pulmino-a-vico-morcote-una-denuncia-e-due-segnalazioni
(Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
26 min

Uccise il compagno di caccia a Chiasso: andrà in carcere

Pena di 2 anni e 10 mesi per un cacciatore del Mendrisiotto. Nel 2019 scambiò l’amico per un cinghiale ferendolo a morte. ‘Leggerezza inaccettabile’
Luganese
1 ora

Il Requiem di Mozart alla Cattedrale di Lugano

Una delle composizioni più misteriose e affascinanti del grande maestro viennese sabato 13 novembre alle 20.30
Luganese
1 ora

Grande successo per la Triennale di Maroggia: prolungata

Spostata la data di chiusura ufficiale dal 5 novembre al 30 gennaio 2022 per la kermesse ‘Tra Strada e Street Art’
Locarnese
1 ora

‘Il processo Zylla’, presentazione spostata al Dfa Supsi

Domani sera dalle 18.15 il libro dell’ex magistrato Luciano Giudici verrà illustrato nell’Aula magna del Dipartimento formazione e apprendimento a Locarno
Locarnese
1 ora

Ad Ascona l’inaugurazione del Bicentenario Antonio Ciseri

Domani alle 18 al Museo Castello San Materno parte la mostra realizzata in collaborazione con l’associazione dedicata al grande artista
Ticino
1 ora

Intervista a monsignor Chiappini: trasmissione contestata

L’Autorità indipendente in materia radiotelevisiva esaminerà un ricorso contro la puntata di ‘Millevoci’ sulla vicenda giudiziaria del religioso
Luganese
2 ore

Si apre a Lugano la campagna per i contributi 2022

Per persone fisiche o giuridiche, ed enti che svolgono un’attività sociale, educativa, ambientale, sportiva, culturale, ricreativa e turistica
Luganese
2 ore

Finanze, Lugano vede sempre più rosso

Preventivo 2022: deficit d’esercizio di 24,2 milioni di franchi. Foletti: ‘Resto fiducioso ma faticheremmo a sopportare altri due anni di pandemia’
Locarnese
2 ore

Loco e Intragna, i musei domenica chiudono

Stagione espositiva al termine per le due realtà etnografiche regionali
Mendrisiotto
2 ore

I volti del nuovo Ufficio presidenziale del Plr di Mendrisio

Rinnovato il comitato del prossimo quadriennio: ‘Ci impegneremo sempre per la nostra cittadina, più bella, più coraggiosa e più trasparente’
Locarnese
2 ore

Minusio, Quartiere Rivapiana in seduta

L’assemblea dell’associazione domenica 14 novembre a Casa San Vittore di Muralto. All’ordine del giorno anche le nomine statutarie
Luganese
2 ore

Al via nel weekend la prima edizione di Lugano Classic

La kermesse, dedicata alle auto d’epoca ma non solo, animerà nell’ultimo fine settimana di ottobre alcune fra le più belle piazze del centro
Locarnese
2 ore

Salva, il nuovo Regolamento dei dipendenti e la sua incidenza

Il Servizio ambulanza del Locarnese sta valutando cosa cambierà con la sua introduzione. Ai Comuni un fabbisogno da coprire di 2,41 milioni
Locarnese
3 ore

Ppd Locarno, Akai chiede la conferma alla presidenza

‘Dopo le Comunali, delusissimo, volevo lasciare, ma ci ho ripensato perché ci tengo molto’. Deciderà la prossima assemblea
Luganese
10.09.2021 - 10:500

Pulmino a Vico Morcote, una denuncia e due segnalazioni

L'ex sindaco Luido Bernasconi critica l'operato della maggioranza dell'esecutivo e le dichiarazioni del sindaco: 'Le leggi vanno rispettate!'

Il Ministero pubblico si dovrà occupare anche del caso del pulmino elettrico al 100%, il cui acquisto è stato deciso dalla maggioranza del Municipio di Vico Morcote senza l'avallo dell'Assemblea comunale. Un caso già finito sul tavolo della Sezione enti locali (Sel) che ha ricevuto ben due segnalazioni in merito alla richiesta di credito a posteriori di 96'000 franchi, una da parte della minoranza dell'esecutivo, l'altra proveniente dall'ex sindaco Luido Bernasconi che durante l'assemblea ha annunciato di aver sporto denuncia penale: «Invocare, quale attenuante, l'entità non eccessiva del credito che non c'entra nulla: è il principio legale che deve valere, anche solo per un franco. Nel frattempo, il bus viene usato a pagamento per il noleggio». La prassi ordinaria indicata dalla Legge organica comunale (Loc) non prevede che il Municipio spenda soldi pubblici senza l'autorizzazione del legislativo, se non per spese considerate di ordinaria amministrazione. L'urgenza è concessa solo a determinate condizioni. La Sel dovrà quindi valutare se l'acquisto del pulmino a Vico Morcote rientra in queste condizioni.

Un acquisto imposto senza ragione

L'ex sindaco preferisce non motivare la querela penale annunciata nel corso della seduta ma precisa: «Non è giusto che si violino le regole da parte di chi rappresenta la realtà istituzionale. Il sindaco è il primus inter pares, non può fare quello che vuole». Anzitutto, «nessuno mette in dubbio la buona intenzione di acquisire un veicolo elettrico. Tuttavia, l'accordo fra i Comuni di Vico Morcote e Morcote per il servizio di trasporto scolastico risale al 20 di ottobre dell'anno scorso e il Municipio di Vico Morcote non ha fatto nulla fino ai primi di giugno di quest'anno. Poi, nel giro di un mese, ha preso decisioni che non rispettano la legge – prosegue Bernasconi –. Non capisco l'urgenza di voler fare tutto così in fretta senza nemmeno avere la possibilità di scegliere cosa avrebbero potuto offrire altre ditte che forniscono bus elettrici. Come la Iveco, che nel 2019 ha venduto un veicolo elettrico per il trasporto dii scolari in Val Poschiavo, con 25 posti a sedere omologati per il trasporto dei bambini + 2 posti per adulti. Se necessario i sedili si possono sostituire, anche temporaneamente, per una capienza per 16 adulti. Normalmente, andrebbe allestito un bando di concorso e c'era tutto il tempo per farlo e per valutare meglio i valori di ripresa dei vecchi pulmini. La maggioranza dell'esecutivo si dovrà assumere la responsabilità di un acquisto e una vendita di un bene comunale».

'Soppresso il trasporto di anziani'

Non c'è nessuna battaglia politica in corso, precisa Bernasconi, «bensì solo, ribadisco, la volontà di far rispettare le leggi. Poi, non è vero, come ha sostenuto il sindaco, che c'era scarsa partecipazione all'assemblea, anche a causa del timore del Covid. Nelle ultime cinque sedute, non ci sono mai state 37 persone presenti. E l'ultima è stata organizzata dal Municipio nella sala comunale di Melide proprio per garantire il rispetto delle distanze. Nemmeno si può parlare di stanchezza di frequentare le sedute, quando a Vico ci sono al massimo due assemblee all'anno. La non accettazione del credito a posteriori è stata agevolata il credito globale è di 96'000 franchi, la somma del pulmino nuovo e dei due messi in ripresa». L'ex sindaco smentisce in maniera assoluta la presunta disinformazione fra i contrari al credito: «Il problema è che hanno 'dato dentro' un pulmino normale per 9'000 franchi che dopo nemmeno un mese è apparso in vendita a 23'900 franchi su un portale di Zurigo (cfr. immagine). C'è qualcosa che non quadra. Avremmo invece dovuto tenere quel pulmino, voluto una decina di anni fa, per trasportare gli anziani del paese tutti i venerdì a Melide e una volta al mese anche a Grancia per le compere. Un servizio annullato da un giorno all'altro, senza avvisare nessuno, visto che non c'è più il bus che lo può fare. Al bus nuovo affinché possa trasportare 14 adulti, bisognerebbe infatti cambiare i sedili che non però sono stati comperati».

Una situazione al limite dell'imbarazzante voluta dalla maggioranza del Municipio (3 a 2). Secondo Bernasconi, «la maggioranza qualificata non è stata raggiunta a proprio a cause del "modus operandi" del sindaco e della maggioranza dell'esecutivo, che hanno chiesto di ratificare un credito dopo che sono state violate le norme di legge sulle modalità di acquisto da parte di un ente istituzionale. Sindaco e maggioranza del Municipio si sono arrogati competenze che sono facoltà esclusive del legislativo. Non per caso sono state 'tirate all'orecchie' anche nel rapporto di maggioranza della commissione della Gestione. E non è la prima volta che succede a Vico Morcote».

 

 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved