Luganese
19.04.2021 - 16:47

Massagno, la cognata del sindaco deve 'optare'

Incompatibilità per parentela: la municipale eletta per il Plr lascerà il posto al subentrante

massagno-la-cognata-del-sindaco-deve-optare
Ti-press

Appena eletta in Municipio, deve già salutare la compagnia. Gabriella Bruschetti-Zürcher è stata la più eletta per il Partito liberale radicale di Massagno, ma non potrà occupare la carica di municipale (lasciata libera da Paola Bagutti. Un problema di parentela con il sindaco Giovanni Bruschetti, il suo: sono cognati, avendo la prima sposato il fratello del secondo. Come abbiamo appurato presso la Sezione enti locali, la questione è regolato in modo chiaro dalla. In Municipio non possono sedere insieme, nemmeno se eletti su liste diverse, coniugi, genitori e figli, fratelli, suoceri con generi e nuore; zii e nipoti consanguinei, partners registrati, conviventi di fatto; e appunto cognati. 

Nel caso in cui dovessero risultare eletti due o più candidati in grado di parentela incompatibili, appartenenti al medesimo gruppo oppure a gruppi diversi è proclamato eletto il candidato che ha ottenuto il maggior numero di voti e qui il sindaco Bruschetti è nettamente davanti, con 1282 voti personali contro i 584 dii Gabriella Bruschetti-Zürcher, che dovrebbe trovare posto in Consiglio comunale (i risultati di Massagno per il Legislativo non sono ancora pervenuti). Ma a questo punto, aveva senso candidarsi? "Non si sa mai... comunque opterà serenamente per il Consiglio comunale, mentre in Municipio entrerà il primo subentrante, Fabio Nicoli" ci risponde Ugo Früh , copresidente della sezione Plr di Massagno.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved