DJOKOVIC N. (SRB)
0
KECMANOVIC M. (SRB)
0
fine
senza-covid-lugano-avrebbe-chiuso-i-conti-con-20-milioni
TI-PRESS
'Bilancio inaspettato'
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
22 min

In Ticino 4 ricoveri in più in cure intense e nessun decesso

Nel nostro cantone, nelle ultime 24 ore, sono stati segnalati 1’221 nuovi contagi da Coronavirus
Locarnese
36 min

Locarno, l’Alliance ospita il fotografo Moreillon

Film conferenza mercoledì alle 20 nella Sala Congressi di Muralto
Ticino
1 gior

In Ticino 6 ricoveri in meno e nessun decesso

Sono 1’312 i contagi odierni, in ospedale restano ad oggi 167(-6) persone, di cui 15 (+1) in cure intense
Mendrisiotto
1 gior

Ferrovia Monte Generoso: rifatte le stazioni intermedie

Proseguono alacremente i lavori di ristrutturazione, fra imprevisti meteo e pandemia. Intervista al direttore del cantiere Pietro Brenni.
Gallery
Locarnese
1 gior

Brissago, l’ex cimitero come area di sosta per i camper

Presentata dal Plr una mozione che chiede di destinare il fondo a tale scopo. Così da favorire il turismo e generare indotti, evitando le soste selvagge
Bellinzonese
1 gior

Ad Airolo si scava in cerca della ‘zona di disturbo’

Seconda canna sotto il Gottardo: il tunnel di prospezione servirà a togliere la roccia più friabile localizzata a 5 chilometri dal portale sud
Ticino
1 gior

L’auto soffre ancora, ma quella elettrica piace

Ritardi nelle consegne e prezzi alti penalizzano il settore. Tira l’usato e si fanno largo le vetture elettriche. Nuovi dubbi sulle plug-in ibride
Luganese
1 gior

Monteceneri, il Punto Ascolto chiude dopo 9 anni

Il servizio potrebbe diventare una linea telefonica cantonale. Il Municipio ha scelto di potenziare la sua offerta con un’assistente sociale.
Bellinzonese
1 gior

‘Mancano posteggi’ nei quartieri di Bellinzona

Il consigliere comunale Ppd Pietro Ghisletta cita le situazioni di Camorino (centro e frazioni), Gudo, Paudo, Monte Carasso, Sementina e Claro
Luganese
1 gior

Abusi sessuali e pornografia, a giudizio un 31enne

Adescava le vittime in Italia, attraverso i social network. Le parti si sono accordate per 5 anni di carcere
Mendrisiotto
1 gior

I sindaci delle Città riuniti a Mendrisio

Fa tappa nel distretto più meridionale l’incontro fra i sindaci di Bellinzona, Chiasso, Locarno, Lugano e Mendrisio
Mendrisiotto
1 gior

Dai Verdi alle Acli: si allarga il sostegno a India

Cresce la mobilitazione a favore della giovane richiedente l’asilo e della sua famiglia, che rischiano il rimpatrio forzato in Etiopia
Luganese
1 gior

Chi ha 18 milioni di franchi per Villa Elisa?

Asta dagli esiti incerti per una sontuosa proprietà sulla collina di Massagno
Grigioni
1 gior

Tessa Rosa Castorina nuova municipale di San Vittore

Eletta tacitamente al posto del dimissionario Flavio Raveglia
Bellinzonese
1 gior

Biasca, niente teatro per la Giornata del volontariato

Rimandato a causa della situazione pandemica lo spettacolo della compagnia Pin’s in programma per domenica 6 febbraio
Bellinzonese
1 gior

Airolo piange la scomparsa del vicesindaco Luca Ceresetti

Il municipale Plr è deceduto oggi, nel giorno del suo 47esimo compleanno, a causa dell’improvviso aggravarsi di una patologia
02.06.2021 - 20:320

'Senza Covid Lugano avrebbe chiuso i conti con + 20 milioni'

Michele Foletti, capo dicastero finanze, commenta il risultato dei Consuntivi 2020, in utile per 1,8 milioni di franchi: 'Fortuna e rigore'

Il consuntivo 2020 della città di Lugano chiude con un avanzo di esercizio di 1,8 milioni di franchi a fronte di una preventivo che prefigurava una perdita di 2,6 milioni. «Secondo un calcolo 'spannometrico', se non ci fosse stato il Covid, probabilmente avremmo chiuso il consuntivo con 20 milioni di avanzo di esercizio». Così commenta il bilancio, approvato oggi dal Municipio, il capo dicastero finanze, Michele Foletti. 

Con quali aggettivi accompagnare questo bilancio? «Fortuna e rigore - risponde Foletti. «Fortuna perché abbiamo ad esempio vinto una causa con Alp Transit Sa (per i lavori eseguiti in galleria sul terreno di Villa Negroni, ndr.) che ci ha fatto incassare 3,6 milioni di franchi. Ma anche rigore, perché non abbiamo un'esplosione dei costi. Tutta l'amministrazione e il Municipio hanno tenuto sotto controllo la spesa e questo è sicuramente un aspetto importante». Un risultato inatteso? «Ci attendavamo un risultato peggiore, perché eravamo coscienti che il gettito sia delle persone fisiche sia di quelle giuridiche sarebbe sceso in maniera importante, che abbiamo valutato in 25 milioni. D'altro canto eravamo anche coscienti che Lugano ha sempre tante sopravvenienze d'imposta a disposizione e quest'anno siamo riusciti a incassarne 18 milioni in più rispetto a quanto messo a preventivo e questo ci ha sicuramente aiutati». 

Il virus ha pesato sui conti per 8 milioni, tra costi e minori introiti 

Quanto la pandemia ha influito sui conti 2020, che alla specifica voce 'Covid' attribuisce un costo di 8 milioni di franchi? «Questa voce - spiega Foletti - è composta da mancate entrate e da maggiori costi, per questi ultimi penso soltanto alle mascherine che abbiamo dovuto comprare da distribuire sia ai nostri collaboratori sia nelle scuole. Mentre i minori introiti sono sicuramente legati alle operazioni che abbiamo effettuato per migliorare la nostra economia, penso in particolare all'esonero della tassa dell'area pubblica dei negozi e degli esercizi pubblici, penso alle agevolazioni negli autosili, che permettere alla gente che non usava più i mezzi pubblici di venire in città a comprare beni di prima necessità quando era possibile. Penso inoltre ai mancati introiti del Lido rimasto chiuso».

Un autofinanziamento al 93%. 'Ci ha permesso di non contrarre debiti'

Il consuntivo 2020 è caratterizzato anche da un elevato grado di autofinanziamento (93%). Un aspetto ampiamente migliorato rispetto al preventivo. «Sì, è il secondo miglior risultato in tale senso, da quando sono a capo delle finanze» - osserva Michele Foletti. «L'anno scorso l'autofinanziamento superava il 100% grazie a un ammortamento straordinario di 20 milioni. Quest'anno si situa al 93% e questo ci ha permesso di non dover indebitarci per portare a termine quei 46 milioni di investimento che abbiamo fatto. E anzi siamo riusciti a diminuire un po' il debito verso terzi a lungo termine, che è sceso sotto i 377 milioni». Un altro aggettivo con cui potrebbe qualificarsi il bilancio consuntivo 2020 potrebbe essere quello di... inatteso? «Sì, è un consuntivo inatteso perché ci attendavamo veramente un risultato peggiore» - risponde il capo dicastero delle finanze cittadine. Che aggiunge: «Siamo riusciti a chiudere un consuntivo che ci permette ance di dire che la strategia che la Città aveva portato avanti sin dal 2014 per permettere il risanamento finanziario era quella giusta».

Un altra buona notizia sull'andamento finanziario della città di Lugano viene dall'aspetto dell'indebitamento verso le banche, che si riduce, seppur lievemente rispetto al 2019 di 0,38 milioni di franchi. Il 2020 è stato caratterizzato da importanti fattori straordinari - evidenzia il Municipio, indicando fra l'altro come il trasferimento, a partire dal 1 giugno 2020, della gestione dell'aeroporto di Agno (centro di responsabilità '2030' della Divisione finanze) che presenta per i sette mesi di gestione cittadina un avanzo di quasi mezzo milione, segnatamente 480 mila franchi. Nelle considerazioni che accompagnano il bilancio dei conti 2020, si quantifica quanto ha inciso la saggia prudenza nella determinazione di un gettito fiscale di consuntivo che fosse il più realistico possibile, in considerazione delle conseguenze negative e delle incognite prodotte dalla pandemia, che ha valutato di prendere in considerazione minori introiti dalle persone fisiche per 15 milioni e per 10 milioni per le persone giuridiche, vale a dire le società e le aziende. Il Covid 19 ha gettato i suoi nefasti riflessi sui conti, dal momento che la pandemia ha limitato le attività economiche nel primo semestre e a fine anno 2020. A conti fatti, le maggiori sopravvenienze di imposta sono state pari a 18 milioni.

Ma diversi altri sono stati i fattori positivi, in buona parte già esposti sopra, che "nel complesso hanno portato all'inatteso miglioramento del risultato di gestione corrente". Tra questi elementi positivi figurano anche le modifiche apportate dal Cantone nella determinazione del contributo della Città al risanamento dei conti cantonali, che "hanno permesso un contenimento dei costi di 2,8 milioni e la revisione del calcolo dell'indennizzo cantonale per gli oneri derivanti dall'applicazione della riforma fiscale ha portato a Lugano un maggior introito di 1,7 milioni di franchi". Insomma, un bilancio che soddisfa il Municipio e che prefigura "già per il 2021 una ripresa del gettito fiscale"

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved