lugano-si-spegne-il-neuralrope-nel-tunnel-di-besso
L'opera ha saputo creare madia e un passaggio soggestivo
14.07.2021 - 12:100
Aggiornamento : 15.07.2021 - 14:33

Lugano, si spegne il NeuralRope nel tunnel di Besso

L'opera di Dorici e Gambarella, dal 2 settembre 2019 all'8 aprile 2020, ha registrato ben 75'059 interazioni tra i passanti e le telecamere

NeuralRope#1, l’opera interattiva realizzata dall'artista Alex Dorici e dallo scienziato Luca Gambardella che ha trasformato il tunnel pedonale di Besso in uno spazio multifunzionale magico sarà spenta e progressivamente rimossa da oggi a causa dei lavori previsti nel sottopasso per l’ammodernamento della stazione di Lugano. La Città si augura tuttavia di riproporre l’esperienza con modalità ancora da definire. Nell'attesa, l’opera si potrà vedere ancora su www.luganolivinglab.ch/neuralrope1. Il progetto è nato dalle sinergie create da L*3-Lugano Living Lab (il laboratorio urbano della Città di Lugano promosso in partenariato con l'Università della Svizzera italiana), con l'Istituto Dalle Molle di studi sull’intelligenza artificiale (Usi-Supsi), Arte Urbana, Lugano Eventi e Lugano Region. Dal 2 settembre 2019 all'8 aprile 2020 sono state registrate ben 75'059 interazioni tra i passanti e le telecamere. Cittadini e visitatori hanno potuto osservare e interagire con il cervello artificiale di NeuralRope#1 che riproduce in tre dimensioni una grande rete neuronale, con schermi led a rappresentare i neuroni e corde-sinapsi a propagarne gli impulsi nervosi. Dalla consonanza fra lavoro artistico e ricerca scientifica è scaturita l’opportunità di avvicinare il pubblico al tema dell’intelligenza artificiale.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved