piazza-cioccaro-a-lugano-movida-sempre-piu-agitata
Tante gente anche in tarda serata
ULTIME NOTIZIE Cantone
Grigioni
1 ora

Ferme alcuni giorni le due teleferiche della Calanca

Lavori di manutenzione a inizio luglio per gli impianti Selma-Landarenca e Arvigo-Braggio
Mendrisiotto
1 ora

Un Centro di competenze per reagire ai cambiamenti climatici

La Supsi dà vita a una unità di lavoro che farà leva sulle conoscenze della Scuola e l’intesa con enti pubblici e privati
Bellinzonese
2 ore

Serata mondana per la classe 1962 di Bellinzona

Il 15 giugno alla capanna dei canoisti si mangia, si beve e si danza
Luganese
2 ore

‘Troppi indizi’, due rapinatori condannati alle Criminali

Gli imputati si sono avvalsi della facoltà di non rispondere sul tentato colpo alla Raiffeisen di Monteggio del 2016 e sulla rapina a un distributore
Grigioni
2 ore

Altri tagli alla casa anziani Mater Christi di Grono

Personale: dopo i 5 del gennaio 2021, se ne aggiungono ora 4 e mezzo. I letti occupati rimangono 35 su 50. Parla il nuovo presidente Mantovani
Mendrisiotto
2 ore

Mountain bike sul San Giorgio? Stan e Pro Natura pedalano contro

Le due associazioni hanno deciso di ricorrere contro l’autorizzazione municipale alla trasformazione di 36 km di sentieri in piste per Mtb
Luganese
3 ore

Rissa in centro Lugano, 22enne autore e vittima: condannato

Il giovane, accoltellato da un coetaneo tre anni fa, ha chiesto l’assoluzione. La Corte ha confermato il decreto d’accusa, pur dimezzando la pena
Bellinzonese
4 ore

Tassa rifiuti più salata a Bellinzona: ‘La legge è legge’

Il Municipio risponde alle critiche della Lega che in un’interpellanza chiedeva se fosse il momento giusto per applicare il balzello
Bellinzonese
4 ore

In colonna di buon mattino per il ponte dell’Ascensione

Ancora prima di mezzogiorno la colonna al portale nord della galleria del San Gottardo ha toccato i 9 km. Controesodo da domenica pomeriggio
Luganese
5 ore

Carona, si rovescia con la ruspa e finisce in una scarpata

Il 45enne alla guida del mezzo ha riportato ferite serie. Non sono chiare le cause dell’incidente.
Bellinzonese
6 ore

Due appuntamenti con l’Atte Leventina

Tombola ad Ambrì e ballo liscio a Pollegio
Bellinzonese
6 ore

Utoe Bellinzona in assemblea

Sabato 28 maggio nella sala del Consiglio comunale
Bellinzonese
7 ore

Officine Ffs a Castione: da Amica opposizione cautelativa

Le obiezioni dell’Associazione per il miglioramento ambientale. Contrari Municipio di Losone, Mancini&Marti, Pro Natura, Wwf, Ficedula e Unione contadini
Ticino
8 ore

Coronavirus, calano contagi e ospedalizzati in Ticino

Segnalati 50 nuovi casi nelle ultime 24 ore e 37 persone ricoverate. Era da novembre che non si registravano dati così bassi
Ticino
14 ore

Che cosa ci dice il lavoro? Risponde Marazzi

La lectio magistralis dell’economista Supsi è un’occasione per fare il punto con lui su senso e cambiamenti della realtà locale e globale
28.04.2021 - 05:10
Aggiornamento : 16:37

Piazza Cioccaro a Lugano, movida sempre più agitata

Assembramenti, risse, caos e rumore fino a notte inoltrata. Le testimonianze di residenti e proprietari che lamentano disagi

Almeno un paio di risse, centinaia di persone (la maggior parte senza mascherina), tanta confusione e rumore fino a notte inoltrata e il giorno dopo spazzatura ovunque. Piazza Cioccaro continua a rimanere un luogo di attrazione magnetico immancabile per la movida cittadina in questo periodo pandemico. Alla faccia di quel minimo di rispetto indispensabile per garantire una convivenza civile. Malgrado i recenti allentamenti delle restrizioni anti-Covid e la parziale apertura dei locali pubblici che da una decina di giorni mettono a disposizione dei clienti le terrazze, i seguaci dell'aperitivo lungo (o del digestivo dopo cena) non perdono fine settimana, lasciando alle spalle un brutto ricordo a chi nella zona abita o lavora. Gli ultimi venerdì e sabato non hanno fatto eccezione. Non si vuole puntare il dito contro coloro che hanno legittimamente voglia di tornare a trascorrere serate assieme agli amici e ad avere un minimo di contatti sociali. Però, alcune situazioni sono senza dubbio degradanti e gettano discredito sui locali pubblici e sull persone che invece si comportano bene.

Spazzatura e rumore, situazione peggiorata

Torniamo (ancora) sull'argomento siccome nell'ultimo fine settimana, il caos è addirittura peggiorato, secondo le testimonianze raccolte e ricevuta in redazione. Come ci racconta un residente che preferisce restare anonimo: «È stato impossibile prendere sonno sabato notte e al mattino l'area era piena di rifiuti. È vero che la piazza è stata prontamente ripulita e di questo ringrazio i servizi della Città, però non è più accettabile il degrado a cui stiamo assistendo con schiamazzi e urla protrattisi fino alle 5 del mattino». Un'altra persona che lavora in zona e ha finito il turno a mezzanotte, testimonia di aver visto assembramenti ancora più estesi rispetto a quelli precedenti: «Venerdì e sabato la piazza era gremita. Nessuno rispettava il distanziamento ed erano pochi quelli che indossavano la mascherina. Assenti gli agenti di polizia che c'erano nei passati fine settimana e che avevano almeno garantito un minimo di rispetto delle regole. Trovo strano, per non dire altro, che non si faccia nulla per limitare queste situazioni, visto che siamo ancora in emergenza pandemica». Un'altra residente in uno dei palazzi di piazza Cioccaro, in piena notte, verso le tre di domenica, non riuscendo a dormire a causa del rumore, dalla finestra ha visto «troppa gente che parlava ad alto volume». Il proprietario di un palazzo sostiene di aver segnalato diverse volte queste situazioni inaccettabili alla Polizia della Città di Lugano alla quale sono state inviate anche le immagini della videosorveglianza privata che ha filmato alcuni festaioli che non hanno trovato di meglio che pisciare nell'atrio d'ingresso dell'abitazione. Spera che queste persone vengano almeno sanzionate.

Donna minacciata con un vetro rotto alla gola

«E la polizia che fino a questo weekend era presente con un furgone e almeno quattro agenti ogni sera?», chiede un altro testimone che passava di lì proprio quando è scoppiata la prima delle due risse, quella divampata nella notte fra venerdì e sabato notte. Quella notte stavo camminando, racconta, «quando la mia attenzione è stata attirata da un uomo che ha colpito una donna nel bel mezzo della piazza, l'ha presa per i capelli e le ha tirato un colpo alla testa con la mano. L'uomo in questione, (quello arrestato successivamente nei pressi del casinò di Lugano, ndr.) ha poi lanciato una bottiglia di vetro per terra in mezzo alla folla e ha ripreso il coccio rotto e stava per usarlo come strumento di minaccia alla gola della donna. A questo punto la folla di persone è partita cercando di fermare l'uomo dal picchiare quella che sembrava la moglie dell'aggressore. C'è chi ha provato a fermarlo con un contenimento fisico, chi prendendolo a pugni e urlando 'le donne non si toccano', chi a calci in pancia». Il testimone è convinto che «nessuna delle persone intervenute per fermare l'aggressore fosse sobria. La maggior parte delle persone presenti in piazza aveva un'età apparente fra i 26 e i 35 anni all'incirca, se non alcuni che potevano dimostrarne di più, altri poco meno».

‘La polizia dopo cinque minuti se n’è andata’

Il testimone dichiara inoltre che un agente di polizia, nel frattempo chiamata per intervenire sul posto, rivolgendosi alla vittima, avrebbe detto "signorina, se non si sente al sicuro, vada a casa". Il testimone che è rimasto sul posto per curiosità e per sapere come sarebbe andata a finire, rincara la dose: «La polizia è intervenuta dopo ben tre chiamate, guardandosi intorno per un buon cinque minuti e se n'è andata». La stessa persona ci racconta che in seguito altre persone hanno cominciato a picchiarsi: «La folla dopo altre due risse si è poi sciolta». Il caos è però continuato fino a poco prima dell'alba, suscitando le critiche degli abitanti, dei proprietari e di chi nella zona ha un'attività commerciale.

Leggi anche:

Ancora assembramenti a Lugano (e non sono solo ragazzini)

Lugano, piazze imbrattate dopo gli aperitivi (lunghi)

Aggressione in P. Cioccaro, individuato e rilasciato l'autore

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
assembramenti coronavirus movida polizia risse
Guarda 1 immagine e 2 video
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved