10.05.2021 - 20:55

Elezione del sindaco a Novaggio, al voto dopo 13 anni

Si torna alle urne per decidere tra Andrea Pozzi (Spazio libero - per ambiente e socialità) e Piergiorgio Morandi (Plr Novaggio - Lista giovan)

elezione-del-sindaco-a-novaggio-al-voto-dopo-13-anni
Piergiorgio Morandi (a sin.) e Andrea Pozzi

Cittadinanza alle urne domenica 16 maggio a Novaggio per l'elezione del sindaco. Sindaco di quindicina è Andrea Pozzi (Spazio Libero - per ambiente e socialità) che ha ottenuto 292 voti personali lo scorso 18 aprile. Verrà sfidato da Piergiorgio Morandi che, per Plr Novaggio - Lista giovani, ne ha ricevuti 280. Cominciamo dallo sfidante. Classe 1953, Morandi era già stato sindaco di Novaggio per due legislature, dal 1984 al 1992. Membro del comitato di pilotaggio del campus Usi-Supsi di Viganello e Mendrisio e membro del CdA della Monte Lema Sa, per Ubs, ha ricoperto la carica di capo degli stati maggiori e della logistica per la regione Ticino e capo dei servizi immobiliari e amministrativi per la Svizzera, l'Europa continentale e il Medio Oriente. Da noi interpellato a più riprese, ha preferito non rilasciare dichiarazioni prima del voto.

'La mia elezione bilancerebbe gli equilibri'

Dal canto suo, il sindaco di quindicina Andrea Pozzi (61 anni) è avvocato dal 1992 con uno studio a Lugano. Dal 1985 al 1988 ha lavorato per la Croce Rossa internazionale, con missioni in Angola, Sud Africa e Salvador. Consigliere comunale a Novaggio da oltre vent'anni, si è candidato per la prima al Municipio alle recenti elezioni ottenendo un risultato «al di sopra delle attese, perché non sono un politico e non avevo fatto calcoli né campagna elettorale». È stata, dichiara Pozzi, «una bella sorpresa, ho ricevuto tante attestazioni di stima. È importante che un rappresentante della nostra lista abbia trovato un posto in Municipio. Forse è sinonimo di una voglia di cambiamento della comunità». Se venisse eletto? «Mi trovo in una posizione bizzarra: sono l'unico della mia lista eletto in Municipio – risponde il sindaco di quindicina –. La mia elezione a sindaco avrebbe il pregio di bilanciare i poteri nell'esecutivo e sarei felice di rappresentare il Comune nei vari gremi regionali e sovra regionali. Se non venissi eletto, temo che riceverò i dicasteri meno interessanti». Oltre all'aggregazione con Curio, Bedigliora, Miglieglia e Astano (progetto sfumato una quindicina di anni fa), ci sono altri progetti importanti per i residenti da portare avanti, secondo Pozzi.

Non è la prima volta che a Novaggio si tiene l'elezione per il sindaco. L'ultimo ballottaggio in paese risale al 2008 quando Paolo Romani (Plr) la spuntò su Felice Campana (Lega dei Ticinesi-"Novaggio dei valori"). Campana, ex sindaco ed ex deputato in Gran Consiglio, è stato eletto in Municipio per la lista Noi-Voi Novaggio.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved