municipale-di-periferia-un-lavoro-quasi-come-un-altro
Infografia laRegione
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
20 min

È attivo il Centro tumori cutanei complessi dell’Eoc

Il cancro della pelle è in costante aumento in tutto il mondo. Diagnosi e cura sono ora più efficaci e i tassi di mortalità in calo
Ticino
32 min

Il futuro energetico al centro dell’assemblea dei fiduciari

I lavori inizieranno domani alle 16 presso Villa Negroni di Vezia, sede dell’istituto di formazione professionale del settore
Locarnese
55 min

Orselina, i maggiorenni festeggiati dal Municipio

Dopo due anni di attesa, l’esecutivo ha potuto tornare a omaggiare i 18enni del Comune con una visita alla Madonna del Sasso
Luganese
59 min

Il tempo libero lungo la Tresa

Analizzato da uno studio della Supsi, presentazione a Ponte Tresa
Locarnese
1 ora

Verzasca e Piano, torna la rassegna gastronomica

Dallo scorso 20 maggio, è partita la manifestazione mangereccia dedicata a prodotti locali e piatti della tradizione. Coinvolti undici ristoranti.
Luganese
1 ora

Fienile distrutto dalle fiamme ad Arogno

Le cause del rogo sono per ora sconosciute. Non ci sarebbero feriti o intossicati.
Bellinzonese
1 ora

Malattie genetiche rare, ‘La cucina di Manu’ dona 30mila franchi

La pubblicazione del ricettario in memoria di Manuela Righetti ha permesso di raccogliere l’importante somma per l’Associazione malattie genetiche rare
Luganese
2 ore

Besso pulita! in assemblea

Si parlerà anche dei disagi provocati dai lavori alla stazione Ffs di Lugano
Locarnese
2 ore

Locarno, Ps: ‘Accuse spiacevoli, pretestuose e imbarazzanti’

Bocciatura mozione contro il tabagismo nei parchi giochi: il Ps locale risponde alle insinuazioni della presa di posizione dell’associazione non fumatori
Luganese
2 ore

Molestie all’Unitas, assemblea tesa

Allontanati i giornalisti, trapela malcontento; il Comitato attende l’esito dell’inchiesta
Locarnese
4 ore

San Nazzaro, annegamento al bagno pubblico

Si tratterebbe di un turista. Sul posto sono intervenuti i soccorritori e gli agenti della Polizia cantonale e della Polizia lacuale
Grigioni
1 gior

Lostallo, tamponamento sull’A13: due feriti

L’incidente è avvenuto ieri pomeriggio. Un 79enne e un 30enne sono stati trasportati in ospedale.
Bellinzonese
1 gior

Monte Carasso, auto colpisce un motociclista e si dà alla fuga

L’incidente è avvenuto poco prima delle 00.30 su via El Stradun. La Polizia cantonale cerca testimoni
Luganese
1 gior

Guerra in Ucraina, a Lugano storie di donne e del loro riscatto

Testimonianze di ucraine sopravvissute al conflitto e della loro forza in una conferenza tenutasi giovedì sera al Palazzo dei congressi
Luganese
laR
 
13.04.2021 - 05:30
Aggiornamento : 13:22

Municipale di periferia, un 'lavoro' (quasi) come un altro

Le paghe tra i comuni luganesi di media grandezza variano notevolmente Capriasca e Collina d'Oro sono buoni 'datori'

Il contenuto di questo articolo è riservato agli abbonati.
Per visualizzarlo esegui il login

Tempo una settimana, e si saprà. Qualcuno dirà addio ai 'sogni di gloria' politica mentre qualcun altro riuscirà a conquistare l'ambita poltrona in Municipio o in Consiglio comunale. Che porta prestigio, di solito, il piacere di rendersi utile alla comunità, la passione per la cosa pubblica, magari anche qualche vantaggio. Ma è un affare pure... concretamente? Quanto guadagnano gli eletti nei Comuni? Quelli di media grandezza, perché nella città di Lugano ormai siamo molto vicini al professionismo, almeno per quanto riguarda il Municipio, anche se questo statuto se non viene ufficializzato. Mentre nelle località più piccole il concetto di 'milizia' è sottolineato da magri rimborsi spese.

 Anche tra i comuni di media grandezza, va detto, ci sono differenze rilevanti. Sembra di vedere una tendenza al'aumento delle retribuzioni. A Massagno, per esempio, è stata presentata dal capogruppo leghista Philippe Bouvet, una mozione che intende praticamente triplicare le 'paghe' di sindaco e municipali (tra i quali ci potrebbe essere lo stesso mozionante). Il paese della collina comunque non è messo così male in un confronto con altri comuni di grandezza paragonabile, diciamo fra i 4mila abitanti circa e i 6'700 di Capriasca. Che è, come si vede nella tabella, pure il Comune più generoso con i suoi amministratori, insieme a Collina d'Oro. Capriasca tra l'altro nel suo regolamento comunale (lì si trovano le disposizioni riguardanti gli emolumenti) prevede più o meno esplicitamente una forma di semi-professionismo, nel senso che le retribuzioni sono calcolate sulla base di un salario annuale di 90mila franchi: il sindaco 'lavora' al 40%, il vicesindaco al 30% e il municipale al 25%. Forse non è un caso che Sia Capriasca che Collina d'Oro siano comuni di recente formazione, nati da grosse aggregazioni, e rappresentanti precise regioni geografiche. All'altro capo della ipotetica classifica, Caslano, località di più morigerati costumi almeno in questo campo con 'appena' 10mila franchi annui per il sindaco e 6mila per un municipale. A questi 'fissi' si aggiungono, bisogna dire, 'diarie' ad esempio tra i 50 e i 100 franchi per seduta municipale, che alla fine dell'anno possono significare qualche ulteriore biglietto da mille. Le retribuzioni per i consiglieri comunali oscillano invece fra i 50 e i 100 franchi a seduta del Legislativo, cifre simili o analoghe vengono pagate per le sedute delle commissioni, un extra per i presidenti.

Soldi meritati?

Le somme in gioco per gli eletti in Municipio sembrano invitanti, ma quanto tempo porta via una attività del genere? Quanto incide sulla vita privata, sull'attività professionale? Giriamo la domanda a due sindache di questi comuni di media grandezza, che per motivi diversi hanno deciso di non ripresentarsi alle imminenti elezioni. Come Anna Celio, uscente a Monteceneri. "Quando alzammo le retribuzioni, triplicandole, ci fu chi voleva lanciare un referendum... Io comunque ho sempre lavorato, quando entrai ero impiegata in una ditta di alimentari. Resto dell'idea che debba essere una attività di milizia, si puo discutere sul fatto di aumentare i compensi però non trovo giusto che uno possa rinunciare a lavorare. Chiaro, le realtà cittadine sono un'altra cosa. Per chi lo fa di mestiere, la rielezione diventa importantissima, e questo può essere un problema. Poi bisogna dire è un impegno, ci vuole la passione giusta Qualcuno nel mio municipio dice il compenso è troppo basso, ma non bisogna perdere il contatto col mondo del lavoro e la vita quotidiana".  Sabrina Romelli, uscente a Collina d'Oro. "Collina d'oro essendo un comune relativamente benestante ha già delle indennità un pochino più alte degli altri comuni. È pure vero che ci vuole sempre più tempo sia per fare il sindaco che il municipale. E non esistono quasi più quei liberi professionisti che possono permettersi di lavorare al 60% e mantenere la famiglia. Personalmente do una mano a mio marito ma un 50 o 60% di tempo lo dedico al Municipio. Credo che in generale ci vorrebbe un adeguamento in tutto il Ticino, non è un messaggio facile da far passare, anche se c'è chi riconosce il lavoro che viene fatto. Anch'io credo che sia importante che resti un'attività di milizia".

Lugano, un altro pianeta

Abbiamo lasciato da parte ila Città di Lugano, che in termini di abitanti è circa 10 volte più popolosa del maggiore dei comuni trattati, e gioca in un altro campionato, per così dire. Il regolamento comunale recita che "Il grado di occupazione del Sindaco è del 60%; quello dei Municipali è del 50%", retribuiti secondo lo stipendio massimo della 25sima classe della scala salariale dei dipendenti.  Che ammonta a 214'484,95 franchi annui, il che salvo errore significano 128'690,97 franchi per il sindaco Marco Borradori e 107'242,47 per i municipali, al netto delle altre indennità con rimborsi spese che variano tra i 5 e i 15 mila franchi del sindaco. E i consiglieri comunali? A loro vanno 140 franchi per seduta del Cc o della commissione di cui fanno parte.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
altro comuni lavoro municipali sindaco
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved