8%. Il parametro si è attestato a 115,7, salendo così al massimo rilevato da quanto viene calcolato, cioè il 2009. Grosse differenze, rivela lo studio, si riscontrano però a livello regionale. Il Ticino fa segnare una lieve contrazione (0,1%). Lugano, l’unica città ticinese considerata a sé stante, mostra invece una progressione annua delle pigioni addirittura del 3,2%.

Per capire quali sono le ragioni che portano a questo genere di promozioni, sulle quali non esistono ancora degli studi specifici, abbiamo sentito l’economista e docente della Suspi Amalia Mirante. È stata anche l’occasione per fare un bilancio sullo stato di salute del mercato immobiliare ticinese.

Come si spiegano annunci che propongono mensilità gratuite o altri tipi di promozioni?

Il motivo è presto detto: una grande offerta rispetto alla domanda. Sul mercato immobiliare ticinese troviamo disponibilità per tutti i tipi di appartamento, da quelli costosi fino a quelli a pigione moderata. Inoltre rispetto a 10 anni fa c’è una mobilità maggiore, si tende a restare meno in un’abitazione. Questo agita il mercato. Se si vuole vendere il proprio prodotto bisogna quindi convincere, fare promozione e accaparrarsi i clienti.

In questo modo il locatore non ci rimette del denaro?

Chi affitta non ci perde. Quello che conta è attirare l’attenzione del cliente, come nel marketing. Senza un’offerta che rende concorrenziali, il rischio è di avere il proprio immobile sfitto per magari diverso tempo. Rinunciando a incassare 1 o 2 mesi si può invece trovare più facilmente un locatario, la perdita iniziale è quindi ammortizzata senza problemi sul lungo periodo.

Non sarebbe più semplice ridurre l’affitto?

In questo periodo il mercato immobiliare, complici i tassi d’interesse negativi, è un po’ particolare. Per chi ha grossi patrimoni conviene di più investire in costruzioni e tenere sfitto piuttosto che lasciare i soldi in banca. Questa è una ragione che ha spinto verso una grande offerta, anche se la domanda non è cresciuta. L’idea di perdere un mese, quando sappiamo già che non verrà affittato, fa inoltre meno paura che abbassare il prezzo. La situazione potrebbe però cambiare, ad esempio se mutano i tassi d’interesse e torna l’esigenza di affittare. Adesso siamo ancora nell’idea del “convinco il cliente senza perderci”.

Sarà il mercato a regolarsi da solo oppure questa tendenza va corretta?

I ritardi nella consegna delle materie prime e l’aumento vertiginoso dei costi di produzione probabilmente diventeranno un freno naturale. Non possiamo però dirci contenti, vista l’importanza che ha in Ticino questo settore. Non sono inoltre convinta che si tratta di una situazione transitoria. Si sta sottovalutando la grande domanda di alloggi in Cina e in altri paesi in via di sviluppo. Regioni che sono anche grandi esportatori di materie prime e potrebbero decidere di dare la precedenza al mercato interno.

Come sta, in conclusione, il mercato immobiliare ticinese?

Non è ancora ammalato, ma bisogna fare attenzione. I salari medi nel nostro cantone sono i più bassi di tutta la Svizzera. Il rischio è che si generano sempre più offerte che i residenti non si possono permettere.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved