cosa-si-fa-per-la-mobilita-lenta
Ti-press
Luganese
19.04.2021 - 17:500
Aggiornamento : 18:35

Cosa si fa per la mobilità lenta

Il Municipio di Lugano risponde all'interrogazione (e alle obiezioni)

a cura de laRegione

Il Municipio di Lugano ha risposto a una interrogazione del gruppo Ppd riguardante il traffico e la mobilità, in particolare la mobilità lenta nei quartieri periferici di Lugano.  Quartieri che, osserva l'Esecutivo, sono meno sollecitati dal traffico rispetto alle zone centrali. La tematica viene affrontata anche sulla base di segnalazioni e constatazioni, sollecitazioni delle assemblee di quartiere, venendo poi gestite dalla Divisione spazi urbani per quanto riguarda la manutenzione e progetti specifici a favore della mobilità lenta. Più a lungo termine, a mò di guida esistono il Piano comunale dei percorsi ciclabili e quello della mobilità scolastica. Il Municipio rivendica inoltre il recente potenziamento del trasporto pubblico, uniformato tu tutto il territorio con servizio tra le 6 e le 24.Sempre a favore delle biciclette, e la moderazione del traffico in generale sono stati proposti e approvati alcuni crediti, mentre le zone 30 sono state introdotte in modo generalizzato sulle strade secondarie. Infine, i percorsi p0edonali storici saranno inseriti in un piano, grazie al messaggio che passerà prossimamente in Consiglio comunale già preavvisato favorevolmente dalla Commissione pianificazione del territorio. 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved