swifter-la-app-luganese-che-fa-girare-i-soldi
Dal video di Swifter
ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
5 ore

Corsia per i Tir, ‘non si accettano compromessi’

Il Consiglio comunale di Novazzano mette nero su bianco la sua ‘ferma opposizione’ al progetto firmato dall’Ustra
Ticino
6 ore

Refezione scuola infanzia, facoltativa per alcuni allievi

La maggioranza commissionale con il rapporto di Ghisletta
Ticino
7 ore

Ermotti-Lepori: ‘Calcoli fuorvianti’. Filippini: ‘No, legittimi’

È polemica per il rapporto sull’iniziativa che chiede al Cantone un abbonamento Arcobaleno per i deputati che rinunciano al rimborso spese per trasferte
Ticino
7 ore

Preture di protezione, sì al voto preliminare dei cittadini

Riorganizzazione tutorie: la commissione parlamentare firma il rapporto stilato da Luca Pagani e Sabrina Aldi. Sei i correlatori
Ticino
8 ore

‘La lotta al riciclaggio è pane quotidiano per i fiduciari’

Cristina Maderni, presidente della Ftaf, ricorda che la legge è vincolante per chi opera nella gestione dei patrimoni. ‘Ma il tema è di tutta l’economia’
Bellinzonese
8 ore

Bellinzona, Castles & Go pronta a scattare

Domenica 29 maggio si terrà la prima edizione della corsa podistico-culturale in stile medievale
Mendrisiotto
9 ore

Marito violento condannato anche in Appello

La Corte riduce, però, la pena di tre anni e infligge tre anni e sei mesi. Caduta l’accusa di tentato omicidio
Ticino
9 ore

Nuove tecnologie, la ticinese Arca24 vince un premio in America

Vinta l’edizione 2022 dell’HR Tech Award, organizzato da una società di analisi degli Stati Uniti
Locarnese
9 ore

Il mercato dell’artigianato anima il villaggio di Avegno

Giovedì 26 maggio grazie all’Associazione Artigiani di Vallemaggia. A pranzo risotto e luganighe. Musica con i Gyrumetha
Ticino
10 ore

Allerta temporale, da Russo a Malvaglia (e a Nord del Gottardo)

Il fronte del maltempo dovrebbe portare con sé grandine, piogge torrenziali e raffiche burrascose. Allarme di intensità rossa
Ticino
10 ore

Pensioni statali e risanamento, ‘rischi dal calo delle Borse?’

Interpellanza di Raoul Ghisletta (Ps): ‘Gli indici sono al ribasso sia in America sia in Europa, cosa fa il governo per evitare perdite enormi?’
Locarnese
10 ore

Una cinquantina di espositori per il ritorno della Brocante

Dal 27 al 29 maggio a Locarno il mercato all’aperto con materiale dal fascino vissuto proveniente da Svizzera, Nord Italia e Liechtenstein
Ticino
10 ore

Un convegno sul consumo eccessivo di alcol

Il Dipartimento sanità e socialità, Ingrado, Ticino Addiction e Radix promuovono una conferenza sui rischi del bere troppo
Locarnese
10 ore

Avanza l’inchiesta sui fatti di Solduno, oggi la ricostruzione

Dopo la consegna della perizia sul ventenne sangallese in aprile, gli inquirenti tornano sul luogo della sparatoria per ricrearne le dinamiche
Luganese
laR
 
02.11.2021 - 05:30
Aggiornamento : 09:20

Swifter, la app luganese che fa girare i soldi

La creazione del giovane Mattia Rusca è entrata nella fase del crowdfunding: come funziona

Il contenuto di questo articolo è riservato agli abbonati.
Per visualizzarlo esegui il login

App: tre lettere, un mare sterminato di opportunità per menti creative, informatici, visionari. Alcune di queste applicazioni informatiche si perdono nell’anonimato, altre fanno il botto, e giocandosi la partita su scala planetaria, le possibilità di guadagno sono notevoli. ‘Swifter’ spera di rientrare nella seconda categoria, di trovare alloggio e soprattutto uso sullo schermo dei telefonini. Visto che il suo realizzatore è un giovane luganese, Mattia Rusca, cerchiamo di capire come e perché dalle nostre parti potrebbe nascere una ‘app’ vincente. Non prima di segnalare che negli scorsi giorni è iniziato il crowdfunding (la raccolta fondi) dove il sistema viene anche presentato con un video, a questo indirizzo https://www.indiegogo.com/projects/the-fastest-way-to-network-pay-and-get-payed#/.

Sfida a Twint

In pratica, come altre applicazioni, si basa sui sempre più diffusi codici QR, e tratta la trasmissione di denaro. Già visto? Mattia Rusca, che ha messo a punto ‘Swifter’ assieme a un docente di inglese – esperto in informatica – è convinto del suo potenziale e della sua ‘diversità’. «Questa app permette a una persona di inviare per esempio, soldi sotto forma di un codice QR: chi lo riceve può mostrarlo alla cassa dove viene scansionato, e il gioco è fatto». La nostra obiezione è inevitabile: per questo non esiste già Twint, una app molto affermata e popolare? A obiezione, risponde: «A differenza di Twint la nostra app funziona anche se il destinatario non ha l’applicazione caricata, basta un telefonino o un qualsiasi dispositivo elettronico, per cui anche un bambino può ricevere i soldi e usarli».

«L’altra funzionalità è quella degli acquisti dei prodotti inquadrando i codici QR. Si scrive la quantità di prodotti acquistati e, al resto, pensa la app, senza bisogno di casse o scansioni. Il conto viene regolato automaticamente tramite la carta di credito o il conto bancario». Seconda obiezione: in assenza di controlli, non è che questo sistema favorirà il dilagare di furtarelli, oggetti presi dagli scaffali senza prima essere stati inquadrati dall’obiettivo del telefonino? «Chiaramente il negozio o supermarket può sempre mettere una persona a controllare, mettiamo, un cliente su dieci a random. In teoria già oggi con le casse veloci qualcuno potrebbe rubare». Insomma un ‘rischio aziendale’ che si potrebbe correre. La terza funzione è interessante per i professionisti. Sentiamo. “È un calendario che mostra le disponibilità, così i clienti possono selezionare e pagare direttamente il servizio, prenotandolo”. Infine, c’è la possibilità di utilizzare sempre il QR code come vettore di informazioni, caricando in esso per esempio immagini, indirizzi, numeri di telefono, come in una sorta di biglietto da visita.

Tutto bello ma... siete pronti? «Adesso abbiamo creato il design di come sarà l’applicazione. Il video – girato tra l’altro in un paio di negozi della zona, tra cui il ‘Bomborozzo’ di Massagno, ndr – è stato messo sulla piattaforma di crowdfunding per pagare i programmatori professionisti che creeranno la app. Si tratta di una società online francese e ci costerà 28mila dollari per l’applicazione, probabilmente dovremo ancora spendere per aprire la società, quindi con la raccolta fondi ci siamo posti l’obiettivo dei 35mila franchi».

Si va di commissione

Questa è l’aspirazione di Mattia Rusca, un 21enne che si definisce imprenditore e giocatore di basket professionista. Per quanto riguarda la pallacanestro, “sono infortunato da 9 mesi... pensavo di giocare quest’anno nel Lugano in serie A, aspettando la guarigione cerco di tenermi allenato per quanto posso”. Aspirazioni cestistiche a parte, come si guadagna da una app? “Si potrà scaricare gratis dagli ‘store’, noi prenderemmo i soldi dal venditore, un 2 o 3% di commissione un po’ come succede con le carte di credito”. Come fate a essere sicuri che non esista già una app simile? “È pieno di concorrenza, ma con queste funzionalità per quanto abbiamo visto non c’è niente del genere. La campagna di crowdfunding durerà 30 giorni e poi passeremo l’incarico ai programmatori. Hanno firmato un accordo con noi in base al quale non possono prendere l’idea e attuarla loro. Brevettare l’idea? Dobbiamo fare anche questo, chiaramente sono anche costi aggiuntivi, bisogna vedere cosa si riesce a brevettare. Uno dei nostri primi obiettivi è la Svizzera e subito dopo gli Usa e il mercato europeo in generale”. Ultima curiosità: chi sono le persone che si vedono nel video? Alle riprese principalmente c’erano mia sorella, mio fratello, mia mamma e una sua amica”.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
app mattia rusca swifter
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved