ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
11 ore

Minusio, Lyceum club da Pedro Pedrazzini

Visita all’atelier dello scultore locarnese giovedì prossimo. A seguire, la merenda
Gallery
Locarnese
11 ore

La Rega decolla nei consensi e nella simpatia

Ben 14’000 visitatrici e visitatori hanno approfittato dell’opportunità di gettare uno sguardo dietro le quinte della base e dell’hangar
Luganese
13 ore

Inaugurato il nuovo Consorzio depurazione acque della Magliasina

Entrato in servizio a Purasca nel 1987 è stato oggetto di ampliamento e ottimizzazione generale fra il 2018 e il 2022
Luganese
16 ore

Precipita mongolfiera: fra curiosi e passanti... la sorpresa

Si è trattato di un’esercitazione congiunta fra la Società svizzera di salvataggio di Lugano e il Gruppo aerostatico Ticino
Mendrisiotto
19 ore

Case ‘Greenlife’, il Municipio nega la licenza edilizia

A Novazzano l‘esecutivo boccia il progetto del complesso abitativo in zona Torraccia. ’Non è in sintonia con il paesaggio’
Locarnese
23 ore

Delitto Emmenbrücke, il presunto colpevole resta in carcere

Richiesti altri tre mesi di carcerazione preventiva per l’uomo sospettato di aver assassinato la 29enne di Losone nel luglio 2021. C’è anche la perizia
Ticino
23 ore

‘Hanno distrutto la vita di mio padre 87enne. E la giustizia?’

Cede dei terreni a due figlie, ma per la terza ‘è un raggiro, non era in grado di capire’. Quando la fragilità della terza età è sfruttata dai famigliari
Mendrisiotto
1 gior

Tra l’Alabama e il Ticino

L’economista della Supsi Spartaco Greppi commenta la strategia economica prospettata da Ticino Manufacturing dopo l’adesione al salario minimo
Ticino
1 gior

Ancora alcuni posti liberi per la giornata sul servizio pubblico

Giovani a confronto. La manifestazione si svolgerà a Bellinzona l’8 ottobre
Ticino
1 gior

Jaquinta Defilippi e Quattropani dichiarano fedeltà alle leggi

Dopo la loro elezione a magistrati da parte del Gran Consiglio. Lei procuratrice pubblica, lui pretore di Leventina
Luganese
1 gior

‘Per il Decs è permesso fare propaganda politica nelle scuole?’

In un’interrogazione Robbiani e Guscio (Lega) contestano una lettera recapitata alle famiglie nella quale si invita a manifestare al taglio alle pensioni
Luganese
1 gior

Castagnola, credito di 3,5 milioni per via Cortivo

Il progetto intende sostituire le canalizzazioni comunali come pure realizzare un posteggio per cicli e motocicli
Ticino
1 gior

Un ottobre da... radar

Tutti i punti osservati speciali dalla Polizia cantonale della settimana fra il 3 e il 9 ottobre: occhio alla velocità
Bellinzonese
1 gior

Camorino, servono 2,5 milioni in più per il Centro polivalente

Il Consiglio di Stato chiede un credito suppletorio ai già stanziati 11 milioni: ‘Necessario aumentare le superfici degli alloggi’ per richiedenti l’asilo
Luganese
1 gior

Lugano, disavanzo di 5,3 milioni nel Preventivo 2023

Dato positivo, ma da relativizzare, spiega Foletti, considerando il nuovo sistema di calcolo. Moltiplicatore d’imposta: si propone di lasciarlo al 77%
28.04.2021 - 05:10
Aggiornamento: 16:37

Piazza Cioccaro a Lugano, movida sempre più agitata

Assembramenti, risse, caos e rumore fino a notte inoltrata. Le testimonianze di residenti e proprietari che lamentano disagi

piazza-cioccaro-a-lugano-movida-sempre-piu-agitata
Tante gente anche in tarda serata

Almeno un paio di risse, centinaia di persone (la maggior parte senza mascherina), tanta confusione e rumore fino a notte inoltrata e il giorno dopo spazzatura ovunque. Piazza Cioccaro continua a rimanere un luogo di attrazione magnetico immancabile per la movida cittadina in questo periodo pandemico. Alla faccia di quel minimo di rispetto indispensabile per garantire una convivenza civile. Malgrado i recenti allentamenti delle restrizioni anti-Covid e la parziale apertura dei locali pubblici che da una decina di giorni mettono a disposizione dei clienti le terrazze, i seguaci dell'aperitivo lungo (o del digestivo dopo cena) non perdono fine settimana, lasciando alle spalle un brutto ricordo a chi nella zona abita o lavora. Gli ultimi venerdì e sabato non hanno fatto eccezione. Non si vuole puntare il dito contro coloro che hanno legittimamente voglia di tornare a trascorrere serate assieme agli amici e ad avere un minimo di contatti sociali. Però, alcune situazioni sono senza dubbio degradanti e gettano discredito sui locali pubblici e sull persone che invece si comportano bene.

Spazzatura e rumore, situazione peggiorata

Torniamo (ancora) sull'argomento siccome nell'ultimo fine settimana, il caos è addirittura peggiorato, secondo le testimonianze raccolte e ricevuta in redazione. Come ci racconta un residente che preferisce restare anonimo: «È stato impossibile prendere sonno sabato notte e al mattino l'area era piena di rifiuti. È vero che la piazza è stata prontamente ripulita e di questo ringrazio i servizi della Città, però non è più accettabile il degrado a cui stiamo assistendo con schiamazzi e urla protrattisi fino alle 5 del mattino». Un'altra persona che lavora in zona e ha finito il turno a mezzanotte, testimonia di aver visto assembramenti ancora più estesi rispetto a quelli precedenti: «Venerdì e sabato la piazza era gremita. Nessuno rispettava il distanziamento ed erano pochi quelli che indossavano la mascherina. Assenti gli agenti di polizia che c'erano nei passati fine settimana e che avevano almeno garantito un minimo di rispetto delle regole. Trovo strano, per non dire altro, che non si faccia nulla per limitare queste situazioni, visto che siamo ancora in emergenza pandemica». Un'altra residente in uno dei palazzi di piazza Cioccaro, in piena notte, verso le tre di domenica, non riuscendo a dormire a causa del rumore, dalla finestra ha visto «troppa gente che parlava ad alto volume». Il proprietario di un palazzo sostiene di aver segnalato diverse volte queste situazioni inaccettabili alla Polizia della Città di Lugano alla quale sono state inviate anche le immagini della videosorveglianza privata che ha filmato alcuni festaioli che non hanno trovato di meglio che pisciare nell'atrio d'ingresso dell'abitazione. Spera che queste persone vengano almeno sanzionate.

Donna minacciata con un vetro rotto alla gola

«E la polizia che fino a questo weekend era presente con un furgone e almeno quattro agenti ogni sera?», chiede un altro testimone che passava di lì proprio quando è scoppiata la prima delle due risse, quella divampata nella notte fra venerdì e sabato notte. Quella notte stavo camminando, racconta, «quando la mia attenzione è stata attirata da un uomo che ha colpito una donna nel bel mezzo della piazza, l'ha presa per i capelli e le ha tirato un colpo alla testa con la mano. L'uomo in questione, (quello arrestato successivamente nei pressi del casinò di Lugano, ndr.) ha poi lanciato una bottiglia di vetro per terra in mezzo alla folla e ha ripreso il coccio rotto e stava per usarlo come strumento di minaccia alla gola della donna. A questo punto la folla di persone è partita cercando di fermare l'uomo dal picchiare quella che sembrava la moglie dell'aggressore. C'è chi ha provato a fermarlo con un contenimento fisico, chi prendendolo a pugni e urlando 'le donne non si toccano', chi a calci in pancia». Il testimone è convinto che «nessuna delle persone intervenute per fermare l'aggressore fosse sobria. La maggior parte delle persone presenti in piazza aveva un'età apparente fra i 26 e i 35 anni all'incirca, se non alcuni che potevano dimostrarne di più, altri poco meno».

‘La polizia dopo cinque minuti se n’è andata’

Il testimone dichiara inoltre che un agente di polizia, nel frattempo chiamata per intervenire sul posto, rivolgendosi alla vittima, avrebbe detto "signorina, se non si sente al sicuro, vada a casa". Il testimone che è rimasto sul posto per curiosità e per sapere come sarebbe andata a finire, rincara la dose: «La polizia è intervenuta dopo ben tre chiamate, guardandosi intorno per un buon cinque minuti e se n'è andata». La stessa persona ci racconta che in seguito altre persone hanno cominciato a picchiarsi: «La folla dopo altre due risse si è poi sciolta». Il caos è però continuato fino a poco prima dell'alba, suscitando le critiche degli abitanti, dei proprietari e di chi nella zona ha un'attività commerciale.

Leggi anche:

Ancora assembramenti a Lugano (e non sono solo ragazzini)

Lugano, piazze imbrattate dopo gli aperitivi (lunghi)

Aggressione in P. Cioccaro, individuato e rilasciato l'autore

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved