lugano-sabato-sera-di-tensioni-alla-foce-due-fermi
Ti-Press
+6
ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
1 ora

La Sat di Mendrisio sale sulla cima del Pecian

Il programma prevede un’escursione panoramica in Valle Leventina per il 16 luglio prossimo
Gallery
Mendrisiotto
5 ore

Cade dalla moto e viene travolta dall’auto che segue

Incidente con esito mortale nella notte A2 all’altezza di Rancate. Autostrada temporaneamente chiusa per i rilievi del caso
Gallery
Locarnese
5 ore

Si schianta contro un palo di cemento. Muore un ventenne

Grave incidente della circolazione nella notte a Broglio, dove perde la vita un giovane. Lievi ferite per altri due passeggeri
Bellinzonese
19 ore

Malore in auto, code fino a 10 km in Leventina

Pomeriggio di passione sull’autostrada A2 in direzione nord a causa di una persona incolonnata all’altezza di Ambrì che si è sentita male
Gallery
Bellinzonese
21 ore

Auto contro moto sulla cantonale a Iragna, un ferito

L’incidente è accaduto attorno alle 14.30. Chiuso per circa un’ora il tratto stradale teatro del sinistro
Ticino
1 gior

Auto in panne, galleria del San Gottardo chiusa (direzione nord)

Mentre al portale urano già dal mattino si registravano code chilometriche, anche a quello di Airolo sono da prevedere disagi
Locarnese
1 gior

La Centovallina torna a circolare in Italia

Interrotto ieri a causa dei disagi provocati dalle abbondanti precipitazioni, il servizio internazionale è ripreso stamane
Ticino
1 gior

Quarta dose per viaggiare? ‘Disponibile a pagamento’

Il secondo richiamo al momento non è né omologato da Swissmedic né raccomandato dall’Ufficio federale. Costa circa 60 franchi.
21.03.2021 - 08:23
Aggiornamento: 14:08

Lugano: sabato sera di tensioni alla Foce, due fermi

Presi a bottigliate gli agenti intervenuti per disperdere centinaia di giovani radunatisi a suon di musica. Nuovi video. Scatta l'inchiesta penale

«Ma nulla, i poliziotti erano sempre a farsi i fatti loro fin quando è arrivato questo, risultava essere abbastanza aggressivo e lo hanno messo per terra. Dopodiché, sto gruppo di maggiorenni ha iniziato a lanciare bottiglie addosso ai poliziotti perché non volevano far prendere il loro amico, rovinando la festa a tutti». Questa è una testimonianza apparsa sui social di chi ha raccontato quanto successo ieri sera a Lugano alla Foce del Cassarate, dove era in corso una festa con musica con centinaia di giovani. Ed ecco la replica: «Stavano picchiando me e un mio amico col manganello perché gli urlavamo contro. Finché non gli abbiamo tolto il manganello di mano e ci hanno spruzzato tutti con lo spray».

Due persone fermate, scatta l'inchiesta

Nel frattempo, è giunta una stringata nota stampa nella quale la Polizia cantonale e la Polizia della Città di Lugano segnalano l'intervento avvenuto a Lugano alla foce del Cassarate: "Subito sul posto gli agenti della Polizia della città di Lugano i quali vista la massiccia presenza di persone (diverse centinaia) hanno richiesto il supporto dei colleghi della Cantonale. Durante l'intervento, da parte di un gruppo di giovani, sono stati lanciati alcuni oggetti ostacolando in maniera importante l'intervento. Sul posto sono state identificate due persone che verranno sentite e l'inchiesta avviata dovrà stabilire le loro responsabilità su quanto avvenuto. Al momento non verranno rilasciate ulteriori informazioni".

Disordini ripetuti per gli assembramenti

Era successo sabato scorso, si è ripetuto ieri sera. Stesso contesto, ma con un’evoluzione (o involuzione) specchio di una crescente insofferenza e ribellione verso le costrizioni anti-pandemiche e in definitiva verso le autorità che le decidono e le fanno applicare. Alla Foce del Cassarate di Lugano centinaia di giovani, in gran parte privi di mascherina, si sono dati appuntamento per trascorrere la serata insieme a suon di musica e balli. Ovviamente senza rispettare le regole sul distanziamento sociale. Niente a vedere, però, con l’assemblea del Centro sociale tenutasi nello stesso luogo poche ore prima, durante il pomeriggio. La polizia – come sabato scorso, anche questa volta presentatasi sul posto con l’obiettivo di far cessare il grande assembramento – è stata accolta a suon di provocazioni e bottigliate, come testimoniano i video che pubblichiamo. La tensione in men che non si dica è salita e una parte dei presenti è sfollata verso le aree limitrofe e il Campo Marzio, dove non sono mancate altre provocazioni. Infine, col passare delle ore, la situazione si è lentamente normalizzata. Qualche giovane, fra i più esagitati, è stato placato dagli agenti. Diverse pattuglie hanno presidiato la zona fino a notte fonda. Sui due fronti non si registrano feriti ma soltanto danneggiamenti ad alcuni veicoli posteggiati nel luogo degli scontri.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
cassarate foce sabato
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved